Pallavolo: Libertas Cantù vince con Gioia del Colle ma con Ortona è notte fonda!

Il Pool Libertas si conferma con Gioia

POOL LIBERTAS CANTU’ 3

GIOIELLA GIOIA DEL COLLE 0

(25-21, 25-20, 25-19)

POOL LIBERTAS CANTU’: Alberini 2, Santangelo 23, Preti 15, Gasparini 5, Monguzzi 2, Frattini 11, Butti (L), Baratti, Cominetti 3, Rudi. NE: Suraci, Danielli, Pellegrinelli. All: Cominetti, 2°all: Redaelli.

GIOIELLA GIOIA DEL COLLE: Kindgard 1, Prolingheuer 14, Radziuk 12, Sideri 4, Catena 3, Sighinolfi 9, Frigo (L1), Scrollavezza, Margutti 2, Meringolo, Zauli 1. N.E.: Marcovecchio, Marchetti (L2). All: Passaro, 2°all: Masi

Arbitri: Frederick Moratti e Antonio Licchelli

Addetto al videocheck: Giordano Marchi

Il Pool Libertas Cantù si impone per 3-0 sulla Gioiella Gioia del Colle per la prima vittoria stagionale in casa. Bella prova dei ragazzi di coach Cominetti, che si sono imposti con il massimo scarto con una buona prova in battuta e un ottima fase di attacco, con i due principali terminali d’attacco sopra al 70% (Santangelo 71% e Preti 74%).

Indisponibile Gabriele Robbiati, e con Roberto Cominetti non ancora al 100%, Coach Luciano Cominetti schiera Andrea Gasparini in diagonale ad Alessandro Preti, ed Alessandro Frattini in diagonale a Dario Monguzzi, con Alessio Alberini in regia, Andrea Santangelo opposto e Luca Butti libero. Coach Sandro Passaro risponde con la formazione tipo, con Martin Alberto Kindgard al palleggio, Marvin Prolingheuer opposto, Andrei Radziuk e Francesco Sideri schiacciatori, Nicholas Sighinolfi e Stefano Catena centrali, e Thomas Frigo libero.

Il primo break del primo set è firmato da Andrea Santangelo già sul 3-1,mentre un ace di Preti manda il Pool Libertas sul +3 (11-8). Un ace di Sideri riporta sotto i suoi (12-11), ma Santangelo rilancia l’azione canturina (15-11) al rientro dopo il time-out richiesto da Coach Passaro. Si lotta palla su palla, ma il divario tra le due squadre non diminuisce, e il Coach ospite ferma di nuovo tutto (18-14). Al rientro in campo la Gioiella si fa sotto, ed è il turno di Coach Cominetti di fermare il gioco (18-17). Le squadre non si risparmiano, e Preti e Santangelo segnano l’allungo nel finale di set (23-20). Chiude un attacco dell’opposto molisano (25-21).

A inizio secondo set sono due muri, uno di Sighinolfi su Gasparini e l’altro di Radziuk su Santangelo, a lanciare la Gioiella sul +3 (4-7). I pugliesi con un altro muro allungano, e Coach Cominetti ferma il gioco (5-9). Un attacco sull’asta di Sideri, e il Pool Libertas è di nuovo sotto (9-10). Sighinolfi attacca out, ed è parità a quota 11. Si prosegue punto a punto, ma il turno in battuta di Frattini lancia i suoi sul +4 (17-13). Si prosegue con i canturini che mantengono il vantaggio. Coach Passaro chiama due time-out in breve tempo che sembrano dare la scossa ai suoi, che infatti tornano sotto (21-20), costringendo Coach Cominetti a fermare tutto a sua volta. Al rientro in campo ci pensa Roberto Cominetti, subentrato a Gasparini, a portare i suoi al set point. Chiude un attacco confermato out dal videochek di Prolingheuer (25-20).

A inizio terzo set è Frattini a lasciare la sua impronta sia in attacco che a muro costringendo Coach Passaro a fermare subito il gioco (6-2). Santangelo continua a martellare, e costringe il Coach pugliese a chiamare il suo secondo time-out (12-7). La Gioiella lotta su ogni palla, ma il Pool Libertas riesce a rispondere a ogni attacco. I pugliesi riescono a rosicchiare qualche punto, ma una doppia di Radziuk consegna ai canturini set e partita (25-19).

Queste le parole di Coach Luciano Cominetti a fine partita: “Era una partita molto difficile perché loro hanno fatto molto bene in questo inizio di campionato, e per noi era un grande test in casa. Siamo stati bravi ad essere ordinati, e questo ordine ci ha ripagato. Abbiamo servito bene, pur facendo qualche errore, ma abbiamo ottenuto un’ottima battuta flot che ha fatto la differenza. Loro sono andati in crisi in ricezione e non hanno avuto la possibilità di sviluppare il loro gioco”.

Il Coach canturino elogia l’ottima prova delle cosiddette ‘seconde linee’: “Frattini è un buon terminale d’attacco, è molto rapido e questo lo sappiamo. Si è fatto sentire anche a muro e questo mi fa molto piacere. Quando un allenatore non ha paura di un infortunio è perché sa che ha un giocatore di qualità per sopperire. Abbiamo avuto qualche difficoltà in ricezione in alcuni momenti, ma l’entrata di Rudi e Roberto (Cominetti) nei momenti chiave ha dato quella sicurezza alla squadra che è servita nel finale”.

Capitan Dario Monguzzi conferma: “Sono molto orgoglioso di questa vittoria perché arriviamo da una settimana difficile, in cui abbiamo avuto alcuni infortuni, come quello di Job (Gabriele Robbiati, ndr). Però volevo fare i complimenti ad Alessandro Frattini perché ha avuto la sua occasione, e l’ha sfruttata al meglio. Anche Andrea Gasparini, che ha giocato per l’ennesima volta da titolare, ha tenuto bene il campo. Questa partita era importante perché volevamo dimostrare che la partita di settimana scorsa non è stata solamente un fuoco di paglia, ma che noi siamo una squadra forte, giovane, a volte pecchiamo nelle fasi concitate, ma possiamo e dobbiamo rifarci dei punti persi in campionato. Speriamo di recuperare tutti gli acciaccati così settimana prossima ad Ortona, contro la nostra bestia nera, sarà una bella battaglia”.

                                                                                  ——————————-

Un incerottato Pool Libertas Cantù non riesce ad espugnare Ortona

SIECO SERVICE ORTONA 3

POOL LIBERTAS CANTU’ 1

(19-25, 25-20, 25-20, 25-15)

SIECO SERVICE ORTONA: Lanci 2, Marks 16, Dolfo 19, Ogurcak 15, Simoni 4, Menicali 11, Toscani (L1), Sitti. N.E.: Zanettin, Berardi, Sorrenti, Fiscon, Pesare (L2). All: Lanci, 2°all: Costa

POOL LIBERTAS CANTU’: Alberini 1, Santangelo 17, Preti 16, Gasparini 6, Monguzzi 6, Frattini 5, Butti (L), Baratti, Cominetti 9, Rudi. NE: Suraci, Danielli, Pellegrinelli. All: Cominetti, 2°all: Redaelli.

Arbitri: Enrico Autuori e Davide Morgillo

La Sieco Service Ortona si conferma vera e propria “bestia nera” dei canturini anche in questa stagione. I canturini, dopo 3 set giocati praticamente alla pari, crollano nel quarto dando il via libera agli abruzzesi, cresciuti a muro a partire dal secondo parziale, per conquistare i 3 punti in palio

Indisponibile Gabriele Robbiati, Roberto Cominetti non ancora al 100%, ma in campo dal secondo set per dare una mano, Coach Luciano Cominetti schiera Andrea Gasparini in diagonale ad Alessandro Preti, ed Alessandro Frattini in diagonale a Dario Monguzzi, con Alessio Alberini in regia, Andrea Santangelo opposto e Luca Butti libero. Coach Nunzio Lanci risponde schierando la formazione-tipo con il fratello Andrea in regia, Christoph Marks opposto, Ludovico Dolfo e Frantisek Ogurcak in banda, Michele Simoni e Michael Menicali al centro, ed Alessandro Toscani libero.

Il Pool Libertas inizia subito forte portandosi 2-5 e 5-14, nonostante i due time-out chiamati in breve tempo da Coach Lanci. I canturini sono molto attenti e concentrati, e riescono a doppiare gli avversari (8-16). Dolfo martella da zona 4, costringendo Coach Cominetti a fermare il gioco (13-18). Santangelo suona la carica, e i suoi tornano avanti (15-22), ma gli abruzzesi non mollano (17-22). La Impavida lotta fino alla fine, ma Monguzzi consegna il set ai suoi (19-25).

A inizio secondo set i canturini provano a scappare avanti, ma vengono sempre ripresi dagli ortonesi. Un ace di Marks porta i padroni di casa al primo vantaggio interno del match, costringendo Coach Cominetti a chiamare time-out (13-11). Il Pool Libertas non lascia scappare gli avversari, anzi, torna sotto costringendo Coach Lanci a fermare il gioco a sua volta (17-16). Il turno in battuta di Ogurcak riesce a scavare un ampio solco tra le squadre, costringendo Coach Cominetti a chiamare il suo secondo time-out (21-17). Lo slovacco continua a martellare dai 9 metri e il divario tra le due squadre aumenta (23-17). Gli ospiti provano a rosicchiare qualche punto, ma una diagonale di Marks rimette il conto set in parità (25-20).

A inizio terzo set è la Sieco che prova a scappare, venendo sempre recuperata dai canturini. L’equilibrio viene spezzato a metà parziale da Dolfo, che con un attacco e un ace lancia i suoi 16-13. Cominetti risponde colpo su colpo e riporta sotto i suoi, costringendo Coach Lanci a fermare il gioco (19-18). Il finale di set è tutto di marca ortonese, con Ogurcak che chiude per i suoi (25-20).

Nel quarto set è sempre la Sieco Service a strappare avanti, venendo sempre ripresa dai canturini. L’allungo decisivo avviene sul turno al servizio di Lanci, che permette ai suoi di portarsi sul 14-6, costringendo Coach Cominetti a chiamare entrambi i time-out a sua disposizione in breve tempo. I canturini provano a rosicchiare qualche punto agli avversari, ma gli abruzzesi chiudono set e match con una battuta in rete di Frattini (25-15).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Ci siamo persi nel quarto set, ma anche negli altri set abbiamo peccato in situazioni di attacco semplice e non siamo riusciti a mettere la palla a terra. Ad esempio, nel secondo set abbiamo avuto in mano la palla sul 17 pari e, anziché fare punto, abbiamo subito 3 palloni su cui non siamo riusciti ad andare, e alla fine l’abbiamo pagata perché loro sono cresciuti. Quello che abbiamo fatto vedere nel primo set in attacco e in difesa l’hanno poi fatto vedere loro. Sono quelle situazioni di alchimia di cui bisogna approfittare nei momenti importanti”.

 

Francesca Molteni
Ufficio Stampa Libertas Brianza Cantù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *