Blog

logo powervolley – revivre

Pallavolo: Powervolley bene in Croazia, in campionato due sconfitte importanti che condizionano la classifica

L’Allianz Powervolley torna dalla Croazia con una vittoria per 3-0
Successo in tre set nell’andata degli ottavi di Challenge per la formazione di coach Piazza sui croati del Mladost Ribola Kaštela.

KAŠTELA – Ritorno a Milano per l’Allianz Powervolley che in Croazia chiude la pratica Mladost Ribola Kaštela in tre set. 19-25, 20-25, 20-25 i parziali con cui la squadra di coach Piazza si impone sui padroni di casa nell’andata degli ottavi di finale di CEV Challenge Cup.

Milano ci impiega un po’ più del previsto ad archiviare la trasferta croata, soprattutto nel secondo set, ma alla fine il risultato recita 3-0 per la formazione meneghina. Coach Piazza schiera la diagonale titolare di posto 2 con Nimir – Sbertoli, i due centrali sono Okolic ed Alletti mentre la novità è in posto 4 con il francese Luka Basic al posto di Petric in diagonale di posto 4 con Clevenot, con Pesaresi libero.

Il primo set corre sul filo dell’equilibrio, fino a quando Milano spinge sull’acceleratore facendo suo il parziale con il punto finale in primo tempo di Alletti.

Secondo set che invece vede l’entusiasmo croato riportare la sfida in equilibrio con un paio di muri vincenti e qualche errore in attacco dell’Allianz Powervolley. Due punti di Nimir (una diagonale ed un ace) spingono Sbertoli e compagni al 20-25, con il punto decisivo di Alletti a muro.

Il terzo e decisivo set finisce 20-25, con Milano a gestire il confronto e a chiudere per il definitivo 3-0. A fine gara saranno 21 punti per Nimir, insieme al contributo di Clevenot e Basic (per entrambi 8 punti) ma anche grazie al supporto dei centrali con Alletti (6) ed Okolic (7) ben sollecitati da Sbertoli (Milano chiude in attacco con il 63%).

«Non sono mai partite facili – commenta a fine gara Nimir –: sai che devi vincere, perché sulla carta sei favorito e il loro livello è inferiore, ma è importante rimanere concentrato. Se perdi infatti la tensione, rischi di perdere qualche punto di troppo. Ogni tanto è successo, ma per noi è determinante vincete e lo abbiamo fatto con il 3-0 finale». Con questa gara, Milano torna così al successo dopo due stop consecutivi (uno in Coppa Italia ed uno in Superlega). La vittoria nella gara d’andata mette l’Allianz Powervolley nelle condizioni di poter preparare al meglio la sfida di ritorno che si giocherà al Centro FIPAV Pavesi il prossimo 13 febbraio (ore 20.00).

TABELLINO

MLADOST RIBOLA KAŠTELA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 0-3 (19-25, 20-25, 20-25)

Mladost Ribola Kaštela: De Marchi 9, Peric 1, Solbrig 7, Gilianovic 0, Matokovic 14, Ivic 4, , Zeljkovic 5, Cikojevic 0, Sucur 1, Pervan (L), Suker 0. N.e.: Medan, Basic (L). All. Rancic.

Allianz Powervolley Milano: Nimir 21, Basic 8, Sbertoli 1, Alletti 6, Okolic 7, Clevenot 8, Pesaresi (L). N.e.: Hoffer (L), Kozamernik, Izzo, Petric, Gironi, Weber. All. Piazza.

NOTE

Durata set: 22’, 24’, 24’. Durata totale: 1 e 9’.

Mladost Ribola Kaštela: battute vincenti 2, battute sbagliate 15, muri 5, attacco 45%, 50% (23% perfette) in ricezione.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 4, battute sbagliate 13, muri 6, attacco 63%, 41% (28% perfette) in ricezione.

Impianto: Gradska Dvorana di Kastel Stari

Credit photo: CEV 

                                                                                                            ———-

ITAS TRENTINO – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 3-1 (19-25, 25-23, 25-22, 25-22)

Milano battaglia, ma esce sconfitta da Trento. Lo scontro diretto per il quarto posto va ai trentini, che si impongono per 3-1 dopo 2 ore di gara.

Grande battaglia alla BLM Group Arena di Trento tra Itas Trentino ed Allianz Powervolley Milano. A spuntarla dopo una lotta di quasi due ore è la formazione di casa che si è imposta con il risultato di 3-1, trovando un successo importantissimo per la classifica ma soprattutto in chiave quarto posto. I 3 punti ottenuti infatti lanciano la squadra trentina a quota 39, a +6 proprio sui meneghini. Milano ci ha provato, conducendo il primo set ed avendo la possibilità di portarsi sul 2-0, ma il ritorno di fiamma dell’Itas tra le mura amiche ha cambiato le sorti del match, finito con i seguenti parziali: 19-25, 25-23, 25-22, 25-22.

Non è bastata la grande generosità degli uomini di coach Piazza per uscire indenni dalla casa dell’Itas Trentino. Con il ritorno alla formazione “classica” con Alletti e Kozamernik centrali di ruolo e Clevenot-Petric coppia di posto 4, l’Allianz Powervolley ha avuto la forza per ricucire uno strappo importante nel primo parziale. Un recupero costante, guidato da Nimir e Clevenot, che ha portato i meneghini a chiudere 25-19 il primo game. L’ingresso in campo di Kovacevic, MVP del match, tra le fila trentine al posto di uno spento Russell ha invece cambiato l’inerzia del match, con l’Itas che ha trovato maggiore sicurezza, ribaltando il secondo parziale che Milano conduceva 13-17. La sliding door della partita, con Trento che ha spinto sull’acceleratore anche nel terzo set, in cui coach Piazza ha lanciato nella mischia Izzo per Sbertoli fino al termine del match. Niente da fare per Nimir e compagni nel quarto set, che Trento ha condotto con merito anche se non è mancata la voglia di Milano di lottare su ogni pallone. Qualche errore di troppo, assieme alla qualità avversaria, ha spianato così la strada al successo di Trento che si è presa con merito l’intera posta in palio.

«È stata una partita combattuta – è il commento a fine gara di Marco Izzo –, dove ancora una volta hanno fatto la differenza dei dettagli. Abbiamo giocato un ottimo primo set, mentre nel secondo avremmo dovuto chiudere il parziale dalla nostra. Anche oggi parliamo di situazioni, episodi, che non sono tanto legati alla qualità tecnica agli avversari, quanto ad atteggiamenti che sono il polso di quanto siamo in partita.

Complimenti a Trento per la vittoria: oggi sicuramente abbiamo giocato meglio rispetto alla sconfitta di Coppa Italia, ma non è bastato e dobbiamo migliorare ancora il nostro livello». Con questa sconfitta Milano rimane a quota 33 punti, mentre ora sono 6 i punti di vantaggio della formazione trentina che occupa il quarto posto sui meneghini. Il focus ora si sposta subito sulla gara di Modena: un nuovo big match per l’Allianz Powervolley per riscattarsi definitivamente e rilanciarsi in classifica.

Cronaca

Primo set:

Novità in partenza per Piazza che schiera Alletti e Kozamernik al centro, con Clevenot e Petric in posto 4. Primo break Trento con la diagonale di Vettori per il 5-3. Il 7-4 arriva sul muro subito da Nimir, ma è Petric a trovare il contrattacco che vale il 7-6, ma è nuovo allungo Trento con il mani out di Cebulj (9-6). Muro Alletti su Lisinac per l’11-9, con l’attacco out di Vettori che porta Milano a -1 (12-11). Il pari arriva con il colpo spinto di Clevenot (13-13) con Lorenzetti a chiamare il suo primo time out. Vantaggio meneghino con Clevenot (13-14), con il +2 che arriva sul tocco sotto rete di Nimir (15-17). La difesa out sul primo tempo di Alletti porta l’Allianz Powervolley sul 15-18 per il secondo break di Lorenzetti. Ace di Nimir per il +4 (16-20), con Clevenot che porta Milano sul 19-24. L’attacco out di Candellaro vale il 19-25.

Secondo set:

Petric colpisce in diagonale per il 5-6, ma Trento non molla il colpo e trova il vantaggio con il muro di Cebulj su Nimir (7-6). Ace di Nimir per il 7-8, con il break di Milano che arriva sull’errore di Russell (8-10). +3 Milano con la diagonale di Nimir (10-13), con un nuovo ace di Nimir per il 13-17. Trento che si rifà sotto con Kovacevic per il 16-17 con il time out di Piazza per richiamare i suoi in panchina. Trento vola sul +1 ancora con Kovacevic che trova il 19-18, con il +2 che arriva sulla murata su Nimir (22-20). Milano trova il 23 pari con il muro di Nimir, ma è il muro di Lisinac a chiudere per il 25-23.

Terzo set:

Ace di Alletti per il 2-4, ma il 4 pari arriva con il muro di Kovacevic. Time out Piazza sull’errore di Nimir (8-6), ma è Trento a condurre e a volare sul 10-6. Milano trova l’11-10 con il muro di Izzo appena entrato per Sbertoli, ma la pipe di Cebulj tiene Trento sul +2 (14-12). Nimir trova il 14 pari in diagonale, mentre Clevenot stampa il muro del 14-15 a Vettori. Trento trova il nuovo +2 per il 18-16 con il muro su Basic, ma il 20 pari arriva sull’attacco out di Candellaro. Nuovo break Trento con Lisinac (22-20), cui segue l’ace di Cebulj per il 23-20. Kovacevic consegna 3 set ball ai padroni di casa, che chiudono 25-22 sull’errore al servizio di Izzo.

Quarto set:

Muro Milano su Vettori (1-2), con il vantaggio di Trento che arriva sul 5-4. Attacco out di Cebulj (7-8), ma due errori di Milano (uno di Clevenot ed uno di Nimir) portano Trento sul 10-8. Candellaro tiene a distanza Milano (13-11), ma Kovacevic allunga sul 14-11. Alletti in primo tempo per il 17-13, ma Trento è imprendibile e con un muro vincente vola sul 21-16. Battuta out di Okolic per il 24-19, ma l’ace di Nimir scrive il 24-21. Muro di Alletti per il 24-22, ma l’errore al servizio di Nimir chiude il match sul 25-22.

Itas Trentino: Russell 4, Vettori 15, Giannelli 3, Grebbenikov (L), Candellaro 11, Cebulj 13, Lisinac 11, Kovacevic 12. N.e.: Michieletto, Daldello, De Angelis (L), Codarin, Sosa. All. Lorenzetti.

Allianz Powervolley Milano: Nimir 26, Basic 2, Kozamernik 3, Izzo 1, Sbertoli 0, Alletti 7, Petric 8, Gironi 0, Okolic 0, Clevenot 16, Pesaresi (L). N.e.: Hoffer (L), Weber. All. Piazza.

NOTE

Durata set: 27’, 29’, 28’, 30’. Durata totale: 1h e 54’.

Itas Trentino: battute vincenti 2, battute sbagliate 20, muri 10, attacco 55%, 43% (23% perfette) in ricezione.

 

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 5, battute sbagliate 19, muri 7, attacco 47%, 41% (15% perfette) in ricezione.

 Impianto: BLM Group Arena di Trento

                                                                                                              ————

LEO SHOWS MODENA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 3-0 (27-25, 25-14, 25-19)

Trasfera amara a Modena: Milano esce sconfitta 3-0.
La formazione di coach Piazza dura un set, poi i padroni di casa spingono a servizio ed in difesa per la vittoria finale

MODENA – Non riesce il colpo sperato all’Allianz Powervolley: la squadra di coach Piazza fallisce il suo appuntamento con la vittoria e non riesce a regalarsi la propria notte da oscar. Al PalaPanini di Modena il risultato è netto: 3-0 in favore dei padroni di casa che si impongono con i parziali 27-25, 25-14, 25-19 in poco meno di 90 minuti.

Coach Piazza dà fiducia allo stesso sestetto sceso in campo contro Trento con Alletti e Kozamernik centrali. Milano parte bene nel primo parziale, conducendo con 3 punti di vantaggio fino al 13-17. Il recupero di Modena, spinto dal PalaPanini, ha cambiato le carte in tavola, portando i padroni di casa a chiudere il parziale i vantaggi per 27-25. Un colpo quasi da ko per Milano, irriconoscibile nel secondo set in cui Modena ha dilagato su ogni fondamentale: dal muro alla difesa, dall’attacco al servizio, con il set che si è chiuso 25-14 per gli emiliani. Neanche l’inizio incoraggiante del terzo set ha sortito gli effetti sperati per l’Allianz Powervolley, venuta a mancare nei suoi uomini chiavi, con i gialloblu che, forzando a servizio e continuare a trovare un’ottima correlazione muro-difesa, hanno avuto la strada spianata al successo pieno per 3-0. Milano è durata solo un set: il primo, rivelatosi poi chiave nell’economia del match. Il vantaggio di 3 punti, non gestito nella maniera ottimale, ha favorito il ritorno di Modena, caricando non solo i giocatori in campo ma anche il caldo pubblico sugli spalti. E la differenza, lì, è stata evidente e, purtroppo per Milano, fatale.

A provare a dare una spiegazione al match sono le parole di Nemanja Petric: «Difficile commentare una partita così: abbiamo approcciato bene nel primo set, poi dopo siamo calati. È purtroppo qualcosa che sta accadendo spesso nelle ultime partite e dobbiamo capire perché. Stiamo lavorando durante gli allenamenti per questo, ma oggi dobbiamo anche dire che Modena ha giocato bene. Quando battono così forte e difendono così tanto, è difficile per tutti giocare contro di loro. Ora abbiamo altre sfide da giocare: non dobbiamo sottovalutare i prossimi avversari, anche se sulla carta abbiamo concluso i big match. Ogni squadra vorrà fare bene contro di noi».

Cronaca

Primo set:

Pipe di Petric per il 2-3, con l’ace di Nimir per il +2 Milano (4-6). Alletti trova il muro vincente su Anderson per il 9-12, con Clevenot trova un preziosissimo mani out per il 13-16. Recupera Modena con il primo tempo di Mazzone per il 15-16, con il 17 pari che arriva con Anderson. Milano torna sul +2 con il muro di Alletti su Zaytsev (17-19), ma la nuova parità arriva con il muro di Holt su Nimir (19-19). Vantaggio Modena a muro (21-20), ma Alletti consente a Milano di rimettere il muso davanti (21-22). Zaytsev colpisce per il 24 pari, con l’invasione di Nimir che porta Modena sul 25-24. La chiude Zaytsev per il 27-25.

Secondo set:

Modena vola sul 4-1 con la pipe di Anderson, con il +4 che arriva sulla pipe di Bednorz. Milano va in crisi sul muro di Holt su Kozamernik (10-5), con Clevenot che ci prova dai 9 metri per l’ace del 12-8. Sullo smash di Bednorz arriva il secondo time out di Piazza per provare a scuotere i suoi (14-8). Black out Milano con il 17-8 per Modena, con Basic che trova il muro del 18-10. Il 19-12 arriva sulla pipe di Clevenot, ma i padroni di casa allungano ancora con Anderson per il 22-13. Estrada chiude per il 25-14.

Terzo set:

Ace di Nimir per lo 0-2, ma Modena trova lo sprint per il 7-5 con Anderson. Out l’attacco di Clevenot per il 9-5 di Modena, con l’ace di Basic per il 9-7. Muro Modena per il 14-10, con l’ace di Sbertoli per il 16-14. Altro muro Modena per il 19-14, con Nimir che trova il colpo del 21-16. La chiude Bednorz per il 25-19.

Allianz Powervolley Milano: Nimir 15, Hoffer 0, Basic 3, Kozamernik 3, Izzo 0, Sbertoli 1, Alletti 2, Petric 6, Weber 0, Okolic 0, Clevenot 14, Pesaresi (L). N.e.: Gironi (L). All. Piazza.

Leo Shoes Modena: Anderson 14, Estrada 1, Rossini (L), Zaytsev 8, Bednorz 15, Christenson 6, Holt 11, Salsi 0, Mazzone 5. N.e. Iannelli (L), Sanguinetti, Pinali, Kaliberda. All. Giani.

NOTE

Durata set: 31’, 25’, 24’. Durata totale: 1h e 20’.

Leo Shoes Modena: battute vincenti 4, battute sbagliate 10, muri 9, attacco 60%, 49% (32% perfette) in ricezione.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 5, battute sbagliate 12, muri 4, attacco 40%, 33% (23% perfette) in ricezione.

Impianto: PalaPanini di Modena

 

Paolo Tardio
Head of Communication

Powervolley Milano 2.0 ssdrl 
3895816173 | p.tardio@powervolleymilano.it
3492375428 | uff.stampa@powervolleymilano.it

 

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi