Blog

Pallavolo: dopo Ravenna anche Monza si arrende a Revivre Milano

Cmc Romagna – Revivre Milano 1-3

Revivre Corsara a Ravenna: bottino pieno nella prima gara di Play Off Challenge!

Continua l’andamento positivo dei ragazzi di Luca Monti che questa sera al PalaCredito di Romagna di Forlì hanno affrontato la CMC Romagna nella prima gara del girone all’italiana della prima fase dei Play Off di Challenge Cup. Il giovane Riccardo Sbertoli, eletto MVP al termine dell’incontro, è riuscito a trovare un’ottima intesa con la coppia di centrali De Togni e Georgiev, mandati entrambe in doppia cifra (12 e 14 punti), che ha messo in netta difficoltà le retrovie romagnole. Ciliegina sulla torta un Milushev in grande spolvero, top scorer con 23 punti, che ha trascinato Milano alla conquista della vittoria per 3-1, regalando i primi tre punti importanti ai fini della nuova classifica del girone. Sull’altro campo Gi Group Monza ha vinto in casa 3-1 contro LPR Piacenza. Milano e Monza si trovano ora pari punti in attesa dello scontro diretto di domenica prossima.

VOLLEY PALLAVOLO. CMC ROMAGNA - REVIVRE MILANO.

LA PARTITA – Luca Monti ha mandato in campo Sbertoli in palleggio e Milushev opposto, De Togni e Georgiev centrali, Skrimov e Russomanno schiacciatori di banda e Tosi come libero. Waldo Kantor schiera invece Cavanna al palleggio, Mengozzi e Ricci centrali, Van Garderen e Della Lunga schiacciatori, Torres opposto, Goi in seconda linea.

Il primo set inizia con lo sprint di Milano che cerca subito l’allungo grazie agli attacchi dei centrali De Togni e Georgiev. Sul 14-17 coach Kantor interrompe il gioco, ma la pausa non porta i risultati sperati e sul 16-20 arriva anche il secondo time out discrezionale da parte dei padroni di casa. Russomanno mette a segno il 22esimo punto in attacco, seguito a ruota da Milushev (17-23), ma subito dopo Milano subisce due punti e coach Monti chiama il primo time out. Si rientra in campo ed è Skrimov a chiudere il set con un attacco vincente (21-25).
Il secondo set è quasi una fotocopia del primo con Milano che, guidata da capitan De Togni che non lascia scampo a muro, si porta subito in vantaggio (4-6). Ravenna interrompe subito il gioco (5-8), ma la Revivre non si ferma e arriva poi Georgiev a mettere a terra il primo tempo vincente che decreta il primo time out discrezionale (8-12). Con la coppia bulgara in attacco e Capitan De Togni a muro e al servizio che mette in difficoltà la ricezione giallorossa, Milano si porta sul 13-19. Coach Kantor cerca di riprendere i suoi interrompendo il gioco (18-23) e Torres risponde chiudendo l’attacco, ma la battuta successiva finisce in rete e il primo set ball dei meneghini viene chiuso proprio a muro da De Togni (20-23). Anche il terzo set vede Milano prendere in mano le redini del gioco portandosi subito in vantaggio: Ravenna chiama il primo time out sul 10-13, De Togni e compagni rispondono in attacco portandosi sul 17-21. Coach Kantor utilizza anche il secondo time out discrezionale che questa volta riesce ad avere gli effetti sperati: i padroni di casa recuperano un break di 0-4 ristabilendo la parità sul 21-21 dopo un attacco out di Milushev a cui segue il secondo time out di Monti. Si rientra in campo e Baranek entra su Milushev. Si procede punto a punto, ma alla fine è Ravenna ad avere la meglio grazie a un tocco a muro di Milano e l’ace di Mengozzi che chiude il primo set ball (25-23). Nel quarto set Ravenna parte con il piede giusto portandosi subito sul 3-1 grazie a una serie positiva di Della Lunga in attacco. Milano risponde con Skrimov (3-2), poi è Milushev a murare Della Lunga e subito dopo Georgiev blocca l’attacco di Torres. I giallorossi sono in affanno in attacco e la Revivre spinge sull’acceleratore portandosi sull’8-12 grazie al mani out trovato da Skrimov. La CMC interrompe il gioco (12-16) dopo l’ennesimo muro meneghino, ma la ripresa del gioco vede solo aumentare il divario tra le due formazioni: Milano trascinata dai suoi due centrali, vola a +5, gap che i romagnoli non riusciranno più a colmare. Georgiev chiude il primo tempo del 23esimo punto, mentre Skrimov conquista il primo match ball con un pallonetto vincente: a chiudere set e match è Milushev con un mani out (19-25).

Chiamate Video Check
1° SET
0-2 (attacco Ricci). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla Revivre (0-3)
4-7 (attacco out Milushev). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla CMC (5-7)

2° SET
10-15 (attacco Van Garderen). Video Check richiesto dalla CMC per verifica invasione a muro. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla CMC (11-15)

3° SET
2-4 (battua Skrimov). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla CMC (3-4)
21-21 (attacco Skrimov). Video Check richiesto dalla CMC per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (21-22)
24-23 (battuta out Mengozzi). Video Check richiesto dalla CMC per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla CMC (25-23)

4° SET
3-3 (attacco out Koumentakis). Video Check richiesto dalla CMC per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (3-4)

LE DICHIARAZIONI
Luca Monti (Allenatore Revivre Milano): “Siamo una squadra in crescita e si vede, abbiamo piacere di giocare insieme e soffrire per fare risultato. Sono contento della prestazione dei ragazzi, è un buon periodo per noi e oggi abbiamo giocato una buona gara. Sono stati tutti bravi, ma sono felice soprattutto per Milushev che oggi ha giocato un match con grande continuità, al di sopra dei suoi standard. La squadra adesso è squadra vera”.
Dore Della Lunga (giocatore CMC Romagna): “Milano ha meritato, sta giocando meglio di noi e anche di altre squadre in questo periodo. Per come hanno giocato nel girone di ritorno di certo non meritano l’undicesimo posto. Per noi è stata una serata difficile, quando loro hanno mollato qualcosa nel terzo noi siamo riusciti ad allungare la gara, ma subito dopo il loro livello è tornato alto e noi abbiamo perso. Continuiamo a lavorare e a cercare di migliorarci dopo la gara di oggi, da domani si pensa già alla prossima gara”.

CMC ROMAGNA – REVIVRE MILANO 1- 3


CMC ROMAGNA: Mengozzi 7, Ricci 2, Cavanna 3, Zappoli, Della Lunga 17, Van Garderen 7, Polo 3, Koumentakis 9, Goi (L), Torres 11, Boswinkel 5, Bari (L), Perini De Aviz 0.
1° Allenatore: Kantor

REVIVRE MILANO: Milushev 23, Gavenda, De Togni 12, Sbertoli 2, Skrimov 18, Russomanno 3, Tosi (L), Rivan (L), Alletti, Baranek 0, Boninfante, Georgiev 14, Burgsthaler, Marretta 0.
1° Allenatore: Monti
2° Allenatore: Held

ARBITRI – 1° Arbitro: Pol Diego; 2° Arbitro: Zanussi Alberto.

NOTE – Durata set: 26′, 29′, 27′, 25′ per un totale di 1 ora e 47 minuti di gioco. Spettatori: 850.

CMC ROMAGNA: battute sbagliate 15, ace 5, ricezione positiva 49 per cento (perfetta 35 per cento), attacco 44 per cento, muri 5.
REVIVRE MILANO: battute sbagliate 16, ace 2, ricezione positiva 61 per cento (perfetta 39 per cento), attacco 58 per cento, muri 10.

MVP: Riccardo Sbertoli (Revivre Milano)

———————————————–
Revivre Milano ancora vittoriosa al PalaIper: tie break e primo posto del girone!

Quarta vittoria consecutiva per i meneghini che tornano al PalaIper per continuare la scia positiva iniziata proprio qui nella 5^ giornata del girone di ritorno quando De Togni e compagni vinsero per 3-1 il derby. Match tuttavia equilibrato: le due formazioni si sono alternate alla conquista dei set per giungere al combattutissimo tie-break in cui Milano ha avuto la meglio ai vantaggi per 16 – 18. Coach Monti chiama in campo quasi tutti i giocatori e ognuno offre il suo contributo fondamentale per raggiungere l’obiettivo comune: Dal giovane Rivan al ritrovato Burgsthaler, passando per Marretta e infine Alletti. Ottima la prestazione di Skrimov, che con 28 punti viene premiato MVP della gara. Grazie a questa vittoria i meneghini conquistano la vetta della classifica del pool dei Play Off Challenge UnipolSai. Sabato prossimo affronteranno la LPR Piacenza al PalaBorsani per l’ultima gara del girone.foto mi-monza

LA PARTITA – Monza scende in campo con Raic opposto, Galliani e Botto schiacciatori, Jovovic in regia, Beretta  e Verhees al centro, Rizzo in seconda linea. Il sestetto di Milano è composto da: Russomanno e Skrimov schiacciatori, Tosi libero, Georgiev e De Togni al centro, Sbertoli palleggiatore, Milushev opposto.

Botto mette in campo la prima palla ma la sua difesa non è altrettanto buona e l’attacco di Skrimov gli esplode sulle braccia. Un’azione spettacolare vale a Milano il punto numero 4: difesa di Milushev e salvataggio di Sbertoli, Skrimov concretizza con una pipe. Il time-out tecnico è della squadra di casa che lo ottiene grazie al pallonetto giocato dal suo opposto. Monza si allontana e Monti chiede un time-out discrezionale (17 – 12). Marretta sostituisce Russomanno al servizio sul 20 – 16, ma il palleggio di De Togni è falloso e il punto è degli avversari. Il primo parziale finisce 25 – 19 con la tesa al centro giocata da Verhees sulle mani di Sbertoli. Nel secondo parziale Marretta è confermato in campo per Russomanno. I meneghini mettono la testa avanti aumentando di 5 lunghezze. Botto sbaglia al servizio e Milano raggiunge il time-out tecnico (7 – 12). Monza difende bene ma la parallela dell’opposto milanese è vincente (10 – 15). La parallela di Skrimov consegna 4 set point per riportare la parità; la prima opportunità è annullata dal sevizio in rete dell’opposto meneghino. È ancora una volta Skrimov a chiudere, con un attacco davanti ai piedi di Botto ( 21 – 25). L’inizio del terzo set è equilibrato: 4 – 4 dopo l’invasione a rete di Milano. Si staccano i brianzoli grazie ai muri di Sala e compagni (9 – 6). L’attacco dell’opposto meneghino finisce in pasto al muro di Raic: Monza raggiunge il dodicesimo punto e il time-out tecnico, Milano – 2. I ragazzi di Monti restano indietro di 3 lunghezze ma l’errore al servizio di Raic gli concede un attimo di respiro che fa bene: Sbertoli come terzo di rete mura proprio l’opposto avversario. Al rientro dal time-out discrezionale richiesto da Monza, Skrimov mette a segno un ace che vale il 17 pari. Beretta e Raic fermano Skrimov e Monza ha a disposizione 3 set point. Alletti entra al servizio ma Rousseaux chiude il terzo parziale attaccando sul muro meneghino (25 – 23).

Le due formazioni si alternano, ma restano in parità per la prima parte del set, poi Monza sale a + 2. L’ace di Raic porta i padroni di casa al time-out tecnico sul + 3. Sala e Jovovic non si capiscono e la palla finisce in rete: 13 pari. Il servizio di Botto finisce in rete e Milano conquista un set point che viene annullato dall’attacco di Beretta: 24 pari. La Revivre può concretizzare una seconda opportunità guadagnata e poi concretizzata da Skrimov. Il sestetto ospite approda al tie break (24 – 26).

Guidata dal servizio di Raic, Monza è in vantaggio di 2 lunghezze. Sbertoli mette giù un muro e i meneghini pareggiano per poi tornare in vantaggio grazie al primo tempo del loro capitano. La Revivre giunge al cambio campo con il minimo vantaggio (8-7) annullato dal pallonetto di seconda intenzione di Jovovic. Raic va a segno: match point Monza, ma lo stesso opposto è out al servizio: 14 pari. Match point guadagnato per i milanesi, questa volta a opera di De Togni così come il muro che vale il diciottesimo punto e il derby.

 

LE DICHIARAZIONI

Iacopo Botto (schiacciatore Gi Group Team Monza): Sembra una maledizione: tutti i derby che giochiamo in casa li vince la Revivre e noi ricambiamo con la stessa moneta lontano dal nostro pubblico. Coincidenze a parte non abbiamo giocato certamente il nostro miglior volley. O meglio, non l’abbiamo fatto con continuità e, soprattutto, non nei momenti che contavano. Del resto se ci stiamo giocando questo girone è chiaro che qualcosa dobbiamo migliorarla. Ora focalizziamoci sulla prossima partita che sarà importante per provare a strappare il primo posto in classifica del girone”.

 

 Luca Monti (1° allenatore Revivre Milano): “Sono molto contento di questa vittoria, ma sappiamo che la prossima partita sarà molto difficile perché Piacenza ha sicuramente alzato il livello di gioco e ci aspetterà una partita difficile. Quello che mi piace molto è l’ambiente che si è creato: i ragazzi hanno voglia di gioca e di divertirsi e in campo l’hanno dimostrato. Chiunque entri, gioca per la squadra e gioca per divertirsi”.

 

VIDEO CHECK

1° SET

1-1   (Muro di Monza). Video check chiamato da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata punto assegnato a Monza (1-1)

 

2° SET

6-10 (pipe di Galliani). Video check richiesto da Monza per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (6-10)

 

3° SET

14-11 (attacco Milushev) Video check richiesto da Monza per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata punto assegnato a Milano (14-11)

 

4° SET

24-26 (muro di Monza). Video check richiesto da Monza per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (24-26)

 

5° SET

10-8 (muro Milano) Video check richiesto da Monza per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (10-8)

12-11 (attacco Monza) Video check richiesto da Monza per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (12-11)

 

 

GI GROUP MONZA – REVIVRE MILANO 2 – 3

 

GI GROUP MONZA: Raic 21, Sala 7, Daldello  (L), Galliani 9, Mercorio 1, Brunetti, Jovovic 8, Rizzo (L), Botto 8, Verhees 2, Beretta 16, Zanatta Buiatti, Rousseaux 4, Gao.

1° Allenatore: Cattaneo

2° Allenatore: Dagioni

 

REVIVRE MILANO: Milushev 15, Gavenda, Alletti, Sbertoli 4, Skrimov 28, Russomanno, Tosi (L), De Togni 11, Rivan (L), Baranek, Boninfante, Georgiev 7, Burgsthaler 6, Marretta 10.

1° Allenatore: Monti

2° Allenatore: Held

 

ARBITRI – 1° Arbitro: Marco Zavater; 2° Arbitro: Massimo Florian.

 

NOTE – Durata set: 25′, 28′, 27′, 28′, 21′ per un totale di 2 ore e 9 minuti di gioco.

 

GI GROUP MONZA: battute sbagliate 20, ace 5, ricezione positiva 49 per cento (perfetta 30 per cento), attacco 46 per cento, muri 16.

 

REVIVRE MILANO: battute sbagliate 19, ace 3, ricezione positiva 52 per cento (perfetta 28 per cento), attacco 48 per cento, muri 15.

 

MVP: Todor SKRIMOV (Revivre Milano)

 

 

Ufficio Stampa

Powervolley Revivre Milano

 

 

 

 

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi