Rischi, infortuni e sicurezza consapevole, il BBS, la sicurezza basata sul comportamento

Ancora oggi, mentre scrivo, i giornali riportano la solita litania di incidenti mortali o quasi accaduti sul lavoro.

Ancora una volta la causa è il comportamento umano: in una fossa biologica scende un operaio senza attrezzature adeguate e subito sviene, altrettanto fa un secondo e perde conoscenza, così altri due si lanciano in soccorso e solo questi ultimi, recuperati, risultano intossicati, ma non in pericolo di vita, i primi due sono gravissimi.foto cerchio

Le normative sulla Sicurezza sono chiare, i dispositivi obbligatori altrettanto, perché si rischia la vita in questo modo?

Sembrerà strano la causa ultima è la “cultura”. Non sono le norme, i DPI, le protezioni alle macchine che assicurano una vera sicurezza (anche se è certo che aiutano e che in generale hanno ridotto il numero degli infortuni e delle vittime), piuttosto è la scelta consapevole di ogni individuo e della “squadra” aziendale (in primis Direzione, Capi, Preposti), di porre come valore fondamentale la salvaguardia della vita umana. Del resto è così che recita la legge: la responsabilità spetta, insieme, a datore di lavoro e lavoratori, insieme, appunto.

Troppo spesso si pensa che la Prevenzione Infortuni sia solo una burocrazia di carte e corsi, di adempimenti utili per un’eventuale ispezione, “per essere a posto”. Ma non è lì il problema.

La soluzione sta nel coinvolgimento e nella partecipazione dei lavoratori, che per primi si devono fare carico della loro stessa sicurezza e vivere la loro realtà operativa consapevoli dei pericoli che esistono sul lavoro e quindi dei rischi che si corrono se si è distratti, troppo confidenti, superficiali, impreparati, o se si assumono comportamenti insicuri. foto impalcatura

Certo conta anche l’ambiente, la sensibilità, il potere organizzativo, la pressione alla produttività, ma se c’è cultura della Sicurezza, si può conciliare benissimo l’efficienza con la Prevenzione.

Un approccio che in questi anni sta riscuotendo un particolare successo, essendo ispirato a “zero infortuni”, è la BBS (Behavior Based Safety) la Sicurezza basata sul comportamento.

Dove è stata applicata si sono ottenuti grandi risultati, perché invece di essere Top Down, la Prevenzione diventa Bottom up. Sono gli stessi operai che vigilano sul rispetto delle norme e sull’adozione dei DPI, che suggeriscono interventi migliorativi, che sensibilizzano i colleghi e che fanno squadra attorno alla Sicurezza consapevole.

In un’Azienda così ispirata gli operai sono arrivati a scrivere un libro sulla materia e sono stati premiati dal sindaco del Paese per la loro opera di divulgazione.

Il processo della BBS è molto semplice ed è costituito da una sensibilizzazione di base (Percezione del Rischio) per prendere coscienza di come si cade negli errori e come si può evitarli, e da un sistema operativo guidato da un gruppo di progetto e messo in atto dagli operai che da controllati diventano in un certo senso controllori e quindi responsabilizzati sulla Sicurezza reale nel pieno rispetto della produttività.

Così si rispetta il dettato della legge: insieme, insieme si garantisce la salvaguardia della vita umana. Basta morti, basta infortuni sul lavoro.

Giorgio Cozzi

Giorgio Cozzi, Sociologo e Psicologo
– CEO di ISO Interventi Socio Organizzativi Srl
– Partner Italiano di Extended Disc (Piattaforma evoluta di Analisi dei Comportamenti

– ex Presidente di ASSORES (Associazione fra Società di Selezione)– Membro attivo di CRESCITA (Associazione fra ocietà di Ricerca e Selezione del Personale
– Autore di Turbomanagement – Sperlimg & Kupfer (con Bucci e Sprega)
– Autore di Turbomanagement 2 – Franco Angeli Editore
– Autore di Cambia, Adesso! – Seneca Editore (con Gianluigi Olivari)
– Autore di Le parole segrete della vendita – Seneca Editore (con Gianluigi Olivari)
– Trainer e Coach
– Esperto di BBS (Behavior Based Safety)
– Ha lavorato in Azienda presso Banca Popolare di Novara – Cotonificio Cantoni – Plasmon
– Ha lavorato vent’anni in un Gruppo Internazionale di Training (Tack International)
– Ha partecipato a Convegni Internazionali e Nazionali sul mondo del lavoro
(Presidente di AISM, Associazione Italiana Scientifica di Metapsichica, autore di libri sulla Parapsicologia).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *