Pallavolo: Libertas Cantù, due vittorie importanti per la classifica!

Il Pool Libertas non lascia neanche un set a Cuneo

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S. BERNARDO CUNEO 0

POOL LIBERTAS CANTU’ 3

(22-25, 23-25, 18-25)

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S. BERNARDO CUNEO: Cortellazzi 1, Caio 24, Bolla 4, Galaverna 7, Picco 6, Dutto 8, Prandi (L1), Testa, Amouah, Chiapello, Alborghetti. N.E.: Menardo, Armando (L2). All: Barisciani, 2°all: Revelli (battute vincenti 3, battute sbagliate 10, muri 3).

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 1, Santangelo 20, Preti 15, Cominetti 13, Monguzzi 5, Robbiati 3, Butti (L1), Alberini 2, Rudi (L2). NE: Suraci, Gasparini, Danielli, Frattini, Pellegrinelli. All: Cominetti, 2°all: Redaelli (battute vincenti 6, battute sbagliate 7, muri 6).

Arbitri: Giovanni Giorgianni e Alessandro Rossi

Il Pool Libertas espugna lo storico PalaUbiBanca di Cuneo senza lasciare neanche un set ai padroni di casa della Banca Alpi Marittime Acqua S. Bernardo. I tre set hanno un andamento simile, con i canturini a scappare all’inizio del parziale per poi controllare, rischiando però nel secondo set, quando la rimonta dei piemontesi si ferma a 23.

Coach Luciano Cominetti preferisce Mirko Baratti in regia, con Andrea Santangelo opposto, Roberto Cominetti e Alessandro Preti schiacciatori, Dario Monguzzi e Gabriele Robbiati centrali, e liberi Luca Butti per la ricezione e Gabriele Rudi per la difesa. Coach Mauro Barisciani risponde con Emiliano Cortellazzi in regia, Caio opposto, Andrea Galaverna e Matteo Bolla in banda, Edoardo Picco e Francesco Dutto al centro, e Massimiliano Prandi libero.

Inizia il match e il Pool Libertas è in un attimo 1-4. Aiutata dall’ex Caio e dai centrali, la BAM Acqua S. Bernardo riesce a ribaltare il punteggio costringendo Coach Cominetti a chiamare time-out (7-5). I canturini reagiscono e agguantano la parità a quota 11, per allungare poi  11-13, costringendo Coach Barisciani a fermare il gioco. Si lotta palla su palla, e un ace di Galaverna riporta il punteggio in parità a 17. Il finale di set è punto a punto, fino al muro di Alberini su Galaverna che chiude il parziale a favore di Cantù (22-25).

A inizio secondo set Cominetti picchia dai 9 metri, e quando finisce il suo turno in battuta il punteggio segna 0-5. Santangelo è scatenato, e il vantaggio esterno aumenta (3-10). I cuneesi, però, non mollano e si rifanno sotto, costringendo Coach Cominetti a fermare il gioco (8-12). Al rientro il Pool Libertas allunga di nuovo (8-15), ma la BAM Acqua S. Bernardo risponde colpo su colpo, rosicchiando qualche punto e costringendo Coach Cominetti a fermare nuovamente il gioco (16-19). La rimonta piemontese non si completa, ed è un attacco di Preti a consegnare il set ai suoi (23-25).

A inizio secondo set i canturini riescono a prendere qualche lunghezza di vantaggio (2-6), ma i cuneesi ribattono colpo su colpo riuscendo a rimanere vicini nel punteggio. Santangelo martella da ogni parte del campo, e Coach Barisciani ferma tutto (10-16). Si continua a lottare palla su palla, ma il vantaggio esterno è costante. Chiude il solito Santangelo consegnando set e partita ai suoi (18-25).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Tre punti d’oro, che valgono serenità. Il carattere è stato importante, come la vittoria, per il morale. Abbiamo giocato inizialmente con molta tensione. Abbiamo affrontato una squadra che ha altrettanta tensione, ma noi siamo stati bravi, abbiamo giocato bene e siamo riusciti nel nostro intento, anche se non è stato facile. Caio ha giocato una bella partita, ma noi abbiamo portato via molto all’inizio. Abbiamo forzato molto in battuta portando a casa parecchi ace, e il reparto dove loro stanno facendo più fatica è proprio la ricezione. Oltre all’ace puro, siamo riusciti a fargli tenere la palla staccata da rete, e questo ci ha aiutato molto ad avere fasi break più agevoli. Era troppo importante per noi tornare a vincere dopo la partita contro Bergamo in cui abbiamo giocato bene, ma non abbiamo raccolto niente”.

                                                                                           —————————-

Un Pool Libertas quasi perfetto “espugna” il Parini

POOL LIBERTAS CANTU’ 3

PAG TAVIANO 0

(25-21, 25-19, 25-13)

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 1, Santangelo 28, Preti 10, Cominetti 10, Monguzzi 5, Robbiati 2, Butti (L1), Alberini 2, Rudi (L2). NE: Suraci, Gasparini, Danielli, Frattini, Pellegrinelli. All: Cominetti, 2°all: Redaelli (battute vincenti 2, battute sbagliate 14, muri 8).

PAG TAVIANO: Dimitrov 2, Bencz 9, Astarita 5, Cernic 6, Bonola 6, Smiriglia 5, Bisci (L), Martinelli, Lugli 1, Baldari, Caci, Torsello 1. N.E.: Scarpello, Meleddu. All: Licchelli, 2°all: Congedi (battute vincenti 1, battute sbagliate 8, muri 6).

 

Arbitri: Piera Usai (Capoterra – Cagliari) e Cesare Amandola (Pavia)

Addetto al videocheck: Tecla Veronica Di Gaetano

Bottino pieno per il Pool Libertas Cantù al Parini, che non lascia neanche un set alla Pag Taviano giocando una gara molto attenta soprattutto in attacco, con Andrea Santangelo che conferma l’ottima prova di Cuneo mettendo a segno 28 punti con il 70%.

Coach Luciano Cominetti conferma la formazione che ha vinto a Cuneo, con Mirko Baratti in regia, Andrea Santangelo opposto, Roberto Cominetti e Alessandro Preti schiacciatori, Dario Monguzzi e Gabriele Robbiati centrali, Luca Butti libero di ricezione e Gabriele Rudi libero di difesa. Coach Licchelli risponde con Dobromir Dimitrov in palleggio con Milan Bencz opposto, Francesco Astarita e Matej Cenic in banda, Paolo Bonola e Antonio Smiriglia al centro, e Gianluca Bisci libero.

Inizio partita in equilibrio, con le due squadre che lottano palla su palla. Un muro di Monguzzi su Bencz e un attacco di Santangelo spezzano l’impasse, e costringono Coach Licchelli a fermare il gioco (12-9). La Pag non molla, e risponde colpo su colpo ai canturini, riuscendo a riagguantare la parità a quota 18 con due muri di Bencz su Santangelo e Preti. Coach Cominetti chiama time-out. Il finale di set si annuncia punto a punto, ma Alberini mura Cernic e Bencz, e Santangelo chiude (25-21).

Il secondo set inizia come era iniziato il primo, con le squadre punto a punto che lottano su ogni pallone. Due attacchi di Santangelo e i canturini vanno avanti, con Coach Licchelli a fermare il gioco (13-11). Il turno in battuta di Preti è proficuo (16-12), ma i pugliesi tornano subito sotto, ed è Coach Cominetti a chiamare time-out (16-15). Preti e Santangelo sono scatenati, e lanciano i canturini verso un vantaggio che risulterà poi essere decisivo per la vittoria del set, chiuso da una battuta out di Astarita (25-19).

Nel terzo set sono gli schiacciatori di palla alta canturini a scavare il primo solco tra le due squadre, con Coach Licchelli a fermare il gioco (11-7). Il Pool Libertas gioca sciolto, e il Coach pugliese chiama il suo secondo time-out al termine di un parziale di 8-1 per i padroni di casa (16-8). Sotto i colpi di Preti e Santangelo il vantaggio raggiunge la doppia cifra (22-11). Nel finale di set i canturini amministrano, ed è l’opposto molisano a chiudere set e partita (25-13).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Dopo la vittoria a Cuneo, in casa volevamo fare bene perché al Parini abbiamo zoppicato, e per riportare qui il pubblico dovevamo far vedere un bel gioco. Oggi ci siamo riusciti, abbiamo difeso molto, e i muri che abbiamo fatto ne sono una conseguenza, dato che abbiamo costretto i nostri avversari a rischiare. Speriamo di continuare su questa scia, sappiamo di avere una trasferta difficile come quella di Grottazzolina. Noi stiamo crescendo giorno dopo giorno, la fiducia è quello che ci mancava, e questi due risultati ci danno molto morale”.

Il Coach canturino spende buone parole per i suoi ragazzi, in particolare per l’opposto molisano Andrea Santangelo: “Andrea sta dimostrando di essere un giocatore di valore, e per noi è importante. L’opposto è il giocatore che deve intervenire nei momenti difficili, e finora da lui abbiamo avuto risposte più che positive. Quello che mi è piaciuto, però, è che tutti sono stati coinvolti nel gioco: abbiamo rispolverato la pipe, abbiamo lavorato bene in primo tempo, ed è quello che volevamo vedere”.

Francesca Molteni
Libertas Brianza (fondata nel 1982)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *