Temporary manager, una figura sempre valida per le imprese

“Grandi” Manager per piccole imprese o “Piccoli” Manager per grandi imprese ?
Si ripropone una nuova figura: il Temporary Manager

Potrebbe essere interessante capire quale sia la soluzione migliore specialmente in un periodo di trasformazione continua come quello che stiamo vivendo , operiamo ormai in una realtà che vede l’affermarsi sempre più significativo del Temporary Management, cioè dirigenti di grande esperienza maturata in realtà multinazionali e multietniche  abituati ad operare in aziende molto organizzate aventi strutture gerarchiche spesso molto rigide che prestano la loro opera in un’impresa diversa avente dimensioni simili o più piccole di quelle in cui hanno lavorato ed operano per un periodo di tempo breve a stretto contatto con i  consigli di amministrazione per ottenere risultati tangibili in brevi periodi (in genere nove-dodici mesi al massimo).

Vi sono oggi parecchie Piccole Medie Imprese che si affidano al Temporary Management alla ricerca di soluzioni per i loro problemi organizzativi oppure per operazioni molto delicate come possono essere i riassetti societari, il lancio di nuovi prodotti, nuove strategie di marketing, affrontare nuovi mercati etc etc.

I nove-dodici mesi sono in linea di massima sufficienti al raggiungimento dell’obiettivo, anche se dipendono molto dal tempo necessario per analizzare la situazione. Utilizzare il percorso del Temporary Manager potrebbe essere per molte realtà una soluzione vincente sia per le Grandi che per le Piccole imprese a condizione che vi sia il totale supporto e la fiducia della proprietà e delle direzioni.

foto 24 ore
Il Dirigente a “tempo” – da Sole 24 ore

Non dimentichiamo di avere anche brillanti e capaci manager di piccole aziende che potrebbero divenire una grande risorsa per le Grandi aziende perché potrebbe portare l’esperienza necessaria a snellire i processi e porterebbe un pensiero più elastico fuori dagli schemi rigidi che spesso possono essere  la causa di scelte non appropriate con tutte le conseguenze . foto manager

Essenziale non confondere però il Temporary Manager con il consulente aziendale o con la figura, se ne cominciò sentir parlare nel lontano 1989, del risk manager o “risanatore” come veniva definito in alcuni ambienti ai tempi. Temporary Manager e Risk Manager sono figure diverse dall’approccio mentale diverso .

Claudio Mantovani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *