Blog

cozzi foto

Sport & Work n. 8 – Responsabilità, una parola sconosciuta e disattesa

IL SENSO DELLA RESPONSABILITA’

Dejà vu è un fenomeno indicato dalla Parapsicologia per evidenziare come talvolta ci si trovi di fronte ad una situazione avendo la netta sensazione di averla già vissuta. In realtà scientificamente è possibile che le aspettative inconsce facciano pensare di aver già vissuto una scena mentre si tratta semplicemente del riconoscimento di qualcosa che si  è previsto: i neuroni sono gli stessi.

Tuttavia va ricordato che laddove il soggetto che ha un dèjà vu dovesse raccontare qualche cosa che riguarda l’ambiente da cui si deduce una conoscenza che non possedeva, allora il fenomeno diventa paranormale, cioè è avvenuta una esperienza extra sensoriale.

A me pare che nel campo delle relazioni sia successa una cosa simile.

Una signora, ex-imprenditrice, riceve sul cellulare un messaggio gentile dalla sua banca, che si complimenta con lei e la invita ad approfondire le offerte, a restare in contatto, a visitarla.

Tutta contenta per l’insospettata gentilezza e cortesia, oltre al riconoscimento dopo 40 anni di conto corrente e di rapporti, ormai anche personali, si ripromette di fare un salto in banca per complimentarsi a sua volta.

Poco dopo capita l’occasione: la banca la chiama, in forma un po’ meno aggraziata, dicendole che non può mettere in pagamento l’assegno che ha emesso perché ha firmato Pia, anziché Pierantonia, come depositato. La signora obietta che tutti la chiamano Pia, anche in banca, e che la sigla è comunque un’abbreviazione di Pierantonia. Ma tant’è, la funzionaria insiste, deve passare a depositare la nuova firma altrimenti l’assegno non viene pagato.foto responsabilità

La signora si reca in banca con il marito, che ha la firma sullo stesso conto, e con la nipotina di pochi mesi e viene ricevuta in modo sbrigativo e burocratico, poco solerte e rimbalzata da un ufficio all’altro, finché viene indirizzata, già inviperita, ad una impiegata. Si avvicina all’ufficio e aspetta fuori, mentre all’interno se la stanno spassando a suon di risate e amenità. Prende coraggio, si affaccia e chiede dell’impiegata, la quale in modo scortese le chiede chi l’ha indirizzata a lei e che dovrà tornare successivamente. La signora diventa alquanto arrabbiata e dice “Mi scusi, devo solo fare una firma, col nome accorciato, sono già qui, mi lasci fare la firma e tutto è sistemato, sono vostra Cliente, conosciuta, da 40 anni” L’impiegata non cede e insiste sulla necessità di ritornare, possiamo tralasciare lo scambio verbale finale e fare qualche riflessione.

Le Banche sono in crisi, fanno una pubblicità spietata e aulica per attrarre Clienti o recuperare Clienti o lavorare di più con gli attuali, mandano messaggi melliflui a casa e sul cellulare, un vero paradiso in terra…poi ci pensano gli impiegati, le procedure, le rigidità, i sistemi, a trasformarlo in un inferno. Dèjà vu, ma non è un fenomeno paranormale: è purtroppo una realtà che si ripete troppo spesso, banche, negozi, pubblici uffici….

La cultura organizzativa sembra qualcosa di impalpabile, invece è tremendamente tangibile, ti fa toccare con mano chi sei realmente, al di là delle pantomime di Marketing.

Racconto la storia ad amici e subito si agganciano con altre esperienze similari: dèjà vu!

Gli Inglesi usano la parola “empowerment” per indicare il senso di responsabilità, il sapersi far carico, il prendere l’iniziativa e risolvere i problemi gestendo la propria discrezionalità.

E’ come gli atleti che scendono in campo e s’impegnano poco, limitandosi a fare lo stretto necessario perché le cose continuino, perché i privilegi vengano mantenuti, senza rendersi conto che per avere valore bisogna dare valore e che la responsabilità è verso se stessi, verso gli altri, verso la collettività di cui si fa parte, verso la propria azienda.

In un mondo che fa mancare il lavoro è veramente singolare che chi ce l’ha lo interpreti così, disattendendo le aspettative di tutti, tanto nel lavoro quanto nello sport.

Giorgio Cozzi

 

Giorgio Cozzi, Sociologo e Psicologo, Direttore di ISO Interventi Socio Organizzativi Srl, militante nel G.S. Montestella di Milano,autore di Turbomanagement – Sperling & Kupfer . Turbomanagement 2 . Franco Angeli Editore – Cambia Adesso – Seneca Editore

Comments (2)

  1. I just want to mention I’m very new to weblog and actually savored this website. Most likely I’m planning to bookmark your blog post . You really have tremendous articles and reviews. Cheers for sharing with us your web page.

    9 Agosto 2013
  2. Right here is the perfect web site for anyone who hopes to
    understand this topic. You realize a whole lot its almost hard to argue with you (not
    that I personally would want to…HaHa). You certainly put
    a new spin on a topic that’s been written about for years. Wonderful stuff, just great!

    20 Agosto 2013

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi