Powervolley Milano, asfaltata Molfetta, trema Modena! Siamo sulla strada giusta!

Revivre Milano super al PalaYamamay. Battuta Molfetta 3-1. Assenze per entrambe le squadre (Sabbi e Skrimov)foto-milano-molfetta-3

Revivre MILANO – Exprivia MOLFETTA 3-1 (22-25, 25-17, 25-21, 25-19)
Revivre MILANO:
Cortina (L), Hoag 12, Galaverna n.e., Sbertoli 3, Tondo 10, Skrimov n.e., Nielsen n.e., Rudi (L) n.e., De Togni, Galassi 9, Bonfinfante 1, Starovic 20, Marretta 14. All. Monti
Exprivia MOLFETTA:
Polo 7, Vitelli 2, Partenio 1, Jimenez 1, Del Vecchio n.e., Joao Rafael 20, Ponte Veloso 1, Olteanu 13, Sabbi, De Pandis (L), Porcelli (L) n.e., Hendriks 6, De Gennaro n.e. Leite Costa 6. All. Di Pinto
NOTE: REVIVRE MILANO: 11 muri, 5 ace, 21 errori in battuta, 59% in attacco, 54% (25% perfette) in ricezione. Exprivia MOLFETTA: 8 muri, 4 ace, 16 errori in battuta, 44% in attacco, 56% (23% perfette) in ricezione. Durata Set: 26’, 21’, 32’, 23’. Arbitri: Bartolini-Santi
Il girone di ritorno per Revivre Milano ed Exprivia Molfetta inizia come come quello di andata. La formazione meneghina si aggiudica l’intera posta in palio battendo i pugliesi con un parziale di 3-1. Una gara condizionata dalle assenze in entrambe le squadre: l’Exprivia ha dovuto fare a meno da metà secondo set di Giulio Sabbi per un problema alla caviglia sinistra (0 punti per lui) mentre la Revivre Milano non ha potuto utilizzare Todor Skrimov alle prese con un problema agli addominali. Ad approfittare delle assenze è stata una grandissima Revivre che dopo aver accusato una partenza sprint dei pugliesi, risponde nei successivi tre con una prova di squadra eccellente con ben 4 giocatori in doppia cifra (Starovic 20, Marretta 14, Hoag 12 e Tondo 10). Note di merito anche per il duo centrale Galassi-Tondo, efficaci in attacco (70% il primo, 71% il secondo) e attenti a muro (5 muri in due), per Sbertoli ordinato in regia e Cortina, strepitoso in ricezione (67% di positiva, 33% di perfetta).

foto-milano-molfetta-2
Starovic è stato eletto MVP di giornata ma il premio andrebbe condiviso anche con Federico Marretta, eccezionale in tutta la gara e vera mina vagante del match.
Milano, con i tre punti conquistati, abbandona l’ultima piazza salendo di una posizione e raggiunge a quota 12 punti proprio Molfetta e Sora che, a differenza dei meneghini, hanno una vittoria in più.

MVP: Sasha Starovic (Revivre Milano)

Sasha Starovic (Revivre Milano): “Una partita importantissima per noi. Sappiamo tutti che siamo in un momento complicato per via ancora di tanti infortuni che abbiamo e per le poche sicurezze nel nostro gioco. Siamo partiti contratti nel primo parziale, ma poi siamo riusciti a sbloccarci vincendo in fila i successivi tre e portare a casa una vittoria meritata. Complimenti a tutta la squadra, soprattutto a Marretta che ha giocato molto bene. Abbiamo comunque lottato come una squadra, approfittando della loro assenza di Sabbi nonostante noi non abbiamo potuto contare su Skrimov”.

foto-milano-molfetta-1
Pier Paolo Partenio (Exprivia Molfetta). “Brava Milano che ha approfittato della nostra situazione di difficoltà. Siamo un po’ sfortunati perché gli infortuni ci stanno limitando. Dobbiamo cercare di uscire al più presto da questa situazione, recuperando chi non è disponibile e lavorare tanto in palestra. Deve essere per noi un girone di ritorno diverso il nostro. In settimana incontreremo Piacenza in Coppa Italia, punteremo a fare il massimo sperando che Sabbi possa essere dei nostri”.

IL MATCH.

SESTETTI:

Revivre Milano: Sbertoli-Starovic, De Togni-Galassi, Hoag-Marretta, Cortina (L)
Exprivia Molfetta: Thiago-Sabbi, Polo-Vitelli, Joao Rafael-Olteanu, De Pandis (L).

 

1° SET. Thiago e poi Joao Rafael al servizio regalano il primo allungo a Molfetta, con Monti che opta per il time out (6-9). Continua a pungere il servizio dei pugliesi con Polo che blocca Starovic su palla scontata (8-13). L’ace di Tondo accorcia il divario e coach Gulinelli si rifugia nel time out (14-17). Altri due punti recuperati da Milano con la pressione in battuta di Hoag che costringe Sabbi a due errori consecutivi in attacco (18-19, tempo Gulinelli). Calo in ricezione di Milano che permette a Molfetta di allungare nuovamente (19-22, tempi Monti). Out di Starovic, (19-23) e Molfetta si invola verso il 22-25 finale. Particolare: 0 punti per bomber Sabbi nel set.

Statistiche 1° Set:
Best scorer:
MILANO: Tondo 4, Starovic 4. MOLFETTA: Joao Rafael 9, Polo 4, Olteanu 4.
Muri: MILANO: 1 (Tondo 1). MOLFETTA: 2 (Polo 2).
Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/4. MOLFETTA: 1/5.
Attacco: MILANO: 58%. MOLFETTA: 61%. Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 58%(42%). MOLFETTA: 63%(21%).

2° SET: L’inizio del parziale questa volta è di marca Revivre che sfrutta l’errore di Sabbi e difende alla grande con Sbertoli per il contrattacco vincente di Marretta (8-4, tempo Gulinelli). Molfetta sente la mancanza del proprio opposto Sabbi non al top della forma per un problema alla caviglia (0 punti fino a questo momento) che viene sostituito da Hendriks (15-10) e Polo manda out die primi tempi per il +6 Revivre. (16-10). Milano gestisce ottimamente il cambio palla e chiude 25-17 dopo due errori molfettesi.
Statistiche 2° Set:
Best scorer:
MILANO: Starovic 6, Marretta 4. MOLFETTA: Joao Rafael 5, Olteanu 3.
Muri: MILANO: 1 (Marretta 1). MOLFETTA: 1 (Joao Fafael 2).
Battute (Ace/Errori): MILANO: 0/8. MOLFETTA: 0/4.
Attacco: MILANO: 79%. MOLFETTA: 42%. Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 43%(21%). MOLFETTA: 75%(31%).

3° SET. Gulinelli conferma Henriks per Sabbi (in panchina con ghiaccio sulla caviglia sinistra) e il nuovo arrivato Leite Costa per Vitelli. Ancora Milano aggressiva, con la battuta che inizia da fare breccia nella ricezione molfettese (ace Hoag per il 6-3, tempo Molfetta). Secondo muro nel set di Sbertoli, e coach Gulinelli sceglie Partenio al palleggio per Thiago (8-3). Olteanu riporta subito sotto i suoi con un doppio ace (8-6). Polo firma il -1 a muro (9-8) ma Milano con un grande Starovic si prende ancora un leggero vantaggio (13-10). Monti evita il pareggio azzeccando una chiamata al video check che inverte la decisione arbitrale (16-15) e propizia l’allungo con due palle out consecutive di Joao Rafael (18-15). Finale concitante: Hendriks mette a terra l’ace del -1 (21-20), lunga azione con Hendriks che commette fallo per il 23-21 Milano. Monti inserisce Boninfante al servizio: ace per il palleggiatore (24-21) e gran difesa subito dopo con Marretta che di furbizia chiude 25-21.

Statistiche 3° Set:
Best scorer:
MILANO: Starovic 5, Hoag 5. MOLFETTA: Olteanu 6, Leita Costa 3, Rafael 3.
Muri: MILANO: 5 (Sbertoli 2). MOLFETTA: 1 (Polo 1).
Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/3. MOLFETTA: 3/4.
Attacco: MILANO: 41%. MOLFETTA: 34%. Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 53%(0%). MOLFETTA: 55%(32%).

4° SET. Due murate subite da Starovic in apertura (1-3), ma l’opposto mancino risponde a muro poco dopo per il sorpasso (8-7). Rafael non passa più da posto 4 e Gulinelli inserisce Jimenez al suo posto (11-9). Tondo ferma Hendriks per il +3 Revivre (16-13), Marretta intercetta la palla di Jimenez e propizia l’attacco di Hoag (20-16, torna Joao Rafael). Ace di Tondo (21-16), ancora Marretta in difesa e Galassi a muro (23-17). Chiude uno strepitoso Marretta (25-19).

Statistiche 4° Set:
Best scorer:
MILANO: Starovic 5, Marretta 5. MOLFETTA: Joao Rafael 3, Hendriks 3, Leita Costa 3.
Muri: MILANO: 4. MOLFETTA: 4 .
Battute (Ace/Errori): MILANO: 1/6. MOLFETTA: 0/3.
Attacco: MILANO: 64%. MOLFETTA: 36%. Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 59%(35%). MOLFETTA: 33%(6%).

————————–

2a Giornata di Ritorno SuperLega UnipolSai
Revivre ad un passo dall’impresa. Un punto guadagnato contro l’Azimut Modena.
Luca Monti: “Sopra 0-2 spiace perdere, ma è un punto conquistato contro una top del Campionato”

foto-modena-milano-1Azimut MODENA – Revivre MILANO 3-2 (23-25, 21-25, 25-15, 25-20, 15-11)
Azimut MODENA:
Cook n.e., Pinali n.e., Petric 15, Orduna 2, Massari n.e., Rossini (L), Ngapeth S. n.e., Ngapeth E. 24, Le Roux 4, Piano 3, Holt 9, Zanni n.e., Onwuelo, Salsi, Vettori 22. All. Piazza
Revivre MILANO: Cortina (L), Hoag 16, Galaverna n.e., Sbertoli 6, Tondo 3, Skrimov 9, Nielsen 1, Rudi (L) n.e., De Togni 7, Galassi 7, Bonfinfante, Starovic 17, Marretta 1. All. Monti
NOTE: Azimut MODENA: 7 muri, 13 ace, 20 errori in battuta, 60% in attacco, 48% (21% perfette) in ricezione. REVIVRE MILANO: 6 muri, 6 ace, 25 errori in battuta, 52% in attacco, 36% (16% perfette) in ricezione. Arbitri: Vagni-Lot.

Le Revivre Milano va vicinissima all’impresa al PalaPanini di Modena ma esce comunque con un punto prezioso dal tempio del Volley. La squadra di Luca Monti si è presentata finalmente al completo al match della seconda giornata di ritorno e i risultati si vedono: contro i Campioni d’Italia dell’Azimut Modena i meneghini riescono a portarsi in vantaggio per 2 set a 0 costringendo i canarini ad un recupero, alla fine concretizzato, ma tutt’altro che semplice.

foto-modena-milano-2Per la Revivre si tratta di un punto sicuramente guadagnato contro un top team della SuperLega, e soprattutto lascia ottimi segnali all’ambiente milanese dopo aver visto scendere in campo la squadra senza nessuna defezione. Forse manca ancora un po’ di condizione fisica dovuta ai numerosi infortuni subiti in questi mesi, ma la Revivre ha dimostrato di avere carattere e di voler dimostrare di essere una squadra tignosa in questo girone di ritorno.
Guardando ai numeri, il miglior marcatore in casa Revivre è stato Sasha Starovic con 17 punti, seguito dai 16 di Nicholas Hoag. Bene De Togni e Galassi (7 punti a testa) e la regia di Sbertoli (6 punti), mentre si ferma a 9 punti Hoag ed in seconda linea bella prova di Cortina.

Unico neo della serata forse ancora le troppe battute sbagliate (25), ma contro Modena bisognava osare e questo ha portato in dote un punto prezioso. In casa Modena, Ngapeth, dopo un inizio non facile, è salito in cattedra prendendosi il premio di MVP (24 punti totali), mentre una costante sono Vettori (22) e Petric (16).
La Revivre ora guarda avanti con fiducia e si prepara per il Derby di Santo Stefano contro il Gi Gropu Monza, programmato appunto per il 26 di dicembre 2016 (ore 18.30). Biglietti in prevendita su www.vivaticket.it.

Luca Monti (Revivre Milano): “Quasi mi dispiace di non essere riusciti a portare a casa qualcosa in più. Due set ottimi, forse loro ci hanno preso sotto gamba, nonostante la formazione titolare schierata da Piazza. Mi è dispiaciuto perché siamo partiti bene, sorprendendo i nostri avversari e portarci in vantaggio di due set. Poi Modena è cresciuta e noi calati sia fisicamente sia col servizio, ma rimane comunque una bella gara la nostra. Abbiamo mosso la classifica e questo è importantissimo. Non siamo ultimi e in classifica siamo tutti appiccicati. Dobbiamo ripartire dai primi due set di oggi e mantenere il livello anche nelle prossime gare. Dovremo allenarci meglio, chiedere a tutti di alzare l’asticella durante alla settimana per portare nella testa e nelle gambe la consapevolezza di avere un livello di gioco di alto livello che non duri solamente due set”.

foto-modena-milano-3
IL MATCH:

STARTING SEVEN:
AZIMUT MODENA:
Orduna-Vettori, Le Roux-Holt, Petric-Ngapeth, Rossini (L). .
REVIVRE MILANO: Sbertoli-Starovic, Tondo-Galassi, Hoag-Skrimov, Cortina (L)

1° SET. Doppio ace di Hoag e la Revivre prende un piccolo vantaggio (6-8). L’errore di Ngapeth dopo il muro di Tondo costringe Piazza al time out (7-10) mentre è vincente il block di Galassi su Ngapeth per il +4 Milano (8-12). Le Roux a muro ferma Tondo a muro, con Modena che rosicchia un punto (15-17). Qualche errore dai nove metri non consente Milano di scappare, mentre Vettori in battuta trova due ace per il pareggio (21-21, tempo Monti). Petric contrattacca la la Pipe del sorpasso (23-22). “Hoag time”: attacco vincente ed ace per il 23-24 (tempo Piazza). Altra gran battuta del canadese che mette in difficoltà la ricezione di Ngapeth costringendo poi Vettori all’errore (23-25).
Statistiche 1° Set:
Best scorer:
MODENA: Vettori 6, Petric 3, Le Roux 3. MILANO: Hoag 6, Starovic 3.
Muri: MODENA: 2 (Le Roux 2). MILANO: 1 (Galassi 1).
Battute (Ace/Errori): MODENA 2/7. MILANO: 3/7.
Attacco: MODENA: 50%. MILANO: 60%. Ricezione (Positiva(Perfetta)). MODENA: 39%(22%). MILANO: 44%(12%).

2° SET. Due tentativi di fuga per la Revivre: il primo (1-3) recuperato dai padroni di casa con Ngapeth (5-5); il secondo più deciso con Hoag sempre protagonista in battuta e Tondo in contrattacco (6-9, tempo Modena). Ace di Sbertoli che mantiene il +3 (12-15), out di Piano (entrato per Le Roux) che manda Milano sul +4 (12-16). De Togni (anche lui entrato da poco per Tondo) ferma Ngapeth per il +5 (12-17). Modena però non molla e rientra punto su punto (muro di Vettori su Skrimov e 16-18, tempo Monti). Ace di Ngapeth che vale il -1 (17-18). Galassi ferma Petric e torna sul +3 (18-21), Starovic martella dai nove metri costringendo al fallo Orduna (18-22). Sbertoli regala quattro palle set ai suoi, Hoag chiude alla seconda (21-25)
Statistiche 2° Set:
Best scorer:
MODENA: Ngapeth 7, Vettori 5. MILANO: Skrimov 6, Sbertoli 4.
Muri: MODENA: 1. MILANO: 2.
Battute (Ace/Errori): MODENA 2/4. MILANO: 1/5.
Attacco: MODENA: 54%. MILANO: 57%. Ricezione (Positiva(Perfetta)). MODENA: 37%(11%). MILANO: 50%(39%).

3° SET. Modena parte decisamente più concentrata con l’ace di Petric e il muro di Orduna su Hoag che spediscono i canarini sul +4 (9-5, tempo Monti). Dentro Marretta per Skrimov con Milano che non riesce comunque a reagire (12-5), con Monti che inserisce anche Rasmus Nielsen sul continuo allungo di Modena (14-5, parziale di 8-0). Statistiche 3° Set
Best scorer:
MODENA: Petric 5, Vettori 4. MILANO: Starovic 7, De Togni 2.
Muri: MODENA: 1. MILANO: 1.
Battute (Ace/Errori): MODENA 3/4. MILANO: 1/5.
Attacco: MODENA: 81%. MILANO: 53%. Ricezione (Positiva(Perfetta)). MODENA: 45%(36%). MILANO: 19%(0%).

 

4° SET. Starovic regala il contrattacco del +2 Milano che si mette decisamente alle spalle il parziale precedente (5-7). Il tapin di Ngapeth regala la parità (9-9) ed il suo ace il sorpasso (10-9). Vettori pesca l’ace del +2, con Monti che ferma il gioco (14-12). Altro ace di Vettori (15-12, dentro Marretta per Hoag). Holt blocca Starovic (20-16) e da il via al alla chiusura del parziale (25-20)
Statistiche 4° Set
Best scorer:
MODENA: Ngapeth 8, Vettori 3. MILANO: Starovic 5, Hoag 4.
Muri: MODENA: 1. MILANO: 2.
Battute (Ace/Errori): MODENA 2/4. MILANO: 0/6.
Attacco: MODENA: 52%. MILANO: 52%. Ricezione (Positiva(Perfetta)). MODENA: 71%(21%). MILANO: 26%(9%).

 

5° SET. Ngapeth parte subito forte in battuta e permette ai suoi di allungare (3-1). Risponde Hoag con l’ace del 3-3 ma Petric pesca la battuta vincente del 7-5. La coppia arbitrale è in difficoltà e rallenta molto il gioco con i due coach costretti a chiamare più volte il video check a correggere le decisioni degli arbitri (9-6 Modena). E’ il break che decide la gara: applausi per Modena che recupera e vince, applausi per Milano che porta a casa un punto prezioso dal PalaPanini (15-11)
Statistiche 5° Set
Best scorer:
MODENA: Ngapeth 4, Petric 3. MILANO: Hoag 2.
Muri: MODENA: 2. MILANO: 0.
Battute (Ace/Errori): MODENA 1/4. MILANO: 1/2.
Attacco: MODENA: 75%. MILANO: 33%. Ricezione (Positiva(Perfetta)). MODENA: 56%(22%). MILANO: 55%(27%).
Gabriele Pirruccio
Ufficio Stampa
Powervolley Revivre Milano
Cell. 349 2375428

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *