Pallavolo: Powervolley Revivre Milano 2018-2019, Fusaro…una stagione incredibile!

Rompete le righe per Milano, Fusaro: “E’ stata una stagione incredibile”
Il presidente della Revivre Axopower ha salutato staff e giocatori nella cena finale di stagione

MILANO – “Sciogliete le righe” per la Revivre Axopower Milano che segna ufficialmente la chiusura della stagione 2018-2019 della formazione del capoluogo lombardo. La società del presidente Lucio Fusaro si è ritrovata a cena per vivere un momento finale di condivisione prima della partenza degli atleti per gli impegni estivi, chi per gli appuntamenti nazionali chi per le vacanze in famiglia.

È stata una stagione incredibile per la Powervolley che si è confermata ad alto livello dopo l’exploit dell’anno scorso con il sesto posto e l’ingresso nei Play Off scudetto. In questo campionato la formazione guidata da coach Giani ha voluto stupire ancora e, dopo aver piazzato nove vittorie consecutive nel girone di ritorno (saranno poi 11 vittorie su 13 complessivamente), dopo aver segnato lo storico sold out del Mediolanum Forum (con record di incasso e di affluenza di pubblico nella storia della regular season della Superlega), ha messo in cassaforte 49 punti in classifica (chiudendo a pari merito con Modena) e raggiunto per la seconda volta consecutiva l’ingresso nei Play Off Scudetto, trovando l’eliminazione ai quarti per mano di Modena. «Volevo ringraziarvi a nome della società – sono le parole del presidente Lucio Fusaro durante la cena –: abbiamo fatto molto meglio di quello che ci aspettavamo. All’inizio siamo partiti male, salvo poi aver finito in gloria.

È normale che la delusione dei quarti è stata tanta e da tutti condivisa, ma lo sport è anche questo ed insegna anche a perdere e a saper trarre insegnamento dalle sconfitte, una cosa che ci deve servire per il prossimo anno». E se il passato è di insegnamento, il futuro è certamente ricco di speranza per questa Milano che avrà finalmente la possibilità di giocare le partite casalinghe nella nuovissima Allianz Cloud (ex PalaLido). «Il prossimo anno finalmente saremo a Milano – prosegue Fusaro –: avremo una nostra casa ed una nostra identità. Sappiamo che la città di Milano è molto esigente e che saremo chiamati a fare molto bene per creare affezione e movimento. Questa è la nostra responsabilità».

Si chiude così la stagione per la compagine milanese: molti i giocatori che partiranno in vista degli impegni con le rispettive nazionali, al pari dello staff tecnico che proseguirà la propria estate con gli impegni con la nazionale tedesca (il tecnico Giani, il vice allenatore De Cecco ed il preparatore Berti) e la nazionale francese (lo scoutman Paolo Perrone), mentre chi rimarrà in Italia e a Milano avrà la possibilità di continuare ad allenarsi nella Powervolley Academy per qualche altro giorno: poi sarà il definito “rompete le righe” e sarà tempo di pensare alla prossima stagione all’ombra della Madonnina.

                                                                                  —————–

Sbertoli: “Stagione positiva, ma ci è mancata la ciliegina sulla torta”
Il palleggiatore, tra presente ed immediato futuro, commenta l’annata della Revivre Axopower Milano.

Il sorriso di Riccardo Sbertoli racconta la spensieratezza dei suoi 20 anni. Classe 1998, si è messo alle spalle la sua quarta stagione in Superlega, aggiungendo al suo bagaglio di esperienze maggiore maturità. Ma a quella sportiva, il regista milanese non manca di affiancare la propria crescita umana, proseguendo il suo percorso di studi universitario, ora al secondo anno di economia.

Con la stagione ormai alle spalle, il tempo è utile, anche per il palleggiatore della Revivre Axopower Milano, di tirare le somme di un’annata che lo ha visto protagonista con la squadra della sua città natale: «E’ stata una stagione importante per noi – commenta Sbertoli -. Abbiamo iniziato male, ma abbiamo avuto la forza di ritrovarci come gruppo e come squadra. Ci portiamo dietro i successi del girone di ritorno, ma è normale che non siamo stati contenti di come abbiamo affrontato i quarti dei Play Off. Ci aspettavamo tutti qualcosa di più, soprattutto perché eravamo consci delle nostre potenzialità ma ancor più delle nostre qualità.

Ma fa parte del gioco, per questo questa esperienza ci servirà per il futuro. Ci è mancata la ciliegina sulla torta: abbiamo dimostrato che potevamo giocarcela con tutti e siamo arrivati lì, a ridosso delle grandi». La prossima stagione per Milano sarà speciale, con l’approdo all’Allianz Cloud, e lo sarà anche per Sbertoli che, da milanese doc, non nasconde la voglia di mettere finalmente piede nell’impianto di Piazza Stuparich che a fine giugno dovrebbe ospitare la tappa italiana della VNL. Il sogno di entrarci, magari prima con la maglia azzurra, è chiuso lì nel cassetto di Sbertoli: «La maglia azzurra è un sogno per ogni atleta, ma al tempo stesso un onore. Indossarla per me è un grande privilegio e se farò parte del gruppo azzurro è perché ho dimostrato, durante la stagione con Milano, di poterla meritare. Starà poi a me dare il massimo con la Nazionale».

Paolo Tardio
Head of Communication

Powervolley Revivre Milano 2.0 ssdrl 
3895816173 | p.tardio@powervolleymilano.it
3492375428 | uff.stampa@powervolleymilano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *