Un paese giallo blu, una settimana dedicata alla sport a Bellinzago Novarese!

Il campanile della chiesa di sant’Anna, in piazza Martiri, si è illuminato ogni sera di giallo e di blu, dal 23 al 28 luglio, le vie del centro sono state decorate da ombrelli sempre dalle tinte di gialle e di blu, mentre di giorno un’infinita bandiera, anch’essa rigorosamente gialla e blu, sventolava calma e sorniona dalle pareti del Municipio, ricordando l’imminente festa della sera.

Così Bellinzago Novarese, paese della Provincia di Novara, ha dedicato una settimana allo sport e premiato gli atleti che quei colori gialli e blu, presenti nello stemma comunale, li hanno lanciati in alto sulla punta di un giavellotto, spediti veloci tra le corsie delle piste d’atletica, mandati in goal con un’inzuccata, fatti volteggiare armoniosi e decisi nei palazzetti della ginnastica, arrivare precisi scagliati da un arco, frullati sui pedali di una bicicletta, insomma, con il giallo e col blu, questi atleti, ne hanno fatte di tutti i colori. La festa è stata un bell’esempio di come lo sport, in tanti hanno partecipato alla manifestazione, possa unire e di come i campioni non siano solo in televisione ma semplicemente anche solo sotto al pianerottolo di casa nostra. Così, Bellinzago Novarese ha portato a sfilare per strada le stelle dello sport locale, raccontando le storie di questi atleti e premiando chi la fatica l’ha vista ripagata con il tanto ambito metallo. La festa è stata arricchita da cibo tutte le sere, da un intenso torneo giallo blu di calcio tennis a coppie e da musica e balli con Feel dance, Swan Elisa, Radioliga, 8 note,  dj Max e l’Orchestra Maurizio Arbore. Un soddisfatto Walter Piazza, assessore allo sport ha dichiarato: “Quest’anno abbiamo guardato anche la scenografia: dagli ombrelli che avevano anche un doppio significato, decorativo e benefico – infatti il ricavato della vendita degli ombrelli decorativi andrà alle zone terremotate, dove gli anni sono passati ma c’è ancora molto da fare –  e abbiamo illuminato il campanile, così lo si vedeva da tutta la provincia.

Questa è una festa ormai giunta alla quinta edizione, per noi un gioiello per il nostro Comune che porta in piazza atleti e visitatori. Bellinzago non è seconda a nessuno e lo ha dimostrato, grazie alle società che ci appoggiano e che ogni anno partecipano. Abbiamo ricevuto elogi anche da tutti i Comuni della Provincia e ci hanno chiesto qual è il segreto nel riuscire a coinvolgere tutte le nostre società. La Festa giallo blu è sacrificio, si parte mesi prima, è uno sforzo immane, non si realizza con uno schiocco di dita. Abbiamo però dimostrato che Bellinzago c’è, vive e non è seconda a nessuno.  Ringrazio anche il sindaco Giovanni Delconti perché è un vero trascinatore e questa festa è diventata il nostro orgoglio”.

Piazza prosegue: “Di eccellenze sportive del nostro territorio ne abbiamo molte, io ho la fortuna di essere in una posizione dove posso essere messo a conoscenza dei risultati dei nostri atleti, risultati che a volte passano inosservati. Facendo questo abbiamo potuto scoprire che Bellinzago è un bacino di atleti.  E tra gli atleti premiati, due campioni ci hanno raccontato il loro sport. Antonella Petrillo e Raffaele Di Girolamo, ballerini bellinzaghesi di ballo liscio e ballo da sala nella cat. 55/60, classe B1 e classe B3 nelle danze standard si sono confermati campioni nazionali, passando così nella categoria A, la più alta. I due atleti, allievi del maestro Mimmo Simeone della Scuola di ballo Perfecta Combinacion di Busto Arsizio commentano la loro nuova impresa: «Abbiamo vinto il ballo liscio unificato, argento nel ballo da sala e argento nelle danze standard. Siamo soddisfatti, sono risultati atletici esemplari».

E tra gli obiettivi: «Raggiungere la classe più alta nelle danze standard». E, tornati dai campionati italiani di categoria a Rimini fiera, che si sono svolti dal 13 al 15 luglio 2018, proseguendo la striscia dei ben tre anni di podio, raccontano: «Invitiamo a praticare questo sport in quanto la danza è: gestire il movimento del proprio corpo a suon di musica, lottare per conseguire un obbiettivo, é una forma d’arte, quando danzi scompaiono i problemi quotidiani, dà sicurezza e disciplina mentale, è uno strumento educativo che fa potenziare il fisico.

Praticare quest’arte è come fare musica col proprio corpo». L’evento, organizzato ormai da anni dal Comune, oltre che dei giornali ha attirato anche l’attenzione del format Piccola grande Italia, Anna Bertasi commenta:  “Noi andiamo in onda anche su alcuni canali del pacchetto Sky e sul nostro portale e su Youtube. Raccontiamo il territorio dalle bellezze storico artistiche a quelle naturalistiche, in questo caso del Parco del Ticino. Noi cerchiamo di dare una fotografia di quello che oggi è Bellinzago Novarese, è un lavoro che rimarrà in archivio anche per i posteri. Siamo rimasti due giorni e ci siamo concentrati sul centro storico del capoluogo e poi sulle frazioni per mostrare le bellezze artistiche che sono nascoste ma che meritano di essere raccontate. La cosa che colpisce di più, parlo per il nostro pubblico, è sempre la cucina, noi abbiamo molto feed back dal pubblico straniero che impazzisce di gioia di fronte ai piatti italiani che ogni dieci chilometri sono diversi.

Per quanto riguarda le bellezze artistiche  questo è un borgo da scoprire. Prima di documentarci per questo viaggio non sapevamo degli itinerari antonelliani, del ciclo di affreschi all’interno della chiesa del cimitero di san Vito ed è molto bella anche la Badia di Dulzago, un modello dal quale potremmo imparare e sperimentare di nuovo”.

La festa è stata così l’occasione per far conoscere anche il territorio ma, tornando ai tanti atleti premiati: Simone Trapani si è classificato secondo nella corsa campestre provinciale, inoltre nella manfestazione provincilae “CORRIamo” di Borgomanero è stato riconosciuto come il più resistente della Provincia di Novara, Alessia Ambrosetti 1° negli 80 ostacoli provinciali, Vittoria Tavanelli, 3° nel Salto in alto provinciale, Luca Iemma, 3° negli 80 piani provinciali, Nicolò Savoldi, 3° nei 1000 metri provinciali, Davide Gatti, 3° nel salto in alto provinciale, Mattia Brusati 1° nel Lancio del Vortex provinciale, Aldo Mele con Mattia Brusati, Mattia Fortina e Luca Iemma 1° nella Staffetta 4 X 100 provinciale, Sofia Vidali nella manifestazione provinciale “CORRIamo” di Borgomanero è stata riconosciuto come la più resistente della Provincia di Novara, Andrea Prandi nella in “CORRIamo” di Borgomanero è stato riconosciuto come il più veloce della provincia di Novara, Marcello Ugazio in Danimarca ha vinto il titolo mondiale Under 23 nel triathlon cross il 10 LUGLIO, inoltre è Campione Italiano assoluto di triathlon medio, Valerio Miglio, Gabriele Bernardi, Loris Piazza, Luca Iemma, Francesco Andrissi, squadra cadetti 5° classificati ai campionati Regionali  di Atletica leggera su pista, la squadra allievi 2001 del Bulé ha vinto i Play off di categoria, mentre la  Squadra Pulcini 2009 ha vinto il campionato a punteggio pieno, nel Beach volley categoria under 20, Matteo Rizzoli, Luca RIizzoli,  Federico Gabriele con l’Allenatore Bruno Giro sono campioni regionali e 5° classificati ai campionati nazionali a Cesenatico, Andrea Brusati, Manuel Brusati, Davide Mellone, Giacomo Talarico, Odessa Lombardo si sono classificati a podio nei primi posti in gare Interprovinciali e Interregionali di Judo Ginnasium B, Yari Borrella promettente atleta, ha conseguito numerosi risultati di prestigio nell’ultimo anno, Iris Mameli Scifo 1° nelle liste regionali.

Gianluigi Gavinelli

Gianluigi Gavinelli, novarese, si occupa di disegno, creatività ed editoria. All’età di 19 anni ha deciso di rendere utile la sua grande passione per il disegno partecipando a numerosi concorsi. Nel 2008 una sua storia a fumetti viene selezionata e pubblicata da De Falco Editore sul libretto “Vita giovane”. Nel 2010, forte della sua capacità imprenditoriale, forma un gruppo di disegnatori con i quali produce in proprio la rivista a fumetti “Il Fortino”, partecipa alla manifestazione “Fumetti a Novara” e alla Sagra di San Rocco, pubblica una striscia a fumetti nel numero speciale di Natale del Corriere Valsesiano e contemporaneamente con la casa editrice “Mamme on line” pubblica la raccolta “Risate di Buon Natale”.

Comincia nel 2011-2012 la sua esplosione creativa: per la casa editrice “Kabaedizioni” escono i  libri, “I fantasmi del castello di Dunster”, “Legami d’acqua” e “ Semaforo rosso”. Con l’associazione “Accademia dal Rison” collabora con il Corriere di Novara disegnando il gioco “Trova le differenze” e brevi racconti di bimbe capricciose per You can print.

Con il nome di GIGIO collabora al sito “Satira libera” e alla rivista “Nel, notiziario degli enti locali C.G.I.L. Piemonte. Adesso inizia la sua avventura in Sport & Work.

www.librieillustrazioniilfortino.it
librieillustrazioniilfortino@gmail.com
gianluigi.gavinelli@alice.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *