Pallavolo: SuperLega partenza a mille, con le grandi manca ancora qualcosa! Il punto sul settore giovanile. Un occhio al sociale!

Nimir annienta Ravenna: l’Allianz Powervolley Milano vince 3-0
Terzo successo esterno per Milano: una prova corale che esalta la prestazione dell’olandese

CONSAR RAVENNA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 0-3 (25-27, 16-25, 20-25)

RAVENNA – Prova superata: nel momento più difficile dell’inizio della stagione, con la defezione di due centrali, Milano si impone nettamente a Ravenna in tre set e vola a 9 punti in classifica. Una gara straordinaria per i ragazzi di coach Piazza, che vincono per 3-0 (25-27, 16-25, 20-25) tornando subito al successo dopo lo stop della scorsa settimana patito da Civitanova. Una prova di squadra che esalta il gruppo guidato da uno stratega d’alta scuola come Roberto Piazza, capace di studiare uno schema tattico eseguito alla perfezione dai suoi ragazzi che manda in crisi gli avversari.

Trascinata da un Nimir straordinario, che vince il suo terzo MVP della stagione su quattro gare giocate, Milano risolve la pratica Consar Ravenna e si riscatta, con un anno di distanza, dalla brutta sconfitta della scorsa stagione. È tutta un’altra storia questo campionato, con le due squadre che nel primo set hanno combattuto alla pari in cui la verve di Nimir ha fatto la differenza con l’opposto olandese a chiudere il parziale con ben 14 punti. La regia di Sbertoli, sempre più illuminante nel sestetto milanese, ha permesso ai suoi compagni di giocare con scioltezza ottimizzando al meglio gli schemi studiati in settimana. Con Piano ed Alletti ancora out, la rivoluzione tattica di Piazza ha mandato in confusione gli avversari e, sospinta dagli attacchi di Nimir che chiude il match con 27 punti ed il 52% in attacco, prende il largo soprattutto nel secondo set. I 6 ace consecutivi dell’olandese nel secondo set mandano in tilt la retroguardia ravennate, ma è tutta la squadra a girare a ritmo elevato e trovare così un successo meritato, in cui il francese Clevenot si dimostra trascinatore in campo e Kozamernik cecchino infallibile al centro (83% in attacco per lo sloveno). Per Nimir saranno 10 gli ace totali in partita (a -1 dal record in gara di Ngapeth), ma è tutta Powervolley a trovare i giusti meccanismi come un coro che canta all’unisono.

«Nessuna partita è facile in questo campionato – è il commento di uno strepitoso Nimir a fine gara –. Abbiamo vinto 3-0 ma non è stato un successo facile. Abbiamo qualche problema con gli infortuni, stiamo giocando in un modo diverso e stiamo cercando di adattarci. Volevamo fare bene in questa partita dopo la sconfitta con Civitanova e ci siamo riusciti. Adesso si gioca ogni tre giorni e quindi è importante vedere partita dopo partita a quali traguardi possiamo ambire». Traguardi quotidiani che l’Allianz Powervolley costruisce giorno dopo giorno in palestra, come dimostra il lavoro straordinario di questi giorni che ha portato Milano a vincere a Ravenna e a rilanciarsi in classifica con il terzo successo su altrettanto gare in trasferta in questa avvincente Superlega 2019-2020.

Cronaca

Primo set:

Primo break in favore di Ravenna che mura Kozamernik (3-1). Altro allungo dei padroni di casa che con Lavia siglano il 5-2. Altro allungo della Consar che va sul +4 sull’attacco out di Petric che non trova il tocco del muro, confermato dal videocheck (9-5). Ci prova Nimir con l’ace del 10-8, con Petric che trova il pallonetto vincente per il -1 (10-9). Milano impatta sul 10-10 con Nimir per il suo secondo ace personale con Bonitta costretto a chiamare time out. È indomabile l’olandese che trova il terzo servizio vincente ed il vantaggio meneghino: 10-11. Nuovo vantaggio Ravenna che ottimizza un contrattacco e trova il 14-13 con Cortesia. Break immediato di Milano che con Nimir trova il mani out del 14-15, che trova il +2 (14-16) con Gironi a muro! Parità Ravenna che blocca a muro Nimir (18-18), con la Consar che trova lo sprint con l’ace di Vernon Evans per il 23-22. Ancora Nimir (13° punto del set) per il 24-24, con Petric a murare Vernon Evans per il 24-25. La chiude Nimir con l’ace del 25-27.  

Secondo set:

Super ace di Nimir per l’1-3, con l’olandese che si ripete 3 volte fino all’1-7.  Muro Milano con Sbertoli per l’1-9, con ancora Nimir a trovare il suo 10° ace che vale l’1-10. Clevenot trova il punto del +10 (3-13), con Sbertoli a muro per il 4-15. Nimir è inarrestabile e trova il punto del 6-18, mentre Petric sigla il suo 6° punto personale con il mani out del 9-21. Time out Piazza sul 14-23, ma l’errore di Saitta dai 9 metri concede 9 palle set a Milano. L’errore di Lavia in battuta chiude il set 16-25!

Terzo set:

Parità in avvio con il muro subito da Nimir per il 4-4. Sprint Ravenna che trova il break dell’11-9 su un servizio velenoso di Ter Host, ma la parità arriva sul contrattacco di Petric (11-11). Pipe di Clevenot per il 13 pari, ma è il doppio errore in attacco di Ravenna a portare Milano sul 13-15. Gironi colpisce per il 14-17, e Nimir mantiene invariata la distanza con il muro su Vernon Evans (15-18). Ravenna trova l’ace proprio di Vernon Evans (17-18) con Piazza a chiamare time out. Milano rimette davanti il muso con Nimir a muro (18-20), con Clevenot che trova un ace fortunoso con il nastro (18-21). Altro ace di Clevenot (18-23), con Petric a trovare il 19-24 e consegnare 5 match point a Milano. Chiude Kozamernik in primo tempo 20-25.

Consar Ravenna: Stefani 1, Cortesia 4, Ter Horst 10, Saitta 0, Recine 1, Vernon Evans 9, Grrozdanov 7, Bortolozzo 0, Lavia 13, Alonso 0, Cavuto 0. N.e.: Batak, Marchini. All. Bonitta.

Allianz Powervolley Milano: Nimir 27, Basic 0, Kozamernik 7, Sbertoli 1, Petric 12, Gironi 4, Clevenot 9, Pesaresi (L). N.e.: Hoffer, Izzo, Weber. All. Piazza.

NOTE

Durata set: 36’, 25’, 29. Durata totale: 1h e 30’.

Consar Ravenna: battute vincenti 3, battute sbagliate 9, muri 7, attacco 47%, 33% (22% perfette) in ricezione.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 12, battute sbagliate 12, muri 8, attacco 52%, 49% (41% perfette) in ricezione.

Impianto: Pala de Andrè di Ravenna

(Foto Finotto)

                                                             —————–

Powervolley Milano, il punto sul settore giovanile
Quattro atleti convocati allo stage con le Nazionali e buoni risultati dal settore giovanile

MILANO – Prosegue il lavoro dell’Allianz Powervolley Milano che si gode il turno di riposo della Superlega preparando al meglio il tour de force che attenderà la squadra di coach Piazza nel mese di novembre e dicembre, con due big match ravvicinati all’Allianz Cloud nel giro di tre giorni (il 17/11 contro Trento ed il 20/11 contro Modena). Accanto alla prima squadra, non si ferma il percorso delle squadre del settore giovanile, che può vantare alcuni giovani talenti che hanno ricevuto la chiamata in azzurro.

Sono state diramate infatti le convocazioni per lo stage relativo alle qualificazioni Nazionali 2019 direttamente coordinato dal direttore tecnico del settore giovanile maschile Julio Velasco. Su 14 atleti della Regione Lombardia, ben quattro fanno parte del nostro settore giovanile: Luca Colombo e Gabriele Chiloiro (Powervolley Milano), Pietro Bonisoli e Mattia Checchetto (Diavoli Rosa).  I giovani atleti saranno impegnati in uno stage da lunedì 18 novembre a domenica 24 novembre presso il Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti di Roma.

Per quanto concerne le gare, è andato in archivio il primo fine settimana di gare del mese di novembre 2019. La seconda giornata della prima fase del campionato regionale U13 ha visto la Powervolley Milano conquistare una vittoria per 3-0 sulla Tagliabue Case Bresso (25-11; 25-13;25-21). «Buona partita dei ragazzi, bravi a prendere subito le distanze nel punteggio nei primi due set dove ho potuto far ruotare tutti i giocatori a disposizione – ha spiegato l’allenatore Gianluca Cavaglieri –. Unica nota negativa un calo di attenzione e qualche errore di troppo nel terzo ed ultimo set». Prossimo impegno domenica 1 dicembre in casa contro il Gonzaga Milano Rossa.

Gli stessi atleti inoltre sono impegnati anche nel campionato Under 14 guidati sempre da coach Cavaglieri. I giovani atleti della Powervolley hanno ottenuto la terza vittoria consecutiva, battendo per 3-0 la Polisportiva Besanese (25-14; 25-15; 25-21). «Sono molto contento della partita dei ragazzi, nel primo set siamo partiti un po’ intimoriti, molto bene però nella seconda metà di set, aggressivi in battuta e cinici e attenti in attacco – ha commentato Cavaglieri –. Nel terzo set siamo calati un po’ mentalmente con qualche errore di troppo. Sono contento in generale della prova dei ragazzi, siamo in crescita ed il lavoro in palestra paga». Domenica 17 novembre alle ore 21 impegno casalingo al Palazzetto di Segrate: avversario l’A.S. Merate.

(Com. Stampa a cura di Morgana Corti)

                                                      —————————-

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO – ITAS TRENTINO: 1-3 (25-18, 24-26, 18-25, 21-25)

 

Non basta il cuore di Milano, Trento vince all’Allianz Cloud 3-1
L’Allianz Powervolley parte benissimo, poi vengono fuori i trentini che si portano a casa i 3 punti.

MILANO – Un grande spettacolo all’Allianz Cloud per la sesta giornata del campionato italiano di pallavolo Superlega Credem Banca. Di fronte ai 4200 ed oltre spettatori, l’Allianz Powervolley si piega di fronte ai campioni del mondo in carica dell’Itas Trentino cedendo in quattro set. 25-18, 24-26, 18-25, 21-25 i parziali di un confronto molto tirato in cui il pubblico ha potuto assistere un vero show pallavolistico.

Non riesce ancora a trovare il primo sorriso casalingo la squadra di coach Piazza che, tra le mura amiche dell’Allianz Cloud, lotta contro Trento, arrendendosi per 3-1. Inizio sprint per Milano che, con un Nimir in grande spolvero (7 su 8 nel primo parziale) porta la sua squadra sul 25-18. Sbertoli e compagni continuano a macinare gioco, trovando per lunghi tratti in vantaggio di 3 punti nel secondo set, ma è la reazione di Trento (decisivo sull’economia del match l’ingresso di Russell per Cebulj) a invertire l’inerzia con gli avversari che trovano il pareggio nel conto dei set. Milano ci prova, ma sono gli attaccanti di palla alta di Trento a scardinare la difesa meneghina, mentre è proprio la difesa avversaria, guidata da un’ottima prova di Grebbenikov, a consegnare agli avversari i palloni per allungare e chiudere il terzo set 25-18. Il cuore di Powervolley lo si vede tutto nel quarto parziale, con Piazza costretto a rinunciare a Nimir per una botta nel terzo set dopo un recupero in difesa (scontro con i tabelloni pubblicitari), ma trovando in Gironi e Petric gli ultimi ad arrendersi. Non bastano, così, i 22 punti dell’olandese, i 14 del giovane Gironi ed i 12 di Clevenot e Petric, mentre dall’altra parte della rete coach Lorenzetti trova il sesto successo su altrettante sfide e si gode la grande prova di Russell (MVP del match) ed i 17 punti di Vettori.

«Sono molto dispiaciuto ed amareggiato per questo risultato – sono le parole a caldo a fine match di Sbertoli –. Siamo partiti molto bene con il primo set che abbiamo vinto meritatamente, poi il rammarico è per il secondo parziale. Quando sei avanti di 3 punti, devi riuscire a chiudere, anche perché oggi avremmo dovuto fare punti. Dobbiamo riflettere sui nostri errori, perché potevamo gestire meglio quel finale, ripartendo da quanto di buono fatto oggi. Con la testa che da domani sarà proiettata alla sfida con Modena». Si torna infatti subito in campo: mercoledì all’Allianz Cloud alle ore 18.50 arriva Modena, pronta occasione per l’Allianz Powervolley per provare a riscattarsi.

 

Cronaca

Primo set:

Parte forte Milano: muro di Kozamernik, punto Nimir e smash di Petric per il 3-0 che costringe Lorenzetti al primo time out. A segno Nimir in diagonale: 7-3. Ancora Milano con Gironi ed è 8-3. Ancora a segno Milano con Nimir e secondo time out per Trento (10-4). Attacco out di Milano e Trento si rifà sotto (10-7). Doppio muro vincente per Kozamernik e +6 Allianz Powervolley (16-10).  Colpo di classe di Clevenot per il mani out del 18-13. Gironi mette in crisi la ricezione Trento e Clevenot colpisce con lo smash del 20-14, trovando l’ace con il net del 21-14. Sull’errore al servizio di Giannelli, Milano chiude il primo set 25-18.

Secondo set:

Equilibrio in partenza nel set: ai colpi di Nimir e Clevenot Trento risponde con Vettori e Kovacevic (7-6). Il primo break arriva sull’errore di Russell in attacco (11-9) con il primo time out di Lorenzetti. Vettori non passa su Kozamernik e Gironi ed è 12-9. Sbertoli chiama in attacco Gironi che risponde presente e piazza l’attacco vincente del 13-9. Russell, entrato per Cebulj, suona la carica e piazza l’ace del -1 Trento, con time out chiamato da Piazza (13-12). Petric con classe trova il mani out sulla testa di Vettori (17-15), ma è Kozamernik a trovare lo smash del 18-15. Il + 4 è ad opera di Clevenot in pipe con Lorenzetti a spendere il suo time out (19-15). Trento non molla il colpo e trova il -2 con il muro su Nimir (20-18). Ancora Kozamernik in primo tempo (22-19), ma Kovacevic non sbaglia sul cambio palla. Clevenot a segno per il 23-21, ma Trento trova il 23 pari con Vettori. Kovacevic trova il 23-24, ma Nimir pareggia immediatamente. Grebbenikov si supera in difesa e Trento chiude 24-26 con Russell.

Terzo set:

Avvio a favore di Trento: Kovacevic e Russell spingono la squadra di Lorenzetti sul 4-8. Clevenot prova a suona la sveglia ai suoi compagni (5-9), Magia ad una mano di Sbertoli per Nimir, seguita dal punto di Clevenot che porta Lorenzetti a giocarsi il primo time out (7-9). Muro di Petric su Kovacevic per il -1 (8-9), ma Trento si riporta sul +3 (10-13). Ace di Russell per il +4 Itas (11-15), con Nimir che ci prova a muro per il 14-16. Nuovo allungo Trento sul mani out di Russell (16-21), con Piazza a richiamare i suoi per il secondo time out. Prodigioso recupero di Nimir che porta poi all’attacco out di Russell (18-21). Doppio ace di Vettori (18-24),

Quarto set:

Milano parte bene (3-1), ma Lisinac ed il doppio errore di Nimir portano Trento sul 3-6. Piazza si gioca la carta Weber per l’acciaccato Nimir, ma è ancora Trento a condurre il gioco e trovare il +4 con Vettori (7-11). Ancora Vettori a colpire in diagonale stretta (7-12) e time out Milano. Petric a segno (10-14), con Gironi che non molla e trova il 14-19. Ancora Gironi a trovare il mani out del 17-20 con Lorenzetti a richiamare i suoi in panchina. Lo stesso Gironi si supera a servizio per il 19-21, ma è Trento a chiudere il match per il 21-25 finale.

TABELLINO

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO – ITAS TRENTINO: 1-3 (25-18, 24-26, 18-25, 21-25)

Allianz Powervolley Milano: Nimir 22, Hoffer 0, Basic 0, Kozamernik 9, Sbertoli 0, Petric 12, Gironi 14, Weber 0, Clevenot 12, Pesaresi (L). N.e.: Izzo. All. Piazza.

Itas Trentino: Russell 16, Vettori 17, Giannelli 2, Grebbenikov (L), Candellaro 11, Cebulj 3, Lisinac 8, Kovacevic 12. N.e.: Michieletto, Daldello, De Angelis (L), Djuric, Codarin, Sosa.

NOTE

Durata set: 23’, 29’, 26’, 26’. Durata totale: 1h e 44.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 2, battute sbagliate 17, muri 11, attacco 54%, 36% (20% perfette) in ricezione.

 

Itas Trentino: battute vincenti 5, battute sbagliate 12, muri 11, attacco 50%, 39% (24% perfette) in ricezione.

 Cartellino verde per Sbertoli sul 5-5 del secondo set.

 Impianto: Allianz Cloud di Milano

 (foto Pizzi)

                                                                  —————-

Il post Trento: lo show dell’Allianz Cloud, il messaggio sociale di Tavecchio, l’esordio di Hoffer e le parole di Kozamernik
I temi principali dopo la sfida dell’Allianz Cloud tra Allianz Powervolley e Trento.

MILANO – L’Allianz Cloud si colora di pallavolo: è questo uno dei temi del post Milano – Trento. I 4200 spettatori giunti all’impianto di piazzale Stuparich sono un dato incoraggiante per il movimento pallavolistico milanese. Dopo anni di nomadismo tra Desio, Castellanza e Busto Arsizio, l’esordio ufficiale per l’Allianz Powervolley all’Allianz Cloud di Milano è arrivato lo scorso 27 ottobre contro Civitanova, ma i numeri in dote alla società del presidente Lucio Fusaro rappresentano un risultato importante per il presente ed uno stimolo interessante per il futuro.

Superando il verdetto finale del campo, Milano inizia a raccogliere i frutti del lavoro sul territorio e, dopo i 3200 spettatori dell’esordio casalingo, ha replicato con +1000 incoraggiante. Ciò che ha colpito è stata la partecipazione del pubblico, che ha reso il confronto in campo uno show pallavolistico unanimemente apprezzato da giocatori, staff e presenti. La cornice dell’Allianz Cloud è certamente una base di partenza notevole, ma il coinvolgimento durante il match, il tifo e l’attenzione che il pubblico ha riservato ai temi della giornata hanno reso il tutto particolarmente speciale. La testimonianza di Alessio Tavecchio della Fondazione Alessio Tavecchio ONLUS in occasione della Giornata Mondiale in ricordo della vittime della strada, promossa all’interno del progetto volley4all di Allianz Powervolly e Fondazione Allianz UMANA MENTE, è stato infatti un momento molto partecipato che ha catturato l’attenzione dei presenti che hanno riservato scrocianti applausi alle parole di Tavecchio, costretto sulla sedie a rotelle per un incidente stradale a 23 anni ed oggi campione paralimpico di nuoto e promotore di messaggi sull’importanza e bellezza della vita. Un annuncio sociale colto nella sua interezza nell’immediato pre gara che aperto le porte al confronto combattuto e tirato tra Trento e Milano in cui spicca non solo la prestazione del giovanissimo Gironi, classe 2000, autore di 14 punti con 5 muri (best blocker del confronto) e 2 ace, ma anche l’esordio assoluto in Superlega di Niccolò Hoffer. Il libero classe 2000, inserito in lista come martello ricevitore, ha debuttato ufficialmente in campionato nel corso del quarto set, entrato in campo proprio per Gironi (in virtù della regola degli Under 23 italiani).

Tornando ai temi del campo, è invece il centrale Jan Kozamernik a commentare la sconfitta contro la sua ex squadra: «C’è un po’ di rammarico perché avevamo giocato molto bene il primo set e nel secondo abbiamo perso soprattutto per nostri errori. Però io sono sempre positivo, quindi dobbiamo proprio ripartire dall’inizio gara e replicarlo anche nelle altre gare. Ora possiamo subito tornare in campo mercoledì contro Modena: dobbiamo mettere in campo tutto quello che abbiamo per poter fare bene».

 

Paolo Tardio
Head of Communication

Powervolley Revivre Milano 2.0 ssdrl 
3895816173 | p.tardio@powervolleymilano.it
3492375428 | uff.stampa@powervolleymilano.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *