Blog

logo info lavoro

Info Lavoro: ordinanza Regione Lombardia – Fondi per il reddito, estensione beneficiari

CIRCOLARE n. 46/ 2020  – EMERGENZA CORONAVIRUS
Ordinanza regione Lombardia : nuovi adempimenti per i datori di lavoro

Con l’Ordinanza n. 546 del 13 maggio, la Regione Lombardia ha definito alcune prescrizioni per i datori di lavoro al fine di garantire la tutela della salute in tutti i luoghi di lavoro in Lombardia (es. attività produttive, uffici, negozi, attività aperte al pubblico etc.).
Le misure sono valide dal 18 al 31 maggio 2020.
I datori di lavoro dovranno osservare le seguenti prescrizioni:
1. Il datore di lavoro o un suo delegato deve sottoporre il personale, prima dell’accesso al luogo di lavoro, al controllo della temperatura corporea. Questa operazione deve essere effettuata anche quando, durante l’attività, il lavoratore dovesse manifestare i sintomi di infezione respiratoria da COVID – 19 (es. tosse, raffreddore, congiuntivite). Se la temperatura risulterà superiore ai 37,5°, non sarà consentito l’accesso o la permanenza nei luoghi di lavoro. Le persone in tale condizione devono essere momentaneamente isolate e non dovranno recarsi al Pronto Soccorso e/o nelle infermerie di sede.
Il datore di lavoro comunicherà tempestivamente tale circostanza, tramite il medico competente di cui al D.L. n.81/2008 e/o l’ufficio del personale, all’ATS territorialmente competente, la quale fornirà le opportune indicazioni cui la persona interessata dovrà attenersi.
2. È fortemente raccomandato anche rilevare la temperatura dei clienti/utenti, prima dell’accesso. Con temperatura superiore a 37,5°, non sarà consentito l’accesso e la persona dovrà contattare il proprio medico curante.
3. È fortemente raccomandato scaricare e utilizzare l’ app “AllertaLom, il questionario “CercaCovid” deve essere compilato quotidianamente da parte del datore di lavoro e da tutto il personale..
Per gli aspetti non diversamente disciplinati dall’ Ordinanza in materia di contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro, rimane in vigore quanto previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 aprile 2020 (cfr ns. circolare n.44/2020).
Il mancato rispetto delle misure indicate nell’ Ordinanza è sanzionato secondo quanto previsto dall’art. 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19.
Per il testo integrale dell’ordinanza si rinvia al sito : https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/salute-e-prevenzione/coronavirus/ordinanza-datori-di-lavoro/ordinanza-datori-di-lavoro

                                                                                                  ——————

 CIRCOLARE n. 47/ 2020 EMERGENZA CORONAVIRUS  – D.M 4 MAGGIO 2020

FONDO PER IL REDDITO DI ULTIMA ISTANZA ESTENSIONE BENEFICIARI

Con D.M. 4 maggio 2020, n. 10, pubblicato sul proprio sito istituzionale, il Ministero del lavoro, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha reso noto che l’indennità in favore di lavoratori dipendenti e autonomi danneggiati dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, per cui è stato istituito il Fondo per il reddito di ultima istanza ex art. 44, D.L. n. 18/2020 (cd. decreto Cura Italia), è estesa per il mese di marzo 2020 anche ad altre categorie di lavoratori non coperte da altri interventi.

In particolare, possono fruire di una indennità di 600 euro per il mese di marzo 2020, i seguenti lavoratori:

– lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020 e che abbiano svolto la prestazione lavorativa per almeno 30 giornate nel medesimo periodo;

– lavoratori intermittenti, di cui agli articoli da 13 a 18 del D.Lgs. n. 81/2015, che abbiano svolto la prestazione lavorativa per almeno 30 giornate nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020;

– lavoratori autonomi, privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, che nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 23 febbraio 2020 siano stati titolari di contratti autonomi occasionali riconducibili alle disposizioni di cui all’art. 2222 cod. civ. e che non abbiano un contratto in essere alla data del 23 febbraio 2020. Gli stessi, per tali contratti, devono essere già iscritti alla data del 23 febbraio 2020 alla Gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, L. n. 335/1995, con accredito nello stesso arco temporale di almeno un contributo mensile;

– incaricati alle vendite a domicilio, di cui all’art. 19 del D.Lgs. n. 114/1998, con reddito annuo 2019 derivante dalle medesime attività superiore ad euro 5.000 e titolari di partita IVA attiva e iscritti alla Gestione Separata di cui all’art, 2, comma 26, della L. n. 335/1995, alla data del 23 febbraio 2020 e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

I soggetti sopra elencati, alla data di presentazione della domanda, non devono essere in alcuna delle seguenti condizioni:

  1. a) titolari di altro contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato diverso da quello di lavoro intermittente;
  2. b) titolari di pensione.

Tale indennità non concorre alla formazione del reddito e non è cumulabile con:

– i trattamenti di cui agli artt. da 19 a 22 del D.L. n. 18/2020;

– le indennità di cui agli artt. 27, 28, 29, 30 e 38 del D.L. n. 18/2020;

– l’indennità di cui al D.M. 28 marzo 2020;

– il reddito di cittadinanza di cui al D.L. n. 4/2019.

L’indennità è erogata dall’Inps, previa domanda.

Le disposizioni del decreto in oggetto hanno in ogni caso efficacia successivamente alla pubblicazione della L. 24 aprile 2020, n. 27 (avvenuta sul S.O. n. 16/L alla G.U. n. 110 del 29 aprile 2020), di conversione del D.L. n. 18/2020, cd. decreto Cura Italia

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi