Blog

Pallavolo – Powervolley insegue un sogno – VINCERE!

Niente da fare per la Revivre Milano nella difficile trasferta umbra. Coach Monti deve fare i conti con un Milushev non in giornata e prova così la diagonale Sbertoli-Baranek, ma i padroni di casa della Sir, guidati dall’esperto De Cecco, chiudono il match in tre set. Ora Milano dovrà prepararsi per la prossima complicata gara al PalaBorsani di domenica 24 gennaio contro DHL Modena, Campione d’Inverno.

13ª giornata Campionato Italiano di pallavolo maschile Serie A1 SuperLega UnipolSai 2015/16.  PalaEvangelisti Perugia, 17.01.2016
13ª giornata Campionato Italiano di pallavolo maschile Serie A1 SuperLega UnipolSai 2015/16.
PalaEvangelisti Perugia, 17.01.2016

Nel primo set Monti schiera Boninfante in regia con Milushev opposto, Alletti e De Togni al centro, Skrimov e Russomanno schiacciatori e Tosi Libero. Perugia risponde con De Cecco, Russell, Buti, Atanasijevic, Fromm, Elia e Giovi libero.
Il gioco inizia in modo equilibrato tra le due squadre con De Togni e Russomanno che vanno a segno in attacco, ma Perugia non ci mette molto a trovare il break e arrivare in vantaggio al primo time out tecnico grazie alla pipe vincente di Fromm (12-7). Milano rientra in campo e sbaglia molto soprattutto al servizio, mentre i padroni di casa prendono il largo (17-12). Sul 20-15 coach Monti sostituisce Sbertoli su Boninfante, arriva l’attacco vincente di Skrimov, ma il finale del set vede il dominio della Sir che va a chiudere con un mani out di Russell (25-21).
Nel secondo parziale Perugia ingrana subito la marcia giusta e con Atanasijevic al servizio si porta subito sul 4-1. Milano risponde con Russomanno in attacco e sul 13-7 arriva la sostituzione di Baranek su Milushev, che non riesce a dare il suo contributo in attacco. Subito dopo arriva anche il cambio di Sbertoli su Boninfante: con la nuova diagonale palleggio-opposto, Milano riesce a giocare più palloni al centro, ma le difficoltà per la squadra meneghina non finiscono. Coach Monti decide di far entrare anche il giovane libero Rivan in alternanza con Tosi per la difesa. Skrimov trova l’ace sul 17-10, ma anche in questo caso subentrano troppi errori e il finale del set è a favore dei Block Devils che si portano così sul 2-0 (25-17).
Il terzo e ultimo parziale vede ripartire la stessa formazione che ha concluso il set precedente e Milano sembra ripartire con il piede giusto: Sbertoli riesce a recuperare una palla ricevuta male e serve Alletti che chiude il primo tempo vincente (1-1). Perugia risponde, ma i meneghini spolverano nuovamente il parco dei centrali ed è la volta di Capitan De Togni (5-4). Baranek interviene in attacco con un mani out e i punti successivi sono di Aimone Alletti che con un muro vincente ristabilisce la parità (7-7). Russomanno va al servizio, forza mettendo in difficoltà la ricezione umbra che restituisce subito la palla e ci pensa Skrimov a chiudere di prima intenzione (12-11). Rientra Milushev su Baranek, ma va al servizio Atanasijevic che mette in crisi la ricezione milanese tanto da costringere coach Monti a interrompere il gioco (14-12). Nella seconda parte del set sono troppi gli errori della Revivre in attacco e ricezione e il muro di Elia sul pallonetto di Skrimov decreta la fine della partita (25-17).

LE DICHIARAZIONI

Aimone Alletti (Revivre Milano): ”Mancano tante cose. Dopo tante sconfitte è normale che si avverta questa sensazione, però dopo aver superato un certo numero si deve trasformare in cattiveria, rabbia e voglia di vincere. La prossima partita siamo in casa con Modena, partita che ci può aiutare perché non abbiamo nulla da perdere. Dobbiamo trovare la voglia di divertirci in campo che per ora manca. Abbiamo lavorato abbastanza bene in battuta, ma non abbiamo poi concretizzato a muro e in difesa”.

Alberto Elia (Sir Safety Conad Perugia): “Cerco di farmi trovare pronto quando c’è bisogno. Per fortuna ho dei buoni maestri. Loro mi dicono cosa fare poi io vado in campo e cerco di fare il meglio. La nostra forza è che abbiamo fissato degli obiettivi alti che vogliamo centrare. Ci siamo confrontati e abbiamo ammesso di non essere soddisfatti di quanto fatto fino ad ora, dobbiamo fare di più a partire dalla prossima gara in campionato e poi la final four di Coppa Italia”.

CHIAMATE VIDEO CHECK
1 SET
9-5 (invasione di Boninfante). Video check richiesto da Milano per verifica invasione a rete di Boninfante. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (9-5).
22-18 (attacco Elia). Video check richiesto Perugia per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (22-18).
2 SET
12-7 (attacco Skrimov). Video check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (12-17).

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – REVIVRE MILANO 3-0
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 5, Russell 12, Buti 6, Atanasijevic 15, Fromm 9, Franceschini, Elia 6, Giovi libero.
REVIVRE MILANO: Boninfante 2, Sbertoli, Russomanno 7, Alletti 6, Milushev, Baranek 3, Skrimov 15, De Togni 3, Tosi e Rivan Libero.

ARBITRI – 1° Arbitro: Zavater Marco; 2° Arbitro: Puecher Andrea

NOTE – Durata set: 26′, 23′, 23′, per un totale di 1 ore e 12 minuti di gioco.

SIR SAFETY PERUGIA: battute sbagliate 16, ace 8, ricezione positiva 34 per cento (perfetta 21 per cento), attacco 65 per cento, muri 5.

REVIVRE MILANO: battute sbagliate 9, ace 5, ricezione positiva 48 per cento (perfetta 33 per cento), attacco 40 per cento, muri 2.

MVP: Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia)

————————————————————————

Powervolley Revivre –  DHL Modena 0-3

Nel sold-out del PalaBorsani di Castellanza (2.123 spettatori), il testa-coda tra la capolista DHL Modena e la Revivre Milano vede primeggiare la formazione emiliana che con un secco 3-0 (18-25, 19-25, 15-25) conquista i 3 punti e mantiene la leadership del Campionato di SuperLega UnipolSai. Match comunque divertente in cui le due squadre hanno offerto una bella pallavolo e azioni spettacolari al numeroso pubblico accorso al palasport lombardo. La Revivre Milano cerca di tenere testa in più occasioni alla potenza di Modena: tre set fotocopia, con Milano combattiva fino a metà parziale poi la classe e la forza di Modena che esce nei momenti decisivi, con le giocate super di Bruninho (nominato MVP), e le conclusioni vincenti delle bocche di fuoco modenesi (15 punti per Vettori, 13 per Petric e 10 per Ngapeth). La Revivre si è comunque dimostrata dura da battere: serve più continuità da parte degli uomini di Luca Monti per lottare fino alla fine contro corazzate come Modena. Continuità che servirà nei prossimi match con avversarie “più abbordabili” per incrementare il bottino di punti in classifica e regalare vittorie e soddisfazioni ai tifosi Powervolley.

SESTETTI:
REVIVRE MILANO: Boninfante-Milushev, Alletti-De Togni, Skrimov-Russomanno, Tosi (L).
DHL MODENA: Bruninho-Vettori, Ngapeth-Petric, Lucas-Bossi, Rossini (L).

1° SET
Dopo un inizio positivo con la Revivre avanti anche nel punteggio (5-6), sono alcuni errori di troppo della formazione di Luca Monti (attacchi out di Milushev e Skrimov e due invasioni del muro milanese) a scavare un gap importante a favore della DHL Modena (10-16). Gli emiliani mantengono il vantaggio anche se Milano sul finale di set mostra ottime giocate che fanno divertire il pubblico del PalaBorsani (18-25)

2° SET
Time out chiamato da Luca Monti dopo l’immediata fuga di Modena (4-8). L’ace di Milushev (decisivo il Video Check che cambia la decisione arbitrale), l’out di Lucas ed il grande muro di Russomanno su Ngapeth portano la Revivre sul -1 (tempo Lorenzetti). Modena però riesce ancora ad allungare: il muro di Ngapeth su Milushev regala il nuovo +4 a Modena (15-19) che incrementa fino al 19-25 finale.

3° SET
Dopo la sosta lunga tra secondo e terzo set con due tifosi che si sono aggiudicati le maglie della Revivre Milano e della DHL Modena, oltre ai numerosi palloni Powervolley regalati al pubblico, il match riprende con la Revivre Milano che lotta ad armi pari contro i modenesi. Lunghe e spettacolari azioni strappano gli applausi del PalaBorsani, come la grande alzata di Bruninho per l’attacco in parallela di Ngapeth (7-9). Come nei set precedenti però la Revivre Milano gioca punto su punto con la DHL fino a metà set, poi l’accelerata sul finale degli emiliano che chiudono set e match (15-25).Muro a tre Milano

Chiamate del Video Check:
1° SET
2-3 (battuta Skrimov). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Milano (3-3).

2° SET
8-12 (battuta Milushev). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Milano (9-12).
13-14 (attacco Vettori). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (13-15).

3° SET
4-7 (muro Modena). Video Check chiesto da Modena per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (5-7)
12-15 (battuta Petric). Video Check richiesto da Piacenza per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (13-15).
Danail Milushev (Revivre Milano): “Una buona partita anche se il nostro problema in tutte e tre i parziali è stato di non riuscire a giocare alla pari con Modena dopo metà set. Fino al 15 abbiamo dimostrato di esserci, di tenere il campo ma nel finale non siamo più riusciti ad esprimerci al meglio, vuoi anche la forza di una squadra come Modena, nonostante ognuno di noi oggi abbia dato il massimo. Spero tanto nelle prossime partite di trovare delle vittorie importanti per il nostro gruppo”.
Elia Bossi (DHL Modena): “Sono contento della mia prestazione, la prima da titolare in campo. Non è stata una partita semplice perché Milano, nonostante la classifica, è una buonissima squadra con un ottimo palleggiatore che difficilmente si riesce a leggere. Una vittoria quindi importante per noi dopo una bella prova di squadra”.
REVIVRE MILANO – DHL MODENA 0-3 (18-25, 19-25, 15-25)
REVIVRE MILANO: Milushev 9, Gavenda n.e., Alletti 3, Sbertoli 1, Skrimov 5, Russomanno Dos Santos 5, Tosi (L), De Togni 6, Rivan (L) n.e., Baranek n.e., Boninfante 1, Burgsthaler n.e., Marretta 1. 1° Allenatore: Monti
DHL MODENA: Mossa De Rezende 3, Donadio, Petric 13, Soli n.e., Rossini (L), Sartoretti n.e., Ngapeth 10, Nikic n.e., Bossi 3, Onwelo 1, Saatkamp 8, Vettori 15, Sighinolfi n.e. 1° Allenatore: Lorenzetti

ARBITRI – 1° Arbitro: Mauro Goitre da Torino; 2° Arbitro: Sandro La Micela di Trento.

NOTE – Durata set: 25′, 28′, 28′ per un totale di 1 ora e 21 minuti di gioco. Spettatori: 2.123; incasso: 12.386, 92.

REVIVRE MILANO: battute sbagliate 12, ace 2, ricezione positiva 52% (perfetta 30%), attacco 34% , muri 4.

DHL MODENA: battute sbagliate 17, ace 2, ricezione positiva 50% (perfetta 40%), attacco 59%, muri 6.

MVP: Bruninho (DHL Modena).


Ufficio Stampa
Powervolley Revivre Milano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi