Sport & Work n.62 – Lavoro: ripresa o non ripresa?

I segnali sono contradditori e molti si domandano, che sta succedendo? I proclami sembrano indicare che il vento è cambiato e i media si scatenano riportando dati e numeri che confermerebbero il cambio di tendenza dopo anni di crisi dura e sofferta.

Il mondo della politica si gioca istanze favorevoli e contrarie e i tentativi di ricostruire e riformare incontrano contrasti apparentemente insanabili, mentre la “spending review” sembra sempre più una chimera (i giornalisti esperti e gli economisti sostengono che non si fa abbastanza per ridurre il debito pubblico che sarebbe l’azione più urgente da intraprendere per risanare il bilancio nazionale e invertire davvero la rotta).

L’occupazione, forse grazie alle convenienze del JOBS ACT, è sicuramente migliorata, ma basta mettersi nei panni dei giovani che cercano lavoro per dimostrare che siamo anni luce lontani da una vera risalita.

Non solo, la massa di persone espulsa dalle Aziende in questi anni (fase che sta continuando, in verità) fatica a trovare una qualsiasi alternativa e la riconversione verso professioni diverse appare decisamente complicata.

Se si analizza il mondo delle Imprese, si nota che la forchetta è sempre più ampia tra coloro che “vanno bene” e quelle che “soffrono” o peggio si riducono o chiudono.
Sembra di cogliere un’immagine di deserto con tante oasi, belle, rigogliose, prosperose, ma contornate da tante realtà di difficile sopravvivenza.

E’ vero, i consumi sono un po’ ripresi, ma già dopo l’estate calda anche economicamente, i segnali successivi sono meno incoraggianti.

In questo contesto così ambiguo emerge prepotente un’esigenza : occorre essere “bravi”, avere obiettivi ben chiari, pianificare accuratamente prodotti e processi, gestire in modo mirato costi e risorse, investire molte energie, non solo materiali, sul proprio progetto, essere determinati e flessibili per adattarsi rapidamente alle variazioni frequenti del mercato, allargare la visione e innovare continuamente, puntare su Qualità e Servizio avvicinandoci sempre più a Clienti e Utenti.

Una ricetta siffatta richiede PERSONE competenti, capaci, motivate, adatte a vivere in situazioni di tensione (talvolta di stress), consapevoli che ogni attività conduce, insieme, ad un unico risultato finale.

E qui sta il dilemma: da una parte ridurre l’organico, tagliare i costi, esercitare pressione continua, spremere tutti con compiti che si aggiungono costantemente (ciò che genera un clima pesante e una cultura vocata solo all’efficienza), dall’altra l’importanza chiave del valore delle professionalità necessarie per eccellere (ciò che richiede un clima partecipativo e responsabilizzante).

Come coniugare i due orientamenti? Da quello che osserviamo sul mercato le due linee strategiche non si armonizzano facilmente e spesso la prima prevale sulla seconda, eppure quando incrociamo un’Azienda di successo ci accorgiamo che riesce a mediare le diverse istanze proprio puntando sulla cultura organizzativa, sulla squadra, sulla condivisione, sull’accettazione delle responsabilità delegate e su strumenti che assicurano performance elevate e adeguate incentivazioni.

Giorgio Cozzi

 

Giorgio Cozzi, Sociologo e Psicologo
– CEO di ISO Interventi Socio Organizzativi Srl
– Partner Italiano di Extended Disc (Piattaforma evoluta di Analisi dei Comportamenti
– ex Presidente di ASSORES (Associazione fra Società di Selezione)
– Membro attivo di CRESCITA (Associazione fra Società di Ricerca e Selezione del Personale
– Autore di Turbomanagement – Sperlimg & Kupfer (con Bucci e Sprega)
– Autore di Turbomanagement 2 – Franco Angeli Editore
– Autore di Cambia, Adesso! – Seneca Editore (con Gianluigi Olivari)
– Autore di Le parole segrete della vendita – Seneca Editore (con Gianluigi Olivari
– Trainer e Coach
– Esperto di BBS (Behavior Based Safety)
– Ha lavorato in Azienda presso Banca Popolare di Novara – Cotonificio Cantoni – Plasmon
– Ha lavorato vent’anni in un Gruppo Internazionale di Training (Tack International)
– Ha partecipato a Convegni Internazionali e Nazionali sul mondo del lavoro

(Presidente di AISM, Associazione Italiana Scientifica di Metapsichica, autore di libri sulla Parapsicologia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *