Questione morale: anzitutto..l’onestà!

Ho sotto gli occhi una classifica pubblicata a fine anno. I personaggi pubblici, finiti nelle mani della giustizia sono stati 1152. Quindi le persone che ci amministrano incorse in vari reati, sono state più di tre al giorno !

Recentemente Milano e Roma ci hanno riportato in primo piano la cosiddetta “questione morale ” coinvolgendoci in varie reazioni: collera, sconforto, sfiducia. Per tutti vorrei proporre questa lettera scritta ad un figlio sleale; chissà se i nostri politici l’hanno a suo tempo letta ?

” …. Mio caro, l’ onestà è il pilastro su cui si reggerà tutta la tua vita e mi sembrava che tu avessi capito le mie indicazioni. Invece ho scoperto che ti pare facile fare il furbo. Ti assicuro che non lo è, Se non mi sono spiegato bene, riparliamone.

Se preferisci, posso farti conversare con qualcuno che ti ispiri più fiducia: un’assistente sociale, un prete, un papà di nostra conoscenza.

Fammi tu delle proposte. Non farti prendere dalla paura.

L’importante è ragionare, accorgersi quando si sbaglia e fermarsi in tempo. Tutti abbiamo commesso degli errori, ma è necessario riconoscerli, non farne più e farci su magari una bella risata. Maturare è difficile ma dobbiamo tutti diventare adulti e sapersi correggere è il primo segno di maturità: duro, ma necessario.

So che accontentarsi di poco, oggi, non è semplice. Ma ricorda che soffrirai molto di più se tenterai di farti valere approfittando della debolezza, del dolore e della sofferenza altrui. Tu lo sapresti benissimo se conducessi una vita normale, ascoltando i discorsi che si fanno in famiglia, discutendo, contestando o approvando quel che si dice. Ma finché  vivrai una vita così irreale, sprofondato in poltrona a vedere filmetti in tv disgustosamente idioti, non riuscirai a sapere come si vive.

Perché si vive e si lotta anche con pochi mezzi.

Vivere è spesso e per tutti, abbastanza difficile, ma è indispensabile sapere per che cosa vale la pena farlo. E questo motivo lo puoi trovare solo se lo cerchi: se leggi, se studi, se domandi, se pensi, se preghi, se piangi, se ti danni, se ridi, se giochi, se ami. Se insomma fai qualcosa di vero.

La soluzione non te la fornirà certo un filmetto americano trasmesso alla televisione.

Come genitore ho il dovere, lo scocciantissimo dovere, di aiutarti dicendoti queste cose spiacevoli.

Ricordo benissimo che anch’io mi scocciavo nel sentire i “consigli” noiosi dei miei genitori. Ma è una ruota che gira: ai miei stava a cuore la mia vita; a me sta a cuore la tua, e tu un giorno avrai a cuore quella dei tuoi figli. E per aiutarli, con una pena addosso pesante come un macigno, ti arrabatterai per trovare le parole giuste, quelle che ti aiuteranno a crescere, a maturare. Io ho talmente paura di non riuscirci che prego Dio perché mi metta in bocca quelle giuste: parole d’amore o parole sferzanti. Non importa ! Purché servano a farmi comprendere definitivamente.

I principi morali, l’onestà sono ancora valori fondamentali, nonostante la moda corrente. Ed è nell’onestà e nell’altruismo che troverai il vero valore della vita. Non pretendo che tu capisca subito, ma comincia a pensarci.

Sappi che questo che ti sembra un’idiota predicozzo è una lettera d’amore. Perché per un genitore non è assolutamente possibile essere così arrabbiato da non amare più i propri figli, anche quando avrebbe voglia di picchiarli o di morire di disperazione per loro.

Non dimenticarlo!

Franco Mauroner

Franco Mauroner, funzionario  responsabile della comunicazione istituzionale e trasparenza del Comune di Trezzano Sul Naviglio. E’ stato dal 2007 al maggio 2012 segretario particolare del Sindaco di Abbiategrasso e per il Comune  di Trezzano Sul Naviglio in oltre un trentennio ha ricoperto le funzioni di funzionario dell’area sociale, dell’area culturale e dell’area informatica. Ha collaborato con Ancitel, servizio privacy on line, il gruppo creato per facilitare la collaborazione tra Garante Privacy, Anci, Ancitel, Upi, Uncem; inoltre è stato consulente per Anci risponde ed Anciform, Legautonomie, Consorzio dei comuni della Provincia di Bolzano, Associazione dei Comuni del Lodigiano, DTC PAL del Canavese, Consiel Enti Locali. Svolge attività di docenza e consulenza nella Pubblica Amministrazione in materia di applicazione della legge sulla trasparenza, del codice privacy, di diritto all’accesso, di comunicazione istituzionale.

Ha pubblicato alcuni volumi e numerose pratiche per la pubblica amministrazione e ad oggi pubblica articoli e saggi su varie testate (Comuni in rete, Pa-Web, Il Sole 24 ore, Strategie Amministrative, Italia Oggi, Ascolodi, Ordine e Libertà).

Attestazione professionale di “comunicatore pubblico”, cioè responsabile della comunicazione istituzionale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *