Pallavolo: tris di Rivivre Milano in Superlega, la classifica diventa interessante!

7a Giornata Ritorno Regular Season SuperLega UnipolSai
La Revivre espugna Vibo Valentia in 3 set.
MVP Klemen Cebulj

IL TABELLINO
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – REVIVRE MILANO 0-3 (17-25, 24-26, 23-25)
Durata set: 31’, 32’, 31’. Tot: 1 oro, 34 minuti
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 6, Coscione 1, Marra (L), Lecat 12, Izzo, Corrado, Massari 7, Domagala 3, Torchia, Verhees 4, Patch 10, Presta. All. Fronckowiak
REVIVRE MILANO: Piccinelli (L) n.e., Klinkenberg 13, Sbertoli, Tondo 6, Schott 1, Perez 1, Piano 7, Galassi 2, Averill 4, Fanuli (L), Preti n.e., Cebulj 17. All. Giani
NOTE: TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: 7 muri, 2 ace, 15 errori in battuta, 48% in attacco, 41% (12% perfette) in ricezione. REVIVRE MILANO: 4 muri, 4 ace, 15 errori in battuta, 55% in attacco, 50% (26% perfette) in ricezione.

Con un netto 0-3 la Revivre Milano espugna Vibo Valentia e si aggiudica in 1 ora e 34 minuti di gioco l’anticipo della 7a di ritorno di SuperLega UnipolSai. Coach Andrea Giani deve fare a meno nuovamente di Nimir Abdel-Aziz, rimasto a Milano per completare la riabilitazione dall’infortunio agli addominali, e tiene Sbertoli a riposo dopo la distorsione accusata contro Piacenza, ma nonostante ciò la sua squadra scende in campo con il solo obiettivo di portare a casa i tre punti in palio. I meneghini ci riescono, controllando bene il primo set e chiudendo con cinismo e voglia di vincere i due più combattuti successivi parziali. MVP a fine gara è stato eletto Klemen Cebulj: 17 punti con il 72% in attacco, 1 muro e 3 aces. Segue a ruota una grande serata di Kevin Klinkenberg, protagonista del successo nel secondo parziale e autore di 13 punti, 50% in attacco e 2 muri. Ottime le prova anche di Fabio Fanuli che ha ricevuto con il 50% di positiva ed il 26% di perfette e di Matteo Piano in attacco (78% con 7 punti totali).

La Revivre rientrerà a Milano nella giornata di sabato 3 febbraio e osserverà un giorno di riposo: il rientro al lavoro è previsto per domenica pomeriggio al centro Pavesi di Milano con una seduta tecnica. Mercoledì 7 febbraio si torna a giocare con la sfida al PalaYamamay contro Modena (prevendita su www.vivaticket.it).


Andrea Giani (Revivre Milano): “Una partita non di grande qualità tecnica ma viste nostre difficoltà di formazione questa era importante riuscire a vincere e a portare a casa i tre punti per la classifica. I nostri schiacciatori stasera hanno avuto ottimi numeri sia in attacco che in ricezione, in generale poi abbiamo ricevuto e difeso bene mettendo anche più volte Vibo con la palla staccata in ricezione. Abbiamo sprecato qualche palla break di troppo nel terzo set soprattutto e, in gare come queste, mi aspettavo qualcosa di più a muro. L’importante però era vincere”.
Kevin Klinkenberg (Revivre Milano): “Abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra, un risultato molto importante per noi e per la classifica. Stiamo lottando ogni giornata per mantenerci nella zona play off ed entrare nelle prime 6, abbiamo la squadra che può raggiungere questo risultato ma dobbiamo continuare a lavorare ancora molto in palestra”. Mi sento bene a Milano dentro la squadra, lavoro bene con tutti e con la società. I risultati lo stiamo

LA PARTITA

LE FORMAZIONI
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia:
Coscione-Patch, Verhees-Costa, Massari-Lecat, Marra (L).
Revivre Milano:
Perez-Tondo, Piano-Averill, Klinkenberg-Cebulj, Piccinelli (L).

1° SET
Tondo firma due punti consecutivi (attacco e muro), Cebulj ferma a uno Lecat e Milano fugge (3-6). Sbagliato il giudizio arbitrale al Video Check su una palla nettamente toccata dal muro di Vibo su attacco di Tondo (5-8). Il +4 arriva però con la pipe di Cebulj (5-9, tempo Vibo). Errore di Massari in attacco (dopo un’altra svista arbitrale), ace di Cebulj e Milano allunga (6-11). Quarto video check chiesto da Giani che ravvede il tocco del muro di Vibo (10-14), poi errore di Patch in attacco (10-16). Piano contrattacca vincente (13-20), poi difende in tuffo regalando un nuovo break point a Klinkenberg (16-23). Bella la pipe di Cebulj che regala la prima palla set alla Revivre (17-24), chiude Averill attento a rete contro Costa (17-25).
STATISTICHE 1° SET:
Best scorer: VIBO V.: Lecat 4, Patch 3, Costa 3. MILANO: Cebulj 7, Piano 3, Tondo 3.
Muri: VIBO V.: 2. MILANO: 2.
Battute (Ace/Errori): VIBO V.: 0/4. MILANO: 2/2.
Attacco: VIBO V.: 46%. MILANO: 52%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). VIBO V.: 36%(9%). MILANO: 43%(14%).

2° SET.
L’ace di Cebulj dopo un inizio equilibrato costringe Fronckowiak al tempo (5-7). Altra grande azione di Milano che chiude positivamente con Klinkenberg (5-8). Sul servizio di Verhees Vibo ricuce lo strappo (9-9), interrotto da un grande muro di Klinkenberg su Patch (9-10). Palla out di Tondo e Vibo passa a condurre nel set (12-11, tempo Giani). Tondo si fa perdonare in difesa consentendo il contrattacco di Cebulj (13-14). Dentro Galasi per Averill. Ace di Massari e altro errore di Tondo, Vibo scappa (16-14, tempo Giani). Dentro Schott per Tondo e Giani sceglie di giocare con tre schiacciatori in campo. Attacco out di Patch e Milano pareggia (20-20), poi sorpassa con l’ace di Cebulj (22-23, tempo Vibo). Klinkenberg protagonista nel finale: chiamato più volte in causa da Perez mette a terra palloni pesanti (24-25), poi ferma Domagala a muro per la vittoria del set (24-26)
STATISTICHE 2° SET:
Best scorer: VIBO V.: Lecat 4, Patch 3. MILANO: Klinkenberg 8, Cebulj 4.
Muri: VIBO V.: 3. MILANO: 2.
Battute (Ace/Errori): VIBO V.: 1/5. MILANO: 2/7.
Attacco: VIBO V.: 42%. MILANO: 54%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). VIBO V.: 47%(21%). MILANO: 47%(42%).

3° SET.
Torna Tondo in campo, mentre viene confermato Galassi che sfrutta una grande alzata di Perez (1-3). Cebulj colpisce in pipe (6-9), Patch manda fouri la diagonale del +4 Revivre (8-12). Fase centrale del set con molte imprecisioni da una parte e dall’altra della rete, fino all’ace fortunato di Verhees che costringe al tempo Giani (16-18). Dentro ancora Schott per Tondo. Fallo di formazione di Milano e Vibo recupera un altro punto (19-20) e pareggia con Lecat dopo la bella battuta di Massari (23-23). Milano alla prima palla match sfrutta una grande difesa di Klinkenberg per contrattaccare punto con Cebulj (23-25).
STATISTICHE 3° SET:
Best scorer: VIBO V.: Lecat 4, Patch 4, Massari 4. MILANO: Cebulj 6, Piano 3, Klinkenberg 3.
Muri: VIBO V.: 2. MILANO: 0.
Battute (Ace/Errori): VIBO V.: 1/6. MILANO: 0/6.
Attacco: VIBO V.: 57%. MILANO: 60%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). VIBO V.: 39%(6%). MILANO: 59%(18%).

                                                                               —————————————-

8a Giornata Ritorno Regular Season SuperLega UnipolSai
Strepitosa Revivre contro Modena: vittoria al tie break e 2 punti da Play Off.
Prima vittoria storica contro Modena per Milano.
MVP Klemen Cebyulj.

IL TABELLINO
REVIVRE MILANO – AZIMUT MODENA 3-2 (22-25, 25-16, 23-25, 25-16, 20-18)
Durata set: 30’, 24’, 28’, 24’, 28’. Tot: 2 ore, 14 minuti
REVIVRE MILANO: Piccinelli (L), Klinkenberg 15, Sbertoli, Tondo 5, Schott 11, Perez 1, Piano 12, Galassi 14, Averill 1, Preti n.e., Cebulj 24. All. Giani
AZIMUT MODENA: Bruninho 1, Franciskovic, Van Garderen 3, Tosi (L) n.e., Rossini (L), Ngapeth S. 2, Ngapeth E. 30, Bossi 2, Holt 6, Marra n.e., Pinali 7, Urnaut 8, Mazzone 10. All. Stoytchev
NOTE: REVIVRE MILANO: 16 muri, 9 ace, 23 errori in battuta, 48% in attacco, 47% (21% perfette) in ricezione. AZIMUT MODENA: 5 muri, 7 ace, 20 errori in battuta, 41% in attacco, 41% (18% perfette) in ricezione.

L’ace di Klemen Cebulj alla sesta palla match per la Revivre Milano fa esplodere di gioia il PalaYamamay che festeggia la prima storica vittoria del club meneghino contro Modena. Si chiude 20-18 al tie break la sfida dell’8a di ritorno tra la squadra di Andrea Giani e quella di Radostin Stoytchev, dopo una battaglia durata 2 ore e 14 minuti. Le due squadre falcidiate dagli infortuni (out Nimir Abdel-Azizi per Milano e la coppia Sabbi-Argenta per Modena) lottano per tutta la gara cercando soluzioni alternative e uomini chiave per portare la contesa a proprio favore. Modena si aggiudica primo e terzo set spinta dalle giocate di Earvin Ngapeth (30 punti), Milano risponde dominando secondo e quarto parziale con un doppio 25-16 e tenendo la concentrazione nel delicato finale di quinto set dove l’MVP di serata Klemen Cebulj (24 punti, 54% in attacco, 2 muri ed 1 ace) esce per crampi sul 13-12 per poi rientrare stoicamente e regalare con una battuta vincente 2 punti d’oro in chiave Play Off per la Revivre Milano. Coach Giani rivoluziona la squadra più volte nel corso del match, inserendo Galassi nel secondo parziale (7 punti nel secondo set con3 muri) e giocandosi nel quarto set la carta Cebulj come opposto inserendo Schott e Sbertoli. Mosse azzeccate ma sopratutto una prova, l’ennesima, di squadra e di cuore di una Revivre che per i Play Off batte un colpo decisamente importante. Una menzione particolare per la coppia di centrali Piano-Galassi: il capitano firma 13 punti con il 64% in attacco, 1 ace e ben 5 muri, Galassi sigla 14 punti, con il 64% in attacco, 1 ace e 6 muri (in totale la Revivre ha messo a terra 16 muri). Ma anche la coppia Klinkenberg-Schott questa sera ha contribuito alla grande al successo (14 punti il belga, 11 per il tedesco) oltre alla grande prestazione di Fanuli in seconda linea.

MVP:
Spettatori: 2316
Incasso: 20.908,42

Klemen Cebulj (Revivre Milano): “Ce là siamo giocata con cuore e tantissima grinta. Non abbiamo mai smesso di crederci questa sera perché se smettevamo di farlo non avremmo ottenuto questa vittoria. Peccato per il terzo set, ma siamo stati bravi nel quinto set a non mollare con la testa e a crederci fino alla fine. Sono due punti importantissimi per la nostra classifica e per l’obbiettivo play off. Sappiamo che ogni gara mette in palio una grossa fetta della corsa allo scudetto e stasera siamo stati incredibili a ottenere questo grande risultato”.
Radostin Stoytchev (Azimut Modena). “Il secondo e quinto set siamo partiti con delle opportunità di contrattacco che non abbiamo sfruttato, e non avendo un cambio palla fluido abbiamo subito il gioco di Milano ha muro che ha ben marcato i nostri attaccanti non avendo un opposto di ruolo. Siamo in un periodo di difficoltà con due giocatori dello stesso ruolo indisponibili, speriamo di recuperarli presto perché dai Play Off si ricomincia da zero e le nostre ambizioni sono alte”.

LA PARTITA

LE FORMAZIONI
Revivre Milano:
Perez-Tondo, Piano-Averill, Klinkenberg-Cebulj, Piccinelli (L).
Azimut Modena:
Bruninho-Urnaut, Holt-Mazzone, Ngapeth-Pinali, Rossini (L).

1° SET
Milano parte carica sul turno al servizio di Kilnkenberg: due rigiocate punto ed un muro tutto firmato Klemen Cebulj (4-1). Ace fortunato di Ngapeth, Cebulj manda out la parallela ed ace di Mazzone: così Modena ricuce e sorpassa (5-6). Muro di Piano su Pinali (7-6) seguito da quelli di Klinkenberg su Urnaut (11-9, tempo Stoytchev). Pari di Modena (11), altro muro di Piano (15-13). La Revivre spreca un paio di occasioni per allungare e Modena ringrazia (15-15). L’Azimut è fortunata su una serie di rimpalli e riesce a tornare avanti con Ngapeth (18-19, tempo Giani). Out di Tondo (18-20, tempo Giani) poi Giani prova ad inserire Galassi e Schott per Averill e Tondo (18-21). Out del tedesco (18-22), Galassi in battuta riaccorcia (22-23), ma Modena chiude alla prima occasione con l’errore di Cebulj (22-25).
STATISTICHE 1° SET:
Best scorer: MILANO: Cebulj 4, Piano 4. MODENA: Ngapeth 7, Mazzone 5.
Muri: MILANO: 5. MODENA: 0.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 1/3. MODENA: 2/5.
Attacco: MILANO: 31%. MODENA: 38%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 32%(16%). MODENA: 50%(15%).

2° SET.
Giani conferma Galassi per Averill che ferma immediatamente Mazzone (2-1). Due errori consecutivi della Revivre (3-5) seguiti dai due di Modena (5-5) e dall’ace di Tondo (6-5). Bel servizio di Cebulj che costringe Urnaut all’errore in attacco (8-6, tempo Stoytchev). Galassi ferma Ngapeth (10-7), poi stoppa Mazzone e conclude in contrattacco una bellissima azione (13-9, dentro Bossi per Mazzone). Magia di Perez in palleggio e poi ace di Klinkenberg, Milano fugge (15-9, tempo Modena). Ancora Galassi in contrattacco (16-9) con la Revivre che tiene il vantaggio grazie ad un ottimo Cebulj (20-13, dentro Swan Ngapeht per il fratello). Il piccolo Ngapeth ferma Tondo (21-15) ma poi subisce l’ace di Perez (24-16). Chiude il muro di Galassi su Bossi (25-16).
STATISTICHE 2° SET:
Best scorer: MILANO: Galassi 7, Klinkenberg 3. MODENA: Pinali 3, Ngapeth 2, Urnaut 2.
Muri: MILANO: 4 (Galassi 4). MODENA: 1.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 3/5. MODENA: 3/2.
Attacco: MILANO: 58%. MODENA: 33%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 54%(23%). MODENA: 30%(15%).

3° SET.
Modena prova a reagire con le giocate di Ngapeth (7-9) e le difese di Pianli (7-10, dentro Schott per Tondo). Dopo unsecondo set in ombra, il francese di Modena trascina i suoi sul +4, costringendo Giani al tempo (9-13). Il divario tra le due squadre aumenta complice l’out di Cebulj (10-16). Milano prova a recuperare contrattaccando con lo sloveno (12-16, tempo Modena) che non si ferma continuando a martellare in battuta ed in attacco come opposto (14-16). Altro time out Giani sull’ace del neo entrato Bossi (15-19) che punisce ancora l’immobile Klinkenberg (15-20). Break decisivo per la vittoria di Modena del parziale, nonostante l’accellerata nel finale di Milano sul servizio di Schott che porta dal 18-24 al 23-24 (23-25, primo tempo Mazzone)
STATISTICHE 3° SET:
Best scorer: MILANO: Cebulj 8, Schott 4. MODENA:Ngapeth 10.
Muri: MILANO: 3. MODENA: 3.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 1/4. MODENA: 3/3.
Attacco: MILANO: 58%. MODENA: 52%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 33%(19%). MODENA:45%(25%).

4° SET.
Prova a mescolare le carte Giani con Schott in campo, Cebulj spostato da opposto e Sbertoli in regia. Prova Milano in tre occasioni a staccare Modena (4-2, 6-4, 8-6). Stoytchev inserisce Van Garderen per Urnaut (8-6) poi chiede time out sulla rigiocata punto di Cebulj (10-7). Il neo entrato modenese firma il -1 (10-9) ma poi subisce l’ace di Klinkenberg (14-11) e quello di Schott (18-14, tempo Modena). Pinali manda out in diagonale (19-14) e Schott continuna a martellare dai nove metri (20-14). Altro errore di Pinali (22-15, confermato dal Video Check), ace di Piano (23-15) chiude il tapin di Klinkenberg (25-16)
STATISTICHE 4° SET:
Best scorer: MILANO: Cebulj 4, Klinkenberg 4, Schott 4. MODENA: Van Garderen 3, Ngapeth 3.
Muri: MILANO: 2. MODENA: 1.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 3/4. MODENA: 1/4.
Attacco: MILANO: 52%. MODENA: 34%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 69%(31%). MODENA: 40%(10%).

5° SET.
Bruninho si appoggia subito su Ngepeth per trovare l’immediato allungo (1-3, tempo Giani). Ace di Klinkenberg che pizzica la linea (3-3) con il belga che di furbizia regala il punto del sorpasso al cambio di campo (8-7). Qualche errore di troppo in battuta per Milano e Modena alla prima palla break torna avanti con Ngapeth (10-11, tempo Giani). Gran muro di Piano su Urnaut (13-12, crampi per Cebulj) che poi regala il match point in attacco (14-13). 6a palla match per Milano: Cebulj, rientrato dopo la sostituzione, tira l’ace della vittoria (20-18).
STATISTICHE 5° SET:
Best scorer: MILANO: Cebulj 6, Klinkenberg 4. MODENA: Ngapeth 8, Urnaut 2.
Muri: MILANO: 2. MODENA: 0.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/8. MODENA: 0/4.
Attacco: MILANO: 46%. MODENA: 50%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 60%(20%). MODENA: 36%(27%).

——————————

9a Giornata Ritorno Regular Season SuperLega UnipolSai
Non c’è storia a Sora: la Revivre si impone 0-3 e incamera altri 3 punti. 12esimo successo stagionale per Milano.
MVP Klemen Cebulj (terzo consecutivo)

 

IL TABELLINO
BIOSÌ INDEXA SORA – REVIVRE MILANO 0-3 (22-25, 22-25, 16-25)
Durata set: 30’, 27’, 21’. Tot: 1 ora, 18 minuti
BIOSÌ INDEXA SORA: Marrazzo, Penning n.e., Farina n.e., Caneschi 4, Fey 1, Lucarelli, Santucci (L), Nielsen 8, Rosso 2, Mattei 2, Duncan n.e., Seganov 4, Mauti (L), Petkovic 13. All. Barbiero
REVIVRE MILANO: Piccinelli (L), Klinkenberg 9, Sbertoli 5, Tondo 15, Schott n.e., Perez n.e., Piano 7, Galassi, Averill 8, Fanuli (L), Preti n.e., Cebulj 15. All. Giani
NOTE: BIOSÌ INDEXA SORA: 2 muri, 1 ace, 8 errori in battuta, 51% in attacco, 54% (26% perfette) in ricezione. REVIVRE MILANO: 10 muri, 9 ace, 20 errori in battuta, 65% in attacco, 45% (17% perfette) in ricezione.

Concentrata e spietata la Revivre Milano nella 9a giornata di ritorno di SuperLega UnipolSai. La sfida contro la Biosì Indexa Sora poteva nascondere delle insidie nonostante l’ultima posizione dei laziali, ma la banda di Giani riesce a contenere Petkovic e soci portando a casa con il risultato di 0-3 (22-25, 22-25, 16-25) i tre punti in palio che le permettono il sorpasso su Piacenza caduta a Trento. Il primo parziale ha offerto una gara equilibrata, decisa da alcune imprecisioni dei padroni di casa. Nel secondo set è l’ottima prestazione di Alessandro Tondo a garantire alla Revivre di amministrare un vantaggio di 5 lunghezze arrivato grazie a tre ace dell’opposto lombardo (per lui 15 punti a fine gara, con l’80% in attacco, 4 muri e 3 ace), con il solo Petkovic a tentare di recuperare nel finale. Nel terzo la Revivre prende definitivamente le misure sull’unico terminale offensivo sorano fermando il serbo per 4 volte e conquistando con agilità il parziale che vale il successo. MVP di serata è per la terza volta consecutiva Klemen Cebulj: 15 punti, il 68% in attacco 1 muro ed 1 ace. 9 punti per Klinkenberg, 8 per Averill (2 muri) e 7 per Piano (2 muri), tutti ben giostrati dall’ottima regia di Riccardo Sbertoli, tornato definitivamente titolare, e autore di ben 5 punti (4 ace ed 1 muro).
La Revivre Milano ritornerà da Sora nella giornata di Lunedì. Poi una settimana intera di lavoro per preparare lo scontro diretto di domenica 18 febbraio contro la Kioene Padova al PalaYamamay. Biglietti disponibili su www.vivaticket.it

Alessandro Tondo (Revivre Milano): “Eravamo stati avvertiti da coach Giani delle insidie che potevano esserci oggi contro Sora. Una squadra che nonostante l’ultimo posto arrivava da ottime prestazioni e soprattutto nel primo set abbiamo lottato punto a punto senza che nessuna delle due squadre riuscisse a trovare break importani. Nel secondo sono contento del turno imbattuta che sono riuscito a fare che ci ha permesso poi di gestire il parziale, mentre nel terzo una volta fermato Petckovic tutto è stato più semplice. Sono contento della gara della squadra, contento della mia prestazione personale dopo le precedenti gare in cui non mi sono espresso al meglio. Erano tre punti da prendere oggi e li abbiamo conquistati meritatamente”.

LA PARTITA

LE FORMAZIONI
Biosì Indexa Sora:
Seganov-Petkovic, Caneschi-Mattei, Nielsen-Fey, Mauti (L).
Revivre Milano:
Sbertoli-Tondo, Piano-Averill, Klinkenberg-Cebulj, Fanuli (L).

1° SET
Il primo mini break della partita porta la firma dell’ex Nielsen (8-6). Decisione arbitrale dubbia anche dopo il video check che per un tocco del muro di Sora non visto (12-9). Klinkenberg sfrutta la prima rigiocata del match di milano (13-12), Averill ferma prima Caneschi (13-13) poi Fey (13-14). Sora torna avanti con un’altra decisione arbitrale molto discutibile (16-15), ma Milano risponde con Tondo a muro su Nielsen (18-19, tempo Sora). Out di Petkovic (18-20) che si ripete anche poco dopo per il +3 Milano (20-23, tempo Sora). Chiude Klinkenberg il primo set (22-25).
STATISTICHE 1° SET
Best scorer:
SORA: Petkovic 7, Caneschi 3. MILANO: Cebulj 6, Averill 6.
Muri: SORA: 1. MILANO: 4.
Battute (Ace/Errori): SORA: 1/1. MILANO: 1/6.
Attacco: SORA: 62%. MILANO: 77%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). SORA: 63%(37%). MILANO: 43%(19%).

2° SET.
Mini fuga della Revivre in avvio grazie alla difesa a all’attacco di Tondo (1-4). Con pazienza Sora recupera con il solito Petkovic (9-9). Doppia bomba di Tondo in battuta che prima trova l’ace e poi regala il contrattacco a Klinkenberg (11-14, tempo Sora). Doppio ace dell’opposto meneghino al rientro in campo (11-16), seguito da quello di Sbertoli (15-20). Sora tenta il recupero (20-22, fermato Cebulj), la Revivre amministra il vantaggio con attenzione (22-25, primo tempo di Piano).
STATISTICHE 1° SET
Best scorer:
SORA: Nielsen 6, Petkovic 5. MILANO: Tondo 7, Cebulj 4, Klinkenberg 4.
Muri: SORA: 1. MILANO: 1.
Battute (Ace/Errori): SORA: 0/3. MILANO: 4/6.
Attacco: SORA: 65%. MILANO: 64%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). SORA: 44%(17%). MILANO: 40%(5%).

3° SET.
Muro-difesa molto efficace della Revivre con Klinkenberg che sfrutta la bella alzata di Sbertoli (6-7). Ace di Sbertoli (7-10, tempo Sora), Sora ci crede e si porta sul -1 con il solito Petkovic (10-11), ma Milano spinge nuovamente con l’ace di Piano (13-16) ed il muro di Sbertoli (13-17). Il regista va in battuta e firma il punto del +5 (14-19), Tondo ferma Petkovic (15-20), Cebulj vola per attaccare il +7 (15-22, tempo Sora) e poi ferma Petkovic (16-24). Chiude l’errore di Marrazzo (16-25).
STATISTICHE 1° SET
Best scorer:
SORA: Petkovic 2. MILANO: Cebulj 5, Piano 4, Tondo 4.
Muri: SORA: 0. MILANO: 5.
Battute (Ace/Errori): SORA: 0/4. MILANO: 4/8.
Attacco: SORA: 29%. MILANO: 50%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). SORA: 53%(24%). MILANO: 58%(33%).

Gabriele Pirruccio
Ufficio Stampa e Social Media Manager
Powervolley Revivre Milano

Cell. 349 2375428
Cell. 3477923273

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *