Blog

Sport & Work n.156 – 6/2020 – anno 7 Organizzazione e Strategia in Azienda: danza e musica

Organizzazioni che osservano: spunti di riflessione dal blog

Spesso chi si occupa di Organizzazione vede la Strategia che la muove e la indirizza soltanto come sottofondo “dato” (da altri). Viceversa chi definisce la Strategia considera poco dell’Organizzazione che la deve realizzare e si scontra con i ben noti problemi della “implementazione” con le inevitabili conseguenze (resistenze al cambiamento, ritardi nelle scadenze, demotivazione generale, ecc.).

Pur essendoci in alcuni momenti la possibilità di operare su ognuna di esse in maniera distinta, il loro legame è sempre da considerare per evitare di compiere movimenti senza significato, che demotivano le persone, o di ascoltare suoni che non muovono nessuno. Ci proponiamo come maestri di danza che indicano e forniscono i gli strumenti per realizzare le migliori performance. Perchè sulla pista andrete voi.

Organizzazione

Le persone sono condizione necessaria all’organizzazione. Per fare una squadra di calcio ci vogliono undici individui, ma se questi non giocano a calcio gli undici non saranno mai una “squadra di calcio”. L’organizzazione aziendale può essere vista come un sistema sociale il cui elemento base di relazione costitutiva (la sua autopoiesi) è la decisione. Inoltre essa è un sistema che si distingue per questo dal suo ambiente e a sua volta consente di fare da ambiente ad altri sottosistemi al suo interno (vendite, produzione, logistica, amministrazione, ecc.).

La metafora sistemica non sostituisce le altre ma da meglio conto della realtà organizzativa nel suo complesso, giustifica e motiva interventi puntuali con le pratiche consuete e consente di mettere appunto modalità di intervento per affrontare svariate problematiche organizzative che sfuggono alle consuete modalità di risoluzione: dalla sicurezza sul lavoro alle scarse prestazioni di vendite, dalla scarsa coesione di un team alle resistenze al cambiamento, e altro ancora.

 

Luciano Martinoli

LucianoMartinoli, laureato in Scienze dell’Informazione ha ricoperto ruoli manageriali in importanti aziende IT internazionali: HP, Cap Gemini, SSA (oggi Infor). Si è poi occupato di start-up e apertura di filiali di aziende multinazionali in Italia: Arinso, Atlantic Sky. Successivamente ha ricoperto ruolo di vertice in Incubatori di Impresa del gruppo Moratti e partecipato a progetti di sviluppo aziendale. Dal 2009 in Crescendo mette a frutto queste esperienze organizzative e strategiche nell’ambito del framework scientifico-culturale messo a punto dall’azienda. Attualmente amministratore delegato presso B&M Consulting

l

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi