Pallavolo: Libertas Cantù deve trovare ancora la sua giusta dimensione!

Il Pool Libertas lotta, ma è la Gas Sales Piacenza a passare al Parini

 

POOL LIBERTAS CANTU’ 1
GAS SALES PIACENZA 3

(25-13, 19-25, 20-25, 18-25)

 

POOL LIBERTAS CANTU’: Alberini 2, Santangelo 18, Preti 8, Cominetti 13, Monguzzi 6, Robbiati 9, Butti (L1), Gasparini 1, Danielli. NE: Baratti, Suraci, Frattini, Pellegrinelli, Rudi (L2). All: Cominetti, 2° All: Redaelli.

GAS SALES PIACENZA: Paris 3, Fei 13, Yudin 16, Klobucar 8, Copelli 10, De Biasi 7, Fanuli (L1), Beltrami 1, Mercorio 1, Ingrosso. N.E.: Ceccato, Canella, Cereda (L2). All: Botti, 2° All: Di Maio

 

Arbitri: Rachela Pristerà (Torino) e Roberto Pozzi (Alessandria)

Addetto al videocheck: Riccardo Canali

 

Esordio amaro per il Pool Libertas Cantù, che tra le mura amiche del Parini di Cantù perde 3-1 contro la Gas Sales Piacenza guidata da Alessandro Fei, all’esordio in categoria. Dopo un ottimo primo set per i canturini, soprattutto a muro e in battuta, i piacentini sistemano la difesa, crescono a muro e riescono ad imporsi.

Coach Luciano Cominetti schiera Alessio Alberini in regia, Andrea Santangelo opposto, Roberto Cominetti e Alessandro Preti in banda, Dario Monguzzi e Gabriele Robbiati al centro, e Butti libero. Coach Massimo Botti risponde con Matteo Paris al palleggio con in diagonale Alessandro Fei, Igor Yudin e Jan Klobucar schiacciatori, Riccardo Copelli e Giuseppe De Biasi centrali, e Fabio Fanuli libero.

Il primo set inizia nel segno dei centrali: sono infatti gli attacchi e i muri di Robbiati e Monguzzi a lanciare i canturini avanti 9-4, costringendo Coach Botti a fermare il gioco. Al rientro in campo il Pool Libertas non si scompone e allunga, con il Coach piacentino a chiamare il suo secondo time-out dopo un ace di Santangelo (18-10). La Gas Sales non riesce a reagire, e sono due pipe di Preti a chiudere il parziale (25-13).

Nel secondo set Piacenza entra in campo con un altro spirito, e prende tre punti di vantaggio che riesce a difendere fino a metà set, quando due ace e un attacco di Santangelo riportano i canturini in parità a quota 13. La Gas Sales si riporta avanti, e Coach Cominetti ferma tutto (14-16). Al rientro in campo i piacentini allungano, complici anche alcune disattenzioni, e il coach canturino chiama il suo secondo time-out discrezionale. I padroni di casa provano a rifarsi sotto ma gli ospiti difendono e murano ogni assalto. Chiude un attacco in rete di Preti (19-25).

Inizio di set con check, controcheck e un cartellino giallo per parte che innervosiscono le squadre. Il Pool Libertas riesce a prendere qualche punto di vantaggio (6-3), che viene recuperato subito da Piacenza (10-10). Il parziale è combattuto, con molte difese da entrambe le parti del campo. L’equilibrio viene spezzato da Fei, che con un ace e un attacco da seconda linea lancia i suoi avanti, costringendo Coach Cominetti a chiamare i due time-out a sua disposizione in breve tempo (17-21). Roberto Cominetti tiene a galla i canturini con i suoi attacchi, ma chiude Klobucar (20-25).

Nel quarto set la Gas Sales parte subito forte e si porta subito avanti (2-6). Si prosegue lottando punto dopo punto, ma qualche imprecisione di troppo del Pool Libertas costringe Coach Cominetti a fermare il gioco (7-12). Una palla contestata da Piacenza aggiunge nervosismo alla sfida, e Coach Botti chiama time-out per placare gli animi (12-15). Al rientro in campo Piacenza ri-allunga ancora, e Coach Cominetti chiama il suo secondo time-out discrezionale (13-18). Le azioni sono lunghe e spettacolari, e le squadre in campo non si risparmiano, ma i canturini non riescono a recuperare lo svantaggio. Chiude un attacco di Klobucar (18-25).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Le cose che sappiamo fare bene sono sicuramente stare attenti in ricezione e giocare bene le situazioni tattiche a muro, e lo abbiamo fatto nel primo set. Purtroppo nel secondo e nel terzo set abbiamo sbagliato le cose semplici, come appoggi e contese, e queste palle con una squadra come Piacenza non ci possiamo permettere di perdere. La differenza sta in queste cose semplici che non abbiamo saputo fare, perché siamo stati attaccati a loro nel punteggio per tutti i set, e loro hanno preso punti di vantaggio nei momenti chiave. I cambi che ho fatto su Preti erano anche per rinforzare la ricezione. I ragazzi che sono entrati sono sicuramente giovani, ma devono stare attenti, e quando entrano devono essere in grado di giocare le palle semplici, ma loro non sono stati in grado di giocare queste palle. In più, non siamo stati incisivi al servizio come nel primo set, e loro hanno avuto ragione”.

                                                                               ——————————-

Il Pool Libertas non riesce ad espugnare il PalaGrotte

 

MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE 3
POOL LIBERTAS CANTU’ 1

(27-29, 25-19, 25-18, 25-22)

 

MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE: Longo 3, Cazzaniga 22, Fiore 16, Mazzon 7, Gargiulo 3, Patriarca 16, Battista (L), Campana 1, Di Carlo, Primavera, Pilotto 1. N.E.: Floris, Disabato. All.: Castellano, 2° all.: Castiglia

POOL LIBERTAS CANTU’: Alberini 2, Santangelo 20, Preti 27, Cominetti 9, Monguzzi 6, Robbiati 4, Butti (L1), Baratti 1, Suraci. NE: Gasparini, Danielli, Frattini, Rudi (L2). All: Cominetti, 2°all.: Redaelli.

Arbitri: Rosario Vecchione ed Elvio Grassato

Il Pool Libertas Cantù non riesce nell’impresa di espugnare il PalaGrotte di Castellana Grotte, i padroni di casa della Materdominivolley.it fanno bottino pieno imponendosi 3-1 dopo quasi due ore di battaglia. Primo set vinto solo ai vantaggi dai canturini, che nei tre set successivi subiscono l’allungo decisivo a metà parziale, e non riescono mai a ricucire lo strappo.

Coach Luciano Cominetti propone la formazione titolare con Alessio Alberini in regia con Mirko Baratti pronto a dargli il cambio, Andrea Santangelo opposto, Roberto Cominetti e Alessandro Preti schiacciatori, Dario Monguzzi e Gabriele Robbiati centrali, e Luca Butti libero. Coach Maurizio Castellano risponde con Giuseppe Longo in regia, Roberto Cazzaniga opposto, Alessio Fiore e Riccardo Mazzon in banda, Giovanni Maria Gargiulo e Stefano Patriarca al centro, e Leonardo Battista libero.

Inizio di match equilibrato, ma un muro subito e un attacco fuori di Santangelo permettono ai padroni di casa di portarsi sul +3, costringendo Coach Cominetti a chiamare time-out (11-8). È lo stesso opposto canturino a siglare l’ace del pareggio a quota 12. Si prosegue con le squadre appaiate nel punteggio. Due ace di Cominetti spezzano l’equilibrio e Coach Castellano ferma il gioco (18-20). La Materdominivolley.it, però, non si scoraggia e resta vicina ai canturini, e si va ai vantaggi, chiusi da un attacco mani fuori di Preti (27-29).

È di nuovo Castellana Grotte a scattare avanti nel secondo set, con il turno in battuta di Fiore (16 punti a fine match per lui) che mette in difficoltà la ricezione canturina. Coach Cominetti ferma il gioco (11-7). Al rientro in campo una palla contestata innervosisce i canturini, che sbagliano e permettono agli avversari di lanciarsi avanti 16-9, vantaggio che sarà decisivo. Chiude un attacco out di Santangelo (25-19).

È uno scatenato Cazzaniga (22 punti a fine incontro con il 58% in attacco), con due attacchi e un ace, a spezzare l’equilibrio di inizio terzo set, costringendo Coach Cominetti a fermare il gioco (11-7). Il Pool Libertas non si disunisce e ribatte punto su punto, ma non basta a colmare lo svantaggio nei confronti degli avversari. L’ennesimo muro pugliese costringe Coach Cominetti a chiamare il suo secondo time-out discrezionale (19-12), ma chiude un’invasione di Monguzzi vista al videocheck (25-18).

A inizio quarto set la Materdominivolley.it si porta subito avanti di 4 (7-3), costringendo Coach Cominetti a fermare tutto. Al rientro in campo il Pool Libertas torna subito sotto (7-6), e si lotta punto su punto fino allo strappo decisivo chiuso da un attacco mani out di Fiore, con Coach Cominetti a chiamare il suo secondo time-out discrezionale (19-15). I canturini non mollano, tornano sotto (22-21), ma non riescono a colmare il gap con gli avversari. Chiude set e match un muro del solito Cazzaniga su Cominetti (25-22).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Una partita iniziata male, anche se il primo set lo abbiamo recuperato e vinto grazie alla nostra battuta. Nei set successivi, invece, abbiamo battuto male, sbagliato tanto, e quando abbiamo cercato di non sbagliare abbiamo fatto battute banali, partendo dalla flot, che non è stata incisiva. Di conseguenza, loro hanno fatto quello che volevano, in primo tempo hanno giocato molto bene, e, nelle fasi in cui riuscivamo a difendere e contrattaccare, poi sbagliavamo l’attacco. Siamo stati troppo fallosi, soprattutto nella fase di cambio palla, perché la ricezione non è stata buona anche grazie al loro servizio. Noi non abbiamo saputo far tesoro né dell’attacco né del contrattacco, fasi nelle quali abbiamo sbagliato tanto anche in momenti decisivi”.

Francesca Molteni
Libertas Brianza (fondata nel 1982) piazza Parini 22063 CANTU’ (CO)
Ufficio Stampa – Francesca Molteni – ufficiostampa@libertasbrianza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *