Blog

foto mauro massara

Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro: se ne parla sempre poco!

L’INFORMAZIONE/FORMAZIONE DEI LAVORATORI

Ai sensi del D. Lgs. 81/2008 su “La salute e la sicurezza dei lavoratori negli ambienti di lavoro” e dell’accordo vincolante della Conferenza Stato-Regioni del 21 Dicembre 2011, i Datori di lavoro hanno l’obbligo di garantire la formazione sulla sicurezza ai propri lavoratori (dipendenti, soci-lavoratori, apprendisti, oltre a: tirocinanti e lavoratori acquisiti con i voucher).

La formazione “obbligatoria” dei lavoratori è strutturata, innanzitutto, in due fasi: la formazione generale e la formazione specifica che, a seconda della tipologia del rischio aziendale (basso, medio o alto), prevede un numero di ore stabilite per legge e deve essere indirizzata a tutti i lavoratori.

Nel caso siano presenti in azienda anche le figure dei dirigenti/preposti (capo officina, capo cantiere o capo squadra, capo reparto, ecc.) la normativa prevede una formazione particolare aggiuntiva.

Sono rese obbligatorie sui luoghi di lavoro anche le presenze degli Addetti al Primo Soccorso e degli Addetti alle Emergenze (per rischio incendio basso, medio o alto), la qual cosa comporta anch’essa una formazione normata.

Sulla base dell’accordo sopra citato viene, inoltre, fatto obbligo di formare un dipendente/socio lavoratore quale Rappresentante dei Lavoratori (RLS) ovvero di nominarne uno per il tramite di un organismo paritetico territoriale.

A seconda della tipologia delle attività, l’accordo sopra citato prevede, infine, che i lavoratori debbano seguire, ove del caso, corsi specialistici (per: lavori in quota e uso dei Dispositivi di Protezione Individuale di III° Categoria (come le imbracature), lavori in spazi confinati, lavori con carrelli elevatori, lavori su strada con cantieri fissi o in movimento, ecc.).

Medical Impresa Service S.r.l. è disponibile, per il tramite dei suoi Esperti, a fornire in forma gratuita ad ogni Datore di lavoro interessato le informazioni relative ai corsi obbligatori cui fare partecipare il proprio personale (ed eventualmente se stessi).

L’erogazione del servizio di formazione da parte di Medical Impresa Service S.r.l.

L’attività formativa viene effettuata da personale adeguatamente preparato e dotato di esperienza specifica nelle attività di formazione professionale; tra gli argomenti costanti delle sessioni formative sono previste l’analisi dei Fattori di rischio e le regole da seguire per garantire un uso sicuro di attrezzature/impianti elettrici, ecc.

A tutti i partecipanti ai corsi verranno rilasciati attestati validi ai sensi di legge.

Nel seguito è riportato lo schema generale sui destinatari “obbligati” dell’informazione/formazione:

                      

SOGGETTI DESTINATARI DI INFORMAZIONE/FORMAZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI
Lavoratori con contratto di lavoro subordinato (anche speciale)
Lavoratori con contratto di formazione
Apprendisti
Lavoratori “in trasferta”
Lavoratori con incarichi particolari [Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)]
Lavoratori con contratto a tempo determinato (anche stagionali,

quando indispensabili per la realizzazione del ciclo produttivo

Lavoratori autonomi e titolari d’impresa che svolgano la loro opera in ambito “aziendale”

[per i rischi specifici dei luoghi di lavoro dove si troveranno ad operare (D. Lgs. 195/06 e s.m.i.)]

 

IL SISTEMA SANZIONATORIO

Ai sensi del D. Lgs. 81/2008 su “La salute e la sicurezza dei lavoratori negli ambienti di lavoro”, la mancanza della formazione comportava la sanzione dell’arresto da due a quattro mesi o l’ammenda da 1.315,20 a 5.699,20 euro.

Con il recente decreto “semplificazioni” (D.Lgs. 14 Settembre 2015, n. 151) il governo ha inasprito le sanzioni sulla mancata formazione:

  • Se la violazione si riferisce a più di cinque lavoratori, gli importi dell’ammenda sono raddoppiati, mentre se si riferisce a più di dieci lavoratori gli importi della sanzione sono addirittura triplicati (la sanzione dell’arresto rimane invece invariata).

 


Attività di formazione ai sensi del D. Lgs. 81/2008

Descrizione dell’attività formativa Durata della sessione formativa Validità dell’attestato
Formazione generale 4 ore Nessuna scadenza
Formazione specifica (rischio basso) 4 ore 5 anni
Formazione specifica (rischio medio) 8 ore 5 anni
Formazione specifica (rischio alto) 12 ore 5 anni
Addetto al Primo Soccorso (PS) 12 ore 3 anni
Aggiornamento Addetto al PS 6 ore 3 anni
Addetto alle Emergenze (rischio incendio basso – RIB) 4 ore  3 anni
Aggiornamento Addetto alle Emergenze RIB 2 ore 3 anni
Addetto alle Emergenze (rischio incendio medio – RIM) 8 ore 3 anni
Aggiornamento Addetto alle Emergenze RIM 6 ore 3 anni
Preposto 8 ore 3 anni
Aggiornamento Preposto 6 ore 3 anni
Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza – RLS 32 ore 3 anni
Aggiornamento RLS 12 ore 3 anni
Lavori in quota (PLE) 12 ore ===
Corsi segnaletica stradale (cantieri fissi/in movimento) 8 ore (Operatori) ===
Corsi segnaletica stradale (cantieri fissi/in movimento) 12 ore (Preposti) ===
Carrelli elevatori (industriali semoventi) 12 ore ===
Carrelli elevatori (semoventi-braccio telescopico) 12 ore ===
Carrelli elevatori (semoventi-braccio telescopico rotativi) 12 ore ===
Carrelli elevatori (tutte le tipologie di carrelli) 16 ore ===

 

Sistema sanzionatorio

Il D.lgs. 81/08 Testo Unico sulla Sicurezza sul lavoro prevede una serie di sanzioni nel caso in cui il datore di lavoro non rispetti le indicazioni fornite dalla normativa stessa su: medicina del lavoro e salvaguardia della sicurezza sul lavoro.

Sanzioni riguardanti la medicina del lavoro:

In caso di inadempienza:

  • Nomina del medico competente [Art.18, comma 1 a) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro
  • Obbligo di inviare i lavoratori alla visita medica [Art.18, comma 1 g) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Ammenda da 2.000 a 4.000 euro
  • Obbligo di informare il Medico Competente delle cessazioni dei rapporti di lavoro [Art. 18, comma 1 g)-bis Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 1.800 euro
  • Obbligo di vigilare affinché i lavoratori con obbligo di sorveglianza sanitaria non siano assegnati alla mansione specifica senza aver ricevuto il certificato d’idoneità dal Medico Competente [Art. 18, comma 1 bb) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 a 4.500 euro
  • Obbligo di sottoporre i lavoratori che si occupano di movimentazione manuale dei carichi (MMC) alla sorveglianza sanitaria [Art.168, comma 2 d) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro

Sanzioni riguardanti la sicurezza sul lavoro:

In caso di inadempienza:

  • Nominare un RSPP [Art. 17 comma 1 b) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro
  • Valutare tutti i rischi presenti in azienda ed elaborare il DVR [Art. 17 comma 1 a) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro
  • Effettuare la valutazione dei rischi in collaborazione con l’RSPP e con il Medico Competente (Art. 29 comma 1 Dlgs 81/08 e s.m. e i.): Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro
  • Consultare l’RLS prima di effettuare la valutazione dei rischi e stendere il DVR (Art. 29 comma 2 Dlgs 81/08 e s.m. e i.): Ammenda da 2.000 a 4.000 euro
  • Rielaborare il DVR in caso di modifiche, significative dal punto di vista della sicurezza, del processo produttivo e dell’organizzazione del lavoro [Art. 18, comma 1 z) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro
  • Obbligo di provvedere affinché i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi di sicurezza siano conformi alla legge (Art. 64, comma 1 Dlgs 81/08 e s.m. e i.): Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.000 a 4.800 euro.
  • Indire almeno una volta l’anno la Riunione Periodica Annuale, per aziende con più di 15 lavoratori [Art. 18, comma 1, v) e art. 35 comma 1, Dlgs 81/08 e s. m. e i.]: Ammenda da 2.000 a 4.000 euro
  • In caso di appalto di lavori all’interno della propria azienda, controllare l’azienda appaltatrice acquisen-done la documentazione necessaria [Art. 26, comma 1 a) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.000 a 4.800 euro
  • In caso di appalto di lavori all’interno della propria azienda fornire all’appaltatore le informazioni neces-sarie sui rischi esistenti [Art. 26, comma 1 b) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 750 a 4.000 euro
  • Obbligo dei datori di lavoro committenti e appaltatori (o subappaltatori) di cooperare e coordinare gli interventi di prevenzione e protezione in relazione ai rischi presenti nella azienda in cui si effettuano i lavori in appalto [Art. 26, comma 2 a) e b) Dlgs 81/08 e s.m. e i.]: Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro
  • Redazione da parte del committente, in caso di appalto, del Documento Unico per la Valutazione dei Rischi da Interferenze (DUVRI), da allegare al contratto di appalto (Art. 26, comma 3 Dlgs 81/08 e s.m. e i.): Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro

 

Mauro M. Massara

 

Mauro M. Massara, nato a Novara, laureatosi nel 1972 presso l’Istituto Politecnico di Torino in ingegneria elettronica, ha operato per oltre un ventennio nel Gruppo Montedison, svolgendo la propria funzione di dirigente nell’ambito dell’organizzazione e dei sistemi informativi. Lasciata l’azienda, ha iniziato un percorso quale consulente di direzione e autore di numerose pubblicazioni. Attualmente riveste il ruolo di Presidente di Medical Impresa Service Srl, società di consulenza con sede a Varano Borghi (VA), che offre un’ampia gamma di prestazioni intellettuali e servizi (in particolare nell’ambito delle Certificazioni ISO, della sicurezza aziendale, della privacy e della formazione dei lavoratori) su tutto il territorio nazionale.

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi