Soncino(Cr): Jona e Francesco Premoli con ” L’alieno e il suo cielo”

Dopo i fasti della trasferta a Strasburgo ritroviamo in quel di Soncino Aldo Gallina detto Jona in perfetta forma e sempre più motivato!

Questa volta gioca in casa coinvolgendo, anzi forse, rimanendo coinvolto dal suo fido e carissimo amico Francesco Premoli, valente fotografo.

da sx: Gabriele Gallina sindaco di Soncino, Jona, Giampaolo Santini, Francesco Premoli

La Storia: Soncino, uno dei borghi più belli d’Italia, si trova in provincia di Cremona, a poche decina di chilometri da Milano.
Fondato nel IV secolo dai Goti, i Longobardi ne fecero un feudo militare, distrutto da Carlo Magno nel 773, diventò successivamente proprietà del Comune di Cremona acquistato dai conti Gisalbertini di Bergamo.

Raso al suolo prima da Lotario II e poi dal Barbarossa nel 1186 e dai Milanesi nel 1193 assunse via via sempre più importanza strategica.    

Laura Magnani, presentatrice della mostra
ex filanda

Il titolo dell’evento “L’alieno e il suo cielo”, esposizione fotografica sviluppata sul tema tratto dal libro di Jona “Relitti di debole luce” una silloge poetica di grande significato. Prende spunto da un alieno che guarda il cielo a pois con tante lune, un progetto insieme di poesia e fotografia di notevole interesse

L’evento ha avuto luogo presso la Sala Mostre dell’ex Filanda, una perfetta e significativa ristrutturazione.

Presentata sapientemente da Laura Magnani, alla presenza dell’Assessore Regionale alla cultura Roberta Bosetti e del Sindaco di Soncino Gabriele Gallina, la mostra fotografica è stata spiegata dagli autori con una chiave di lettura diversa e personale in modo chiaro e significativo, ed ha avuto un seguito molto importante di visitatori.

Giampaolo Santini

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *