Blog

logo libertas brianza

Pallavolo: in A2 maschile la Libertas Cantù porta a casa 1 punto in tre partite…c’è ancora tanto da fare!

POOL LIBERTAS CANTU’- BESANESE 0 – 3

(22-25, 20-25, 18-25)

Cantù: Roncoroni Fu., Borrozzino 5, Corti S. 11, Rizzi 10, Pellegrinelli 7, Maino 6, Garcia (L1), Romanò 1, Roncoroni Fi. 1 , Corti P. 2, Maspes, Falato, Arnaboldi (L2) All: Bernasconi, 2° all. Rossi

 

1 SET

Cantù parte con Fulvio Roncoroni in palleggio, opposto Matteo Borrozzino, schiacciatori Emanuele Rizzi e Samuele Corti, centrali Luca Pellegrinelli e Gabriele Maino, libero Federico Garcia in ricezione e Alex Arnaboldi in difesa. La squadra canturina inizia bene in battuta in salto con Borrozzino, e va avanti 4-2. Besana risponde colpo su colpo e la gara rimane equilibrata (10-10). Un muro di Pellegrinelli e un attacco di Rizzi riportano avanti la Libertas (12-10). Besana chiama un time-out, ma la squadra canturina gioca una buona pallavolo mantenendo un il vantaggio fino al 21-18. Un errore in attacco e un’invasione a muro permettono agli ospiti di riavvicinarsi (21-20). Bernasconi ferma il gioco, ma i ragazzi del Pool Libertas non riescono ad effettuare il cambio palla, e vanno sotto (21-22). Besana sfrutta le incertezze avversarie e riesce a chiudere (22-25).

2 SET

Il Pool Libertas riparte con un cambio in regia, Romanò al posto di Roncoroni. Besana, sulla spinta dell’entusiasmo, parte bene e va avanti (2-4). Con un attacco di Samuele Corti e un buon giro in battuta di Pellegrinelli, Cantù impatta sul 5 pari e va avanti (7-5, 10-7). Besana non molla e, con gli attacchi del proprio opposto, impatta sul 11-11. Si va avanti con un punteggio equilibrato, ma anche in questo set due errori canturini in attacco e uno in ricezione permettono agli ospiti di ritornare avanti (17-20). Entra Pietro Corti al posto di Borrozzino, ma le cose non cambiano e Besana chiude (20-25).

 

3 SET

Sestetto confermato per Cantù con Pietro Corti in campo al posto di Borrozzino. Le squadre si affrontano senza risparmiarsi e il punteggio rimane in equilibrio (5-5). Gli ospiti provano a scappare (6-8), ma Cantù ritorna sotto sul 10 pari. Entra Filippo Roncoroni su Samuele Corti, e si continua in un set equilibrato fino al 14 pari. Besana, commettendo meno errori e con una buona ricezione, torna avanti (14-17). Cantù prova a reagire, ma non riesce più a tornare in gara. Gli ospiti chiudono agevolmente (18-25).

 

IL COMMENTO DI COACH FRANCESCO BERNASCONI

Sono dispiaciuto soprattutto per il risultato finale. C’è stato un buon approccio alla gara e nel primo set abbiamo giocato alla pari, se non leggermente meglio rispetto ai nostri avversari. Purtroppo nei momenti decisivi del set non siamo concreti, e nemmeno poco fortunati. Il primo set, giocato in maniera positiva ma senza aver chiuso con un risultato a nostro favore, ci ha un po’ demoralizzato. Mi aspetto dalla squadra un qualcosa nei momenti di difficoltà. Esprimiamo a tratti un gioco anche buono, ma nella pallavolo conta concretizzare e fare punto nei momenti decisivi. Fisicamente non stiamo benissimo, spero per settimana prossima di recuperare tutti gli infortunati per presentarci al meglio per la prossima gara. Ci serve tornare alla vittoria che ci possa consentire di migliorare la nostra classifica, ma soprattutto di recuperare un po’ di fiducia. Settimana prossima ci aspetta il derby contro Lipomo: solo con il lavoro in palestra potremmo presentarci pronti per una sfida a cui teniamo molto.

                                                                          ——————

POOL LIBERTAS CANTU’ 2

PEIMAR CALCI 3

(25-22, 24-26, 30-28, 21-25, 11-15)

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 2, Motzo 29, Cominetti 25, Maiocchi 16, Monguzzi 7, Mazza 7, Butti (L1), Regattieri, Suraci, Arasomwan. NE: Poey, Gasparini, Frattini, Rudi (L2). All: Cominetti, 2° All: Redaelli (battute vincenti 6, battute sbagliate 24, muri 11).


PEIMAR CALCI: Coscione 2, Argenta 15, Lecat 29, Fedrizzi 16, Barone 4, Mosca 16, Tosi (L1), Ciulli, Sideri 1, Zanettin. N.E.: Nicotra, Razzetto, De Muro (L2). All: Gulinelli, 2° All: Grassini (battute vincenti 8, battute sbagliate 17, muri 8).

 

Arbitri: Davide Prati (Pavia) e Cesare Armandola (Pavia)

Addetto al videocheck: Marco Finati

 

Quasi tre ore di battaglia. Intensa, vibrante. Con alterni capovolgimenti di fronte. Il Pool Libertas Cantù sfiora il primo successo della stagione, che avrebbe proprio meritato questa sera contro una coriacea Peimar Calci. Gara conclusa solo al tie-break: qui i brianzoli di Coach Cominetti sono partiti male ed hanno faticato a restare aggrappati ai toscani. Ma ci hanno pensato Matheus Motzo (29 punti con il 56% in attacco, 4 muri e top scorer a pari merito con Lecat) e Roberto Cominetti (25 punti, dei quali 5 ace e 2 muri) a rimettere in carreggiata Cantù. Non da meno un Matteo Maiocchi che ha lottato come un vero leone. Calci si è imposta di un nulla, Libertas senza vittoria ancora dopo sei giornate, ma con il punto dei tie-break a rendere meno amara una serata nella quale i brianzoli hanno giocato a tratti davvero alla grande.

Con Raydel Poey ancora a riposo, Coach Luciano Cominetti trova la giusta combinazione nel sestetto iniziale: Mirko Baratti in regia, Matheus Motzo opposto, con un impatto devastante sul match. Poi Matteo Maiocchi e Roberto Cominetti in banda, Dario Monguzzi e Federico Mazza centrali, Luca Butti libero. Coach Flavio Gulinelli risponde con la diagonale composta da Manuel Coscione e Andrea Argenta, François Lecat e Michele Fedrizzi schiacciatori, Leandro Mosca e Rocco Barone centrali e Federico Tosi libero.

Libertas subito avanti e, con maggiore attenzione degli avversari, si porta avanti per buona parte del set: tentativo di rimonta degli avversari con i colpi di Argenta e Lecat e la regia di Coscione. Peimar si avvicina ma non graffia, e Cantù chiude il primo set a suo favore (25-22).

Bene anche il secondo set: Cantù non molla nulla, si gioca con grande equilibrio. Nessuno riesce ad allungare. La Libertas si appoggia alle sue bocche da fuoco, che entusiasmano il pubblico del Parini. Cominetti piazza anche un paio di aces al servizio. Finale punto a punto. Un peccato per Cantù non riuscire a svoltare a suo favore. Manca un niente, ma Calci chiude ai vantaggi (24-26).

Terzo set ancora in equilibrio a lungo. Alla fine la Peimar ha l’opportunità di chiudere, ma il grande cuore Libertas dice no. E Cantù, tra l’entusiasmo del suo pubblico, chiude a suo favore alla terza occasione (dopo averne annullate quattro ai toscani) un parziale quasi infinito (30-28).

Quarto set con le due squadre che si danno ancora battaglia a viso aperto. Colpi ed emozioni da una parte e dall’altra. Cominetti e Motzo sempre trascinatori, ma anche Maiocchi non risparmia nulla. Uscirà dal campo stremato dopo aver dato tutto e forse anche qualcosa di più. Manca solo un po’ di esperienza ai ragazzi di Coach Cominetti, che alla fine non riescono a ricucire l’ultimo break dei toscani: 21-25 e si va al tie-break.

Avvio choc per Cantù che incassa quattro punti di fila su servizio di Lecat. Poi reagisce con Cominetti, condottiero di una squadra in netta crescita e desiderosa di regalare tante soddisfazioni ai suoi tifosi. Ma la rimonta non riesce. Prova e riprova, alla fine la Libertas si avvicina, ma non riesce a superare la Peimar. Un grosso peccato, questa sera i due punti davvero alla portata di Cominetti e dei suoi boys che hanno entusiasmato per larghi tratti.

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Prima di iniziare ho chiesto ai ragazzi di conquistare un punto per smuovere la classifica. Adesso che abbiamo perso al tie-break mi spiace perché avremmo potuto fare anche due punti. E’ andata comunque bene perché si è visto un buon gioco, si è vista una squadra carica in campo, che ha lottato fino alla fine. Questo fa molto bene al morale perché l’atmosfera stava iniziando a diventare pesante. Sicuramente la distribuzione è molto migliorata, tutti i giocatori hanno funzionato al meglio, e questo è un buon segnale, mi fa ben sperare per il proseguo del campionato. Calci ha battuto molto bene, anche noi l’abbiamo fatto, ma abbiamo commesso qualche errore in più rispetto a loro. Sono comunque una squadra con dei giocatori con elevato tasso tecnico e molta esperienza, e per noi era importante vedere il gioco. Dobbiamo ancora sistemare qualche situazione in cui pecchiamo di esperienza, ma siamo sulla strada giusta”.

                                                                                —————

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 3

POOL LIBERTAS CANTU’ 1

(21-25, 25-17, 25-23, 25-23)

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Acquarone 1, Padura Diaz 27, Colli 17, Krauchuk 19, Bargi 8, Larizza 6, Catania (L1), Di Marco, Prosperi, Mazzon. N.E.: Mannucci, Marra, Andreini (L2). All: Pagliai, 2° All: Douglas (battute vincenti 5, battute sbagliate 20, muri 8).

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti, Motzo 21, Cominetti 16, Maiocchi 10, Monguzzi 4, Mazza 6, Butti (L1), Regattieri, Suraci, Gasparini 2. NE: Poey, Frattini, Rudi (L2). All: Cominetti, 2° All: Redaelli (battute vincenti 3, battute sbagliate 15, muri 8).

 

Arbitri: Christian Palumbo (Cosenza) e Maurizio Merli (Terni)

Addetto al videocheck: Elena Fantoni

 

Una Pool Libertas Cantù molto combattiva esce sconfitta dal PalaParenti al cospetto dei padroni di casa della Kemas Lamipel Santa Croce, che restano imbattuti tra le mura amiche. Un match in cui le due squadre lottano punto a punto per quasi due ore, ad eccezione del secondo set, nel quale i “Lupi” prendono i 5 punti di vantaggio che mantengono fino alla fine. Nel finale di partita i canturini riescono a recuperare uno svantaggio di 4 punti e ad annullare due match point, ma non completano l’opera per mandare la disfida al tie-break.

Coach Luciano Cominetti conferma Matheus Motzo in diagonale a Mirko Baratti, con Roberto Cominetti e Matteo Maiocchi schiacciatori, Dario Monguzzi e Federico Mazza centrali, e Luca Butti libero. Coach Alessandro Pagliai risponde con la formazione-tipo con Alessandro Acquarone al palleggio, Williams Padura Diaz opposto, Matheus Krauchuk e Leonardo Colli in banda, Federico Bargi e Jacopo Larizza al centro, e Damiano Catania libero.

Primo set con continui ribaltamenti di fronte, e nessuna delle due squadre che riesce a prendere più di due punti di vantaggio sull’altra (4-6, 10-8, 14-16). Il break decisivo arriva con un ace di Roberto Cominetti, che porta i suoi sul 19-21. Al rientro in campo dal time-out chiamato da Coach Pagliai, Maiocchi chiude con un attacco su ricezione lunga dei toscani (21-25).

Nel secondo set la Kemas Lamipel parte decisa, e, guidata da Colli e Krauchuk, va subito avanti, con Coach Cominetti a fermare il gioco (6-3). Gli schiacciatori toscani sono scatenati, e il divario tra le squadre aumenta (9-4 e 14-8). E’ lo strappo decisivo: i conciari difendono il vantaggio e chiude un ace di Colli (25-17).

Il terzo set inizia come fotocopia del secondo, con Santa Croce subito 6-3 guidata da Krauchuk e Coach Cominetti a fermare il gioco. Al rientro in campo il divario aumenta, e Padura Diaz mura Monguzzi per l’11-6. Il Pool Libertas prova a riavvicinarsi (15-13 e 17-15), ma la Kemas Lamipel ribatte ad ogni tentativo di rimonta canturina. La parità arriva a quota 19, ma il punto a punto finale premia i padroni di casa (25-23).

Il quarto set è un’altalena di emozioni. I canturini vanno avanti con un 6-9 che costringe Coach Pagliai a chiamare time-out. La parità arriva a quota 11, e la Kemas Lamipel piazza un 4-0 per il 20-16. Il Pool Libertas risponde con un altro 4-0 che sancisce il 20 pari. Altro allungo toscano per il 24-21, i brianzoli annullano due match point, ma un attacco di Colli consegna set e partita ai suoi (25-23).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Mi ero ripromesso di affrontare con grinta questo match per prepararci al meglio per la partita di settimana prossima contro Lagonegro, ed è quello che ho visto in campo. Ho visto un buon atteggiamento da parte dei ragazzi, molta grinta, e sono sicuro che presto riusciremo a sbloccarci. Mi spiace solo che in alcuni momenti non siamo riusciti a chiudere palloni decisivi per alcuni errori di gioventù, e a portare la partita al quinto set”.

                                                                                  ——————

Serie C

PALLAVOLO LIPOMO-POOL LIBERTAS CANTU’ 3-2

(25-18, 20-25, 19-25, 25-16, 15-11)

Cantù: Roncoroni Fu. 2, Corti P. 12, Corti S. 25, Rizzi, Pellegrinelli 4, Maino 8, Garcia (L1), Romanò, Roncoroni Fi. 13 , Borrozzino 1, Maspes, Falato, Arnaboldi (L2) All: Bernasconi, 2°all: Rossi.

 

1 SET

Cantù parte con Fulvio Roncoroni in palleggio, Pietro Corti opposto, Emanuele Rizzi e Samuele Corti schiacciatori, Luca Pellegrinelli e Gabriele Maino centrali, liberi Federico Garcia in ricezione e Alex Arnaboldi in difesa. Lipomo parte meglio di Cantù e va avanti (8-3). Con un muro di Samuele Corti e un contrattacco di Maino gli ospiti accorciano (8-6), ma commettono qualche errore di troppo che permette ai locali di andare avanti (14-10). Coach Bernasconi inserisce Filippo Roncoroni al posto di Rizzi, ma l’inerzia del set non cambia. Lipomo chiude agevolmente (25-18).

 

2 SET

Si riparte con la formazione che ha chiuso il primo set, con Filippo Roncoroni in campo. Di nuovo Lipomo parte meglio (4-2), ma Cantù non molla e impatta sul 5 pari. La partita è equilibrata, un ace di Fulvio Roncoroni porta avanti gli ospiti (8-10). Lipomo non molla, ma i giovani canturini ribattono colpo su colpo, e, con un servizio più efficace rispetto al primo set, riescono ad andare avanti (14-17). È il break decisivo, Samuele Corti fa la differenza in attacco e gli ospiti vincono (20-25).

 

3 SET

Sestetto confermato per il Pool Libertas. Cantù parte molto bene con la battuta di Pellegrinelli che mette in difficoltà la ricezione di Lipomo (3-8), ma tre errori di fila dei giovani canturini riportano sotto i locali (7-9). La squadra di Coach Bernasconi non ci sta e riprende a fare gioco, esprimendo una buona pallavolo. Filippo Roncoroni porta avanti i suoi (11-16). Cantù gestisce senza commettere grossi errori e si porta a casa il set (19-25).

 

4 SET

Lipomo parte meglio e si trova avanti (4-2) guidata dallo schiacciatore Sala. Cantù reagisce, ma non riesce ad impattare il punteggio (8-7). Una buona fase difensiva di Lipomo e qualche errore di troppo degli ospiti porta il punteggio 14-10. Entra Borrozzino su Pietro Corti, ma le cose non cambiano; 20-13 con gli attacchi dal centro di Lipomo, che chiude 25-16 e manda la partita al quinto e decisivo set.

 

5 SET

Cantù non parte bene e va subito sotto (2-0). Roncoroni prova a dare una scossa in attacco, ma le ricezioni imprecise non permettono ai canturini di fare il loro gioco. Si cambia campo sull’8-4. Cantù non demorde e ci prova (10-7), ma un’invasione non chiamata dall’arbitro permette a Lipomo di tornare avanti di 4 lunghezze (11-7). I giovani della Pool Libertas non mollano e tornano sotto (13-11), ma un errore in battuta e un attacco dell’opposto di Lipomo permettono ai locali di vincere set e partita (15-11).

 

IL COMMENTO DI COACH FRANCESCO BERNASCONI

Non posso essere contento dopo una sconfitta, ma abbiamo giocato una buona gara. Male il primo set: siamo entrati in campo un po’ contratti, forse pagando la tensione che questa partita poteva portare. Nel secondo set, invece, c’è stata una buona reazione: abbiamo alzato il livello del nostro gioco e della battuta. Abbiamo giocato a buoni livelli per due set, il secondo e il terzo, ma siamo mancati dalla metà del quarto set calando in quasi tutti i fondamentali. Il quinto set non l’abbiamo giocato al meglio, e un paio di decisioni arbitrali molto dubbie ci hanno tagliato le gambe. Ai ragazzi avevo chiesto una prestazione di squadra, e devo ammettere che c’è stata, anche se manca ancora qualcosa a livello di continuità. C’è rammarico per la gestione del quarto set: non siamo partiti male ma alla prima difficoltà siamo spariti dal campo. Abbiamo mosso la classifica, anche se solo con un punto, e questo rimane un aspetto positivo. Settimana prossima abbiamo il turno di riposo: avremo più tempo per analizzare l’andamento di questa gara, per ripartire poi a Pavia tra 15 giorni.

Libertas Brianza (fondata nel 1982) piazza Parini 22063 CANTU’ (CO)
Ufficio Stampa – Francesca Molteni – ufficiostampa@libertasbrianza.it

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi