Pallavolo: Powervolley Milano, vince con Sora, straccia Padova, sempre più su!

9a Giornata Andata Regular Season SuperLega UnipolSai
Vittoria convincente della Revivre su Sora. 3 punti per i meneghini che salgono a quota 12.
Nimir Abdel-Aziz MVP

IL TABELLINO
REVIVRE MILANO – BIOSÌ INDEXA SORA 3-0 (25-21, 25-19, 25-20)
Durata set: 28’, 25’, 27’. Tot: 1 ora, 20 minuti
REVIVRE MILANO: Abdel Aziz 21, Piccinelli (L), Klinkenberg 1, Daldello, Tondo, Schott 10, Perez, Piano 5, Galassi, Averill 7, Fanuli (L), Preti n.e., Cebulj 9. All. Giani
BIOSÌ INDEXA SORA: Marrazzo, Penning 1, Caneschi 5, Fey 1, Lucarelli n.e., Santucci (L) n.e., Nielsen 4, Rosso 3, Mattei 1, Duncan n.e., Seganov 2, Mauti (L), Petkovic 17. All. Barbiero
NOTE: REVIVRE MILANO: 7 muri, 10 ace, 17 errori in battuta, 47% in attacco, 42% (16% perfette) in ricezione. BIOSÌ INDEXA SORA: 4 muri, 0 ace, 16 errori in battuta, 43% in attacco, 35% (14% perfette) in ricezione.

Con una prova convincente la Revivre Milano si aggiudica per 3-0 la sfida della 9a giornata di Andata di Regular Season di SuperLega UnipolSai contro la Biosì Indexa Sora. Piano e compagni concedono poco alla formazione laziale che al PalaYamamay di Busto Arsizio non riescono a cancellare lo 0 nella casella delle vittorie stagionali. E’ il quarto successo invece per la Revivre Milano che sale a 12 punti in classifica e incorona ancora una volta Nimir Abdel-Aziz quale MVP di giornata. Per l’opposto olandese altri 21 punti messi in cascina, 14 in attacco (54% in attacco), 1 muro e ben 6 aces. In doppia cifra per Milano anche un ottimo Ruben Schott, 10 punti, 4 ottenuti in battuta. 100% in attacco per Taylor Averill che completa la serata anche con 2 muri. Per Sora il solo Dusan Petkovic ottiene la sufficienza questa sera con 17 punti (61% in attacco). Coach Giani ha fatto esordire anche il nuovo arrivato Angel Perez, subentrato a Nicola Daldello (perfetto in regia questa sera) a metà del terzo parziale.

MVP: Nimir Abdel-Aziz (Revivre Milano).
Spettatori: 1.639

Andrea Giani (Revivre Milano):
“Stasera dovevamo ottenere i tre punti e lo abbiamo fatto, pur giocando forse una bella partita. Per quanto mi aspetto dal nostro gioco volevo sicuramente di più: abbiamo vinto e va bene, ma bisogna continuare a produrre qualità in allenamento e soprattutto in partita. Oggi abbiamo sprecato tante occasioni di gioco, non riuscendo a mantenere anche vantaggi di 7 punti e facendoci recuperare. A me piace avere uno standard fisso, mantenere anche grandi vantaggi continuando a giocare la nostra pallavolo. Questa sera abbiamo avuto dei vuoti e dovremo lavorare in futuro su questo”.

Mattia Rosso (Biosì Indexa Sora): “Un’altra sconfitta: purtroppo non riusciamo ad entrare nel vivo del campionato quest’anno non riuscendo a vincere. Siamo partiti contratti permettendo a Milano, formata da giocatori eccellenti, di prendere il gioco in mano e avvantaggiarsi immediatamente. Chiaro che per noi entra un po’ di scoramento durante la partita che è difficile recuperare e che puoi solo cancellare vincendo set e partite. Quando arriverà la prima vittoria sono sicuro che ci sbloccheremo ed inizieremo la nostra stagione: dobbiamo diventare più cinici”.

LA PARTITA

LE FORMAZIONI
Revivre Milano:
Daldello-Abdel-Aziz, Piano-Averill, Schott-Cebulj, Piccinelli/Fanuli (L).
Biosì Indexa Sora:
Seganov-Petkovic, Caneschi-Mattei, Nielsen-Fey, Mauti (L).

1° SET
Chiamato subito in causa Averill che firma il primo break della gara (3-1), seguito dal muro di Piano su Mattei (6-3) e l’ace di Nimir (7-3). Con l’ex Nielsen e a muro Seganov, Sora ristabilisce il pari a quota 11 (tempo Giani), trovando il sorpasso sul turno al servizio proficuo di Petkovic (11-12). Milano però riprende le redini del gioco sul turno al servizio di Cebulj e con gli attacchi di Nimir (17-15). Gioca sciolta la Revivre, aumenta il proprio vantaggio e chiude il primo set (25-21)

2° SET.
Partenza a razzo per la Revivre in apertura: doppio ace per uno scatenato Ruben Schott (5-1) e time out chiesto immediatamente da coach Barbiero. La Revivre continua a spingere in battuta: prima Nimir (11-4) poi Cebulj (13-5) mandano Revivre avanti di 8 lunghezze. Sora però si riavvicina sul turno al servizio di Seganov e Giani usa immediatamente i suoi due time out (13-8 e 13-9). Il tecnico di Milano chiede maggiore continuità: il lungolinea di Nimir riporta il +6 e la Revivre con un gioco corale ben orchestrato da Daldello chiude anche il secondo parziale (25-19) con un ace di Schott (il terzo nel set).

3° SET.
Sul turno al servizio di Daldello la Revivre innalza il proprio muro (4-0, tempo Sora e coambio con Marrazzo per Seganov). Milano aumenta il proprio divario con Cebulj e le difese di Piccinelli (16-10). Giani così decide per un doppio cambio: dentro Galassi per Averille e Perez per Daldello. Esordio in SuperLega per il palleggiatore di Porto Rico. Nonostante un tentativo di aggancio di Sora (20-16 con il solito Petkovic), Milano tiene stretto il vantaggio e chiude set e match (25-20).

                                                                                ————————-

10a Giornata Andata Regular Season SuperLega UnipolSai
A Padova è dominio Revivre. 0-3 e altri tre punti in classifica per Milano. MVP Nimir Abdel-Aziz

IL TABELLINO
KIOENE PADOVA – REVIVRE MILANO 0-3 (22-25, 13-25, 13-25)
Durata set: 29’, 23’, 23’. Tot: 1 ore,15 minuti
KIOENE PADOVA: Polo 8, Nelli 6, Peslac n.e., Gozzo n.e., Balaso (L), Cirovic 9, Sperandio, Volpato 1, Premovic 1, Travica 2, Koprivica 3, Randazzo 5. All. Baldovin
REVIVRE MILANO: Abdel Aziz 18, Piccinelli (L), Klinkenberg 6, Daldello 2, Tondo, Schott, Perez, Piano 8, Galassi, Averill 4, Fanuli (L) n.e., Preti, Cebulj 8. All. Giani
NOTE. KIOENE PADOVA 6 muri, 2 ace, 15 errori in battuta, 37% in attacco, 41% (22% perfette) in ricezione. REVIVRE MILANO: 7 muri, 7 ace, 10 errori in battuta, 52% in attacco, 47% (26% perfette) in ricezione.

Seconda vittoria consecutiva, 4 risultato utile consecutivo per la Revivre Milano. Sul campo della Kioene Padova la squadra di Giani domina il match in 1 ora e 15 minuti di gioco battendo i padroni di casa con un netto 0-3 (22-25, 13-25, 13-25). Ci si aspettava una partita differente visto le qualità della Kioene mostrate fino a questo momento in SuperLega (i 16 punti conquistati fino a questo momento ne sono una prova), ma questa sera la Revivre ha spinto sull’acceleratore fin dal primo punto, vincendo in volata il primo ed unico set combattuto della gara (22-15) e lasciando a 13 Padova sia nel secondo che nel terzo parziale. Giani ha chiesto più continuità ai ragazzi e questa sera Piano e compagni hanno mostrato di continuare ad attaccare l’avversario anche nei momenti di grande vantaggio. Nimir Abdel-Aziz vince la sfida contro il pari ruolo Nelli: 18 punti per l’olandese (6 per l’opposto di Padova firmati solo nel 1 set), 13 in attacco (65% di positività) e 5 in battuta. Tutta la Revivre questa sera ha giocato una partita concreta e di attenzione: sempre più in mano alla regia di un preciso Nicola Daldello (2 punti per lui), Milano attacca con un 52% totale in attacco, mura bene (7 totali), batte ottimamente (7 aces) ma soprattutto difende, sporca a muro e contrattacca con grande efficacia. Ottimo lavoro stasera per il capitano Matteo Piano (8 punti, 3 muri ed il 71% in attacco), di Klemen Cebulj (8 punti, 42% in attacco 1 muro e 2 ace), di Piccinelli e Klinkenberg in ricezione (43% di positiva il primo 45% il secondo) e dell’ex Taylor Averill che, anche se chiamato poco in causa in attacco, piazza due muri vincenti e consente più volte rigiocate punto ai suoi compagni.

Ora la Revivre Milano è attesa da due turni importantissimi in casa: domenica 10 dicembre c’è la Calzedonia Verona mentre il 17 dicembre arriverà la BCC Castellana Grotte. Continuare la scalata in classifica è l’obiettivo primario della squadra di Andrea Giani, contro due avversarie che venderanno cara la pelle al PalaYamamay.

Andrea Giani (Revivre Milano): “Sinceramente non mi aspettavo una gara come questa perché so che Padova sa giocare molto bene e fino ad oggi lo ha dimostrato. Della nostra gara devo dire che siamo andati molto bene in battuta e successivamente con il muro e la difesa. Abbiamo fatto bene quello che dovevamo questa sera, mantenendo il focus sul nostro gioco nonostante il divario che avevamo creato nel secondo e terzo set. Questa era una partita importante, e abbiamo dovuto mettere tanta qualità per vincere: dobbiamo farlo anche nel proseguo della stagione se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi”.

LA PARTITA

LE FORMAZIONI
Kioene Padova:
Travica-Nelli, Volpato-Polo, Cirovic-Randazzo, Balaso (L).

Revivre Milano: Daldello-Abdel-Aziz, Piano-Averill, Klinkenberg-Cebulj, Piccinelli (L).

1° SET
L’ex patavino Averill ferma Volpato al centro e regala il primo break della gara (7-9). Piano si fa perdonare dell’errore in attacco (10-10) fermando Cirovic (10-12), segue l’ace di Nimir Abdel-Aziz (10-13, tempo Padova). Altro ace dell’opposto di Milano (10-14), ma Padova torna sotto con un muro di Cirovic e l’out di Cebulj (13-14). Primo tempo sbagliato di Volpato, Milano di nuovo a +3 e tempo per Padova (16-19). Piano continua ad essere presente in centro, sia in attacco che a muro (19-23). Breve black-out di Milano: Nimir vine fermato a muro (21-23), ace di Cirovic (22-23). Piano ferma il recupero patavino (22-24), Randazzo manda out (22-25)
STATISTICHE 1° SET:
Best scorer: PADOVA: Nelli 6, Randazzo 4, Cirovic 4. MILANO: Nimir 6, Piano 5. .
Muri: PADOVA 2. MILANO: 4.
Battute (Ace/Errori): PADOVA: 1/6. MILANO: 3/3 (3 Nimir Abdel-Aziz).
Attacco: PADOVA: 54%. MILANO: 42%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). PADOVA: 41%(23%). MILANO: 56%(25%).

2° SET.
Fuga della Revivre: ottimo lavoro in muro-difesa della squadra di Giani che consente poi i contrattacchi vincenti di Piano (3-7, tempo Baldovin). Ace di Abdel-Aziz (3-8) ed il break di Milano continua con la pipe vincente di Cebulj (4-9), l’out di Randazo (4-10), l’ace di Cebulj (4-12) ed il primo tempo di Piano (4-13, tempo Baldovin). Altro ace di Cebulj (4-14), contrattacco di Nimir (4-15), contrattacco di Cebulj (4-16, tempo Baldovin). Cambi per Giani, con Perez e Galassi che prendono il posto di Daldello e Averill (7-18). Padova rosicchia qualcosa (10-19), ma Milano gestisce il divario ed aumenta sul finale grazie al tapin di Klinkenberg e l’out di Nelli (13-25). 0% in attacco per Nelli nel set.
STATISTICHE 2° SET:
Best scorer: PADOVA: Polo 4. MILANO: Nimir 5, Cebulj 5.
Muri: PADOVA 2. MILANO: 0.
Battute (Ace/Errori): PADOVA: 0/5. MILANO: 3/4.
Attacco: PADOVA: 27%. MILANO: 65%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). PADOVA: 20%(10%). MILANO: 33%(33%).

3° SET.
Tornano Daldello e Averill. Gran difesa di Daldello su Nelli, alzata di Klinkenberg e Nimir ringrazia (2-5). Muro vincente del trio Daldello-Piano-Cebulj su Cirovic e Baldovin ferma il gioco (3-7). Altro muro su Nelli (3-8) che viene sostituito da Premovic. Qualche errore di troppo di Milano dimezza il vantaggio (8-11). Torna però a +5 la Revivre dopo l’errore di Randazzo che poi viene sostituito da Koprivica (8-13). Tempo Baldovin che prova ad interrompere il nuovo allungo meneghino (8-15). Sul 9-18 cambi per Giani con Schott Perez e Galassi in campo. La luce nella metà campo patavina è completamente spenta e la Revivre con agilità gestisce la situazione e chiude set e match con Nimir (13-25).
STATISTICHE 3° SET:
Best scorer: PADOVA: Polo 3, Cirovic 3. MILANO: Nimir 7, Cebulj 3.
Muri: PADOVA 2. MILANO: 3.
Battute (Ace/Errori): PADOVA: 1/4. MILANO: 1/3.
Attacco: PADOVA: 50%. MILANO: 29%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). PADOVA: 59%(32%). MILANO: 44%(22%).

Gabriele Pirruccio
Ufficio Stampa e Social Media Manager
Powervolley Revivre Milano
Cell. 349 2375428
Cell. 3477923273

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *