Blog

foto tratta dal sito MUSEOLUOGOCULTURA.IT

Museo farmaceutico Foletto

 

ll Museo si trova in Val di Ledro, Comune di Ledro (Tn)

il 30 dicembre 2000 a Pieve di Ledro, nasce “Alambicchi, pestelli e macchine”, il primo nucleo del Museo del Laboratorio Farmaceutico Foletto.

 L’esposizione aperta, fu voluta da Achille Foletto, per rendere pubblicamente fruibile la documentazione e la conoscenza delle attrezzature meccaniche, chimiche e specificamente farmacistiche di proprietà della famiglia Foletto.

Si inaugura la struttura definitiva con entrata dallo scenografico atrio originale dell’ottocentesca Farmacia Foletto. L’allestimento aperto al pubblico il 21 agosto 2011, include la sezione “Alambicchi, pestelli e macchine” e si allarga in altre sale. Propone una selezione rappresentativa dei raffinati oggetti scientifici d’uso, ospitati negli stessi locali dove sono stati utilizzati per decenni o in spazi appositamente realizzati per illustrare e dimostrare concretamente il loro funzionamento. A cura dell’Associazione Culturale “Achille Foletto” che coordina le attività del Museo, è stato pubblicato: “La famiglia Cassoni di Ledro di Carlo e Paolo Cis”, il primo libro di storia farmaceutica ledrense La collezione privata su cui si fonda il Museo illustra l’evoluzione artigianale, tecnologica e scientifica della professione (l’antico speziale, poi chimico-farmacista) e documenta la storia professionale della famiglia Foletto, in attività a Pieve di Ledro da metà Ottocento poco prima della battaglia garibaldina di Bezzecca (1866). Il percorso espositivo – in cinque sale – testimonia le vicende della spezieria di Pieve, ricostruisce gli originali ambienti di lavoro e di vendita, e sottolinea il ruolo della botanica nella storia delle preparazioni mediche dedicando una sezione allo storico Erbario (1890-1895) di Angelo Foletto.

In esposizione permanente si trovano attrezzature professionali e arredamenti d’epoca. Utensili e macchine. Bilance, distillatori e alambicchi. Erbari e vetrini botanici. Scaffali antichi costruiti su misura, vetri di Boemia molati a mano, cassettiere con scritte-etichette in latino e a smalto. Teche e scansie a ripiani carichi di ampolle etichettate, di scatole e bottiglie di svariate fogge e colori.

Exif_JPEG_PICTURE

Al circa 200 mt dal Museo è stato aggiunto un orto botanico, in collaborazione con “Dalla Fattoria”. L’idea è nata dall’esigenza di reperire materie prime coltivate naturalmente e a Km 0. L’orto botanico, infatti, racconta l’importanza della cura verso le materie prime: fiori, radici e piante sono essenziali per uno speziale come per un produttore di liquori! L’orto è visitabile e parte integrante dei laboratori da Giugno a Settembre e presenta numerose specie botaniche tipiche del territorio come, ad esempio, Malva, Calendula, Lavanda, Iperico, Genziana, Timo

Nel Museo Farmaceutico Foletto è possibile assaggiare i prodotti A. foletto tra cui il famoso Picco Rosso, sciroppi ed amari.

Per conoscere da vicino l’attività del Museo è possibile partecipare a visite guidate e laboratori.

 

la redazione

le foto dell’articolo sono tratte dai siti museoluogocultura.it e ascuoladeglialberi.net

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi