Blog

logo regione

Regione Lombardia, “Operazione Minibond” per le imprese

Imprese, parte ‘Operazione Minibond’

“Con uno stanziamento di 2,5 milioni di euro a copertura dei costi di emissione, vogliamo attivare un canale alternativo a quello bancario per il finanziamento delle imprese (11.000 quelle potenzialmente coinvolte). Questo è il senso di una operazione importante, che parte grazie al sostegno di Finlombarda, che è una eccellenza nel sostegno finanziario alle iniziative della Giunta”. E’ quanto ha detto il presidente della Regione Lombardia, presentando, in conferenza stampa, l”Operazione Minibond’.

ASSESSORE ATTIVITÀ PRODUTTIVE:VOUCHER PER IMPRESE – “Con questo atto – ha spiegato l’assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione – vogliamo essere sempre più vicini alle imprese, in particolare sul capitolo dell’accesso al credito per le medie e grandi aziende. Vogliamo farlo creando un ambiente favorevole, mettendo in campo azioni di sistema innovative e integrate, che rispondano concretamente ai bisogni delle imprese e adottando strumenti finanziari adeguati. Con il progetto Minibond diamo attuazione a quanto previsto dall’articolo 2 comma 1 lett. C della legge 11 ‘Impresa Lombardia’”. “Regione Lombardia – ha proseguito l’assessore – con il supporto di Finlombarda, sviluppa questa iniziativa volta a individuare le imprese lombarde che hanno la potenzialità per emettere obbligazioni, assistendole sia nella strutturazione delle operazioni di emissione, sia nell’acquisto di quote di obbligazioni. A favore delle imprese emittenti, ci sarà appunto la concessione di un voucher per coprire i costi di emissioni, mettendo a disposizione 2,5 milioni. Saremo parte attiva con azioni precise a supporto delle imprese”.foto grafico

ASSESSORE ECONOMIA: PARTE MERCATO INNOVATIVO – “E’ una misura davvero importante – ha aggiunto l’assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione -, perché con questi 2,5 milioni si muove un mercato innovativo, di cui tanti parlano, ma che non è ancora partito. Facilitiamo l’accesso delle aziende medie, ma non così grandi, a questo strumento, scendendo anche sotto il taglio minimo dei 5 milioni. Aumentiamo il numero delle emissioni, la liquidità e la garanzia di questo mercato, perché l’intenzione è poi quella di acquisire quote importanti di queste emissioni pari al 20-30 per cento. Se Regione Lombardia partecipa con un quota importante tramite Finlombarda, vuol dire che ci crede e così ci possono credere anche gli investitori”. “In questo modo – ha proseguito l’assessore – noi pensiamo che questo mercato dei minibond finalmente possa partire, dando una mano a un sistema che, per le regole assurde di ‘Basilea 3’, vedrà nei prossimi anni una riduzione del credito pari a 100-150 miliardi di euro. Con questo sistema alternativo diamo una mano alle aziende per reperire fondi sul mercato. Inoltre, spesso l’emissione di minibond è anticamera alla quotazione in Borsa. Le imprese potenziali per questo tipo di intervento sono per oltre il 30 per cento in Lombardia e, di queste, 2 su 3 hanno un merito di credito positivo”.

ASSESSORE COMMERCIO: AIUTO PER INVESTIMENTI – “In un contesto come quello attuale, con le banche sempre meno disponibili nei confronti delle imprese – ha commentato l’assessore al Commercio, Turismo e Terziario – il provvedimento licenziato oggi, che consente l’accesso diretto al credito, riveste una grande rilevanza anche per le imprese che operano nel settore turistico e commerciale. Si tratta di un aiuto che siamo certi costituirà una leva importante per nuovi investimenti e per la crescita di un mercato ancora tutto da scoprire”.

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi