Blog

logo regione lombardia

Lombardia, scuola e lavoro sempre più connessi

“La Lombardia deve diventare sempre più un modello di riferimento a livello nazionale per il suo sistema di formazione che consente di studiare in azienda e trovare lavoro a scuola”.

 Lo ha detto l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea intervenendo al convegno ‘Non spin-off, ma start up: i giovani, il futuro, la scuola e l’impresa’, organizzato dalla neonata Associazione Libera Idee Sistema Educativo Italiano. Ai lavori ha partecipato anche Francesco de Sanctis, direttore generale Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia.

INVESTIRE SU GIOVANI A SCUOLA PER AIUTARLI A TROVARE LAVORO -“Siamo l’unica Regione in Italia – ha spiegato Aprea – che ha investito 20 milioni di euro nel prossimo triennio sugli ITS, Istituti Tecnici Superiori ad alta specializzazione tecnologica, ed oggi disponiamo di 17 percorsi; abbiamo 45 IFTS (Istituti di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore) che sono frequentati da 1.500 studenti di cui 1.000 diplomati e il 60% dei quali già inseriti in azienda”. “Se guardiamo invece alle filiere orizzontali – ha proseguito l’assessore – l’obiettivo raggiunto è la creazione di 56 Poli Tecnico Professionali con il coinvolgimento di 400 imprese, più di 200 istituti scolastici, 70 enti di formazione, 5 università e 15 associazioni di categoria. I Poli consentono di spostare parte dell’attività didattica nelle imprese e di avvicinare gli studenti al mondo del lavoro”.foto clessidra

UFFICI DI PLACEMENT NELLE SCUOLE SUPERIORI – Rientrano in questo ambito le iniziative di alternanza scuola-lavoro, i tirocini, l’apprendistato, gli uffici di placement che le scuole superiori stanno realizzando dopo aver aderito al progetto Fixo: 58 reti di scuole, 128 istituti, 234 tirocini attivati oltre alla creazione di una banca dati nelle scuole che consente alle aziende di incrociare interessi, competenze e professionalità richieste.

GARANZIA GIOVANI LOMBARDIA MODELLO PER MINISTERO LAVORO – “Accompagnare i giovani verso il mercato del lavoro mentre stanno ancora studiando – ha aggiunto Aprea – è qualcosa che in Lombardia è già realtà e la straordinaria esperienza degli Istituti di Formazione Professionale ne è una testimonianza. Con Generazione web abbiamo fatto un passo avanti verso la scuola digitale, formando anche gli insegnanti ad un nuovo modo di fare didattica; con la Garanzia Giovani, prevista dall’Unione Europea per la transizione dal mondo della scuola a quello del lavoro, abbiamo messo a punto un modello che è stato preso come riferimento dal Ministero del Lavoro che lo ha considerato come esempio di buona prassi”.

AVANTI CON NUOVE TENCOLOGIE E DOTE UNICA LAVORO – “Dobbiamo migliorare ancora – ha concluso l’assessore – rendendo più diffuse queste pratiche incentivando ulteriormente l’utilizzo delle nuove tecnologie a scuola e facendo sfruttare al meglio le opportunità della Dote Unica Lavoro”.

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi