Sport & Work n.83 – 20/2016- anno 3 La sorpresa e le ansie USA: chi si aspettava Trump?

Adesso è facile dirlo e chissà quanti lo faranno: avevo la sensazione che Trump ce la potesse fare! Anch’io dopo la faccenda disgraziata delle mail ho avuto il sentore di un cambio di rotta, ma come tutti coloro che non avevano previsto in alcuna maniera l’elezione di Trump o la sconfitta di Hillary, sono rimasto sorpreso.

Vincere contro il proprio stesso partito è davvero un’impresa storica (Bush padre ha dichiarato che avrebbe votato per la Clinton e così molti alti repubblicani eccellenti).

L’urna ha dato un responso diverso con una clamorosa sconfitta dei democratici e una forte prevalenza dei repubblicani, ciò che avrà conseguenze importanti al Congresso.

L’evento ha generato subito preoccupazioni per ciò che potrà accadere, viste le dichiarazioni “forti” di Trump, dall’avvicinamento a Putin, alla contrapposizione verso la Cina, alla questione immigrati e Mexico, alla minaccia di far pagare la Nato all’Europa (che tifava Clinton), ce n’è di che spaventarsi.

Tuttavia gli USA hanno dimostrato di sopravvivere (e bene) a Presidenti particolari, attori o deboli o subentrati, è un Paese forte in sé, complesso e articolato e nel Congresso ha sempre dimostrato profondità e valore (al di là delle tendenze “militari”).

La sorpresa dunque è l’uscita dagli schemi, i sondaggi smentiti, la campagna invelenita che avrebbe dovuto penalizzare Trump più di Hillary (ma anche lei per la sua dabbenaggine e inconsistenza) e i partiti completamente fuori gioco rispetto alla volontà popolare espressasi per proprio conto su valori che sembrano andare al di là di schieramenti aprioristici.

I tempi sono cambiati, l’epoca digitale trasforma ogni cosa e ogni informazione, genera velocità di pensiero e di reazione, unisce rapidamente chi la pensa in un modo o in un altro, influenza pesantemente i comportamenti, consente confronti impensabili in precedenza.

Così si spostano le preferenze e si autonomizza il voto, forse si approfondisce anche meglio la materia in questione (con la riforma francamente non sembra così, ma se uno vuole informarsi davvero lo può fare) e comunque si formano opinioni e c’è spazio per manifestarle, appunto influendo su scelte e comportamenti.

La vicenda americana dimostra che non c’è mai nulla di scontato e che la democrazia, quando il popolo viene sollecitato, comunque si afferma e determina le scelte strategiche di un Paese.

Cosa succederà ora? E’ troppo presto ora e fasciarsi la testa prima degli eventi potrebbe essere inutile e dannoso.

Il pragmatismo che si annuncia come il leit motiv della nuova presidenza USA sarà in ogni caso un filone da seguire con attenzione, forse da imitare su alcuni aspetti, forse da controbattere su altri, ma gli USA son gli USA ed è bene non sottovalutare gli effetti (ci si augura positivi) dei cambiamenti che sicuramente interverranno in quel Paese.

Le sorprese andranno tenute in conto anche per quanto ci riguarda più direttamente, comunque si orienti il nostro Paese prepariamoci a cambiare e a sostenere l’impatto dell’epoca digitale 4.0
Giorgio Cozzi

 

Giorgio Cozzi, Sociologo e Psicologo
– CEO di ISO Interventi Socio Organizzativi Srl
– Partner Italiano di Extended Disc (Piattaforma evoluta di Analisi dei Comportamenti)
– ex Presidente di ASSORES (Associazione fra Società di Selezione)
– Membro attivo di CRESCITA (Associazione fra Società di Ricerca e Selezione del Personale)
– Autore di Turbomanagement – Sperlimg & Kupfer (con Bucci e Sprega)
– Autore di Turbomanagement 2 – Franco Angeli Editore
– Autore di Cambia, Adesso! – Seneca Editore (con Gianluigi Olivari)
– Autore di Le parole segrete della vendita – Seneca Editore (con Gianluigi Olivari)
– Trainer e Coach
– Esperto di BBS (Behavior Based Safety)
– Ha lavorato in Azienda presso Banca Popolare di Novara – Cotonificio Cantoni – Plasmon
– Ha lavorato vent’anni in un Gruppo Internazionale di Training (Tack International)
– Ha partecipato a Convegni Internazionali e Nazionali sul mondo del lavoro
– Presidente di AISM, Associazione Italiana Scientifica di Metapsichica, autore di libri sulla Parapsicologia

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *