Categorie
numero 31 Socio politico

Tasse: IUC, IMU, TASI e TARI ed i soliti “furbetti”

Le Amministrazioni Comunali hanno fatto tutti i dovuti controlli o al solito paga solo scarpone ?

14 giugno 2014 in Brasile l’Italia batte 2-1 l’Inghilterra ai Mondiali ……16 giugno , ma non in tutta Italia, verrà ricordata come giornata ove il contribuente è stato chiamato a pagare quanto  è stato imposto dal regime fiscale degli ultimi governi sono coincise così le così le scadenze di diversi tributi locali derivanti dalle  riforme al regime fiscale volute dagli ultimi governi che si sono succeduti ed hanno avuto l’effetto far coincidere le scadenze di pagamento di diversi tributi locali.

L’ introduzione della IUC (acronimo di Imposta Unica Comunale), ha imposto ai residenti di molti comuni italiani di fare i conti  con il pagamento di IMU (solo sulle seconde abitazioni), TASI (Tassa sui servizi indivisibili) e TARI (Tassa sui Rifiuti, erede della TARES). Sorge però spontanea una domanda ma avranno veramente pagato tutti ? foto tasse

Non ci sarà stata la classica divisione tutta nostrana tra contribuente “fedele” e “furbetto” ?

I Comuni con il loro Sindaci , Giunte, Uffici tecnici a cui vi è a capo un Dirigente anche se spesso è solo un geometra, corpi di Polizia Locale hanno realmente verificato che nel loro territorio non vi siano realtà il cui accatastamento non è reale ?

Hanno verificato che realtà immobiliari accatastate come, ad esempio, garage non siano invece vere e proprie costruzioni abitative ? Ed ancora Capanni ad uso agricolo trasformati in abitazioni pur rimanendo accatastati come entità di basso rilievo e quindi con nessuna, o quasi ,tassa da pagare ?

I quesiti però proseguono e potrebbero essere :

1) tutte le licenze edilizie concesse negli anni per quanto tempo sono rimaste concessione di cui mai o quasi sono stati dichiarati il fine lavori pur divenendo abituale residenza ? e le vidimazioni circa l’abitabilità sono stati atti d’Ufficio o vi sono stati i reali controlli ?Con i controlli veri, sottolineiamo veri, magari si sarebbe scoperto che il “furbetto” di turno avrebbe dovuto pagare già da anni l’imposta sugli immobili e magari su di un immobile di categoria Lusso e non agricola o giù di lì.

2) Quanti ordini di demolizione per abusi edilizi sono stati firmati negli anni dai Sigg. Sindaci ? Le demolizioni sono state eseguite ? Gli Uffici Tecnici si sono attivati ad effettuare i controlli relativi in modo diretto o attraverso la Polizia Locale ? Il Residente, il residente non “furbetto” paga in silenzio quanto previsto dal regime fiscale imposto dagli ultimi Governi ma si aspetta una trasparenza dal proprio Sindaco, si aspetta che il Sindaco abbia attivato concretamente e veramente i controlli così da rendere un po’ più equa la ripartizione del dovuto globale tra Residente onesto e Residente furbetto. Si parla molto di voler combattere l’evasione fiscale perché è tra le principali cause delle italiche difficoltà ed allora sorge spontanea la domanda

3) abbiamo nella nostra Italia Amministrazioni Comunali che si sono attivate veramente a combattere l’evasione fiscale derivante dai residenti o proprietari “furbetti” di immobili ?  Signori Sindaci, Signori Politici vogliamo fare il 2 a 1 in tema di correttezza fiscale ? Sarebbe bello, sarebbe una grande vincita forse più significativa di quella ai  Mondiali di Calcio

Claudio Mantovani

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *