Categorie
News numero 6

Soccorso Rosa San Carlo, approdo sicuro per le vittime della violenza

“Un luogo sicuro, improntato all’accoglienza e alla riconoscenza, due aspetti fondamentali di una società civile che si muove e vuole guardare avanti”. Sono questi per il vice presidente della Regione Lombardia e assessore alla Salute, Mario Mantovani, i tratti caratterizzanti e i punti di forza del ‘Centro di ascolto e soccorso donna’ inaugurato presso l’ospedale San Carlo Borromeo.

ACCOGLIENZA E RICONOSCENZA – Accoglienza perché il centro si candida ad essere a pieno titolo il punto di riferimento per tutto il sud Milano e riconoscenza perché è dedicato alla memoria di un grande medico che aveva fatto proprio del sostegno alle donne lo scopo della sua professione. La struttura nasce infatti dalle esperienze maturate dalle Unità organizzative Soccorso rosa e Ascolto e Salute Donne Immigrate, volute entrambe dal professor Mauro Buscaglia (storico direttore dell’Unità di Ostetricia e Ginecologia) cui la struttura è stata dedicata. L’ospedale milanese, in questo modo, è riuscito ad integrare i due servizi pur mantenendo separate le singole competenze.

MIGLIORATA L’OFFERTA – Anche il vice presidente Mantovani ha sottolineato la lungimiranza di tale percorso di riunificazione che “permetterà di offrire molto di più sia sul versante della tutela della salute, che come messa a disposizione del bagaglio culturale e informativo del San Carlo”.

179 FEMMINICIDI NEL 2013 – In questo percorso di crescita dei servizi offerti, però, come ha fatto notare il vicepresidente, la nota stonata è senz’altro rappresentata dal numero “crescente di femminicidi e violenze domestiche”. L’assessore ha anche raccontato di come, visitando gli ospedali, siano continuamente in crescita le richieste di posti di psichiatria.
“Serve una riflessione generale – ha detto – che ci permetta di cogliere questi aspetti così da poterli affrontare secondo tutte le sfaccettature che di volta in volta assumono”. “Dai 157 femminicidi del 2012 si è saliti a 179 nel 2013 – ha proseguito Mantovani – e allora questo ci dice che è necessario estendere la rete a tutela delle vittime dei maltrattamenti. Serve un gioco di squadra perché ci sia davvero una crescita di ordine sociale su questo tema”.

STOP ALLE POLEMICHE – Mantovani ha anche auspicato che l’inaugurazione del Centro metta definitivamente la “parola fine” alle polemiche che nell’ultimo periodo hanno macchiato una giornata così importante paventando il rischio chiusura del Soccorso Rosa.

47 MILIONI PER RIQUALIFICAZIONE DEL SAN CARLO – Mantovani ha infine annunciato che a giorni verrà presentato il progetto di riqualificazione dell’ospedale “per il quale Regione Lombardia ha stanziato 47 milioni di euro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *