Blog

pexels-photo-4297438 di Ave Calvar Martinez

I 5 minuti di Cortopugliese diventano “I 5 minuti di Rizzo, Raddrizzo e Valorizzo”

Il Diluvio ha spento il cerino

 

Soffrivo, piccolissimo, di un disturbo strano e imbarazzante: mi si arrossavano le orecchie, quando dicevo bugie.

Forse è per questo che venivo scoperto, o forse perché ero l’unico figlio ed in casa, oltre a me, non c’erano bambini.

Non ero come ora creativo, dicevo perciò sempre: ‘Non sono stato io.’ Ogni mio disastro portava però la mia firma e non mi accorgevo delle orecchie bordeaux, perché non sentivo bruciori, pruriti o altro: ero cioè, come si dice ora,  ‘asintomatico’. Fui così costretto a non dir più bugie e continuo a non farlo, oramai è per me un motivo d’orgoglio.

Ma da asintomatico ho sempre cercato di contagiare i bugiardi, finora senza successo. Una volta però ci ho sperato.

Da giovane manager, frequentavo dirigenti anche molto importanti e ne conobbi uno geneticamente bugiardo. Lo riconobbi proprio dalle orecchie arrossate e nel suo caso il colore era permanente e costante, ma ciò dipendeva dal  fatto che ormai lui mentiva per consolidata abitudine; e diceva sempre anche lui: ‘Non sono stato io’, scaricando sue responsabilità o inadempienze con narrazioni abilissime, in cui tutto era vero tranne i dettagli, per lui però decisivi.

Siamo ora da tempo alle prese col Diluvio del Virus e con quello delle parole e dei numeri, cui in tanti dan forma e interpretazione, con competenza spesso solo oratoria o manipolatoria: subiamo il Diluvio del falso o del narcisismo o dello scarico di responsabilità, con narrazioni neanche abilissime in cui poco è vero e tanto è consapevolmente o colpevolmente insensato, pur di apparire o esserci, prevalere o frenare, impedir comunque che finalmente si cambi.

Parliamo di Rinascita, che vuol dir Cambiamento; e penso al Rinascimento, quando la Grande Finanza non dissipò, ma diede anzi impulso ad Arte, Cultura, Bellezza. Non ci sono più i Medici, ma per fortuna abbiamo i Dottori e son bravi, son Draghi… Ma in troppi puntano solo all’assalto alla diligenza per prender PNRR e aver più potere… anche se è sempre colpa di altri. A pensar male, si fa peccato ma spesso ci si indovina; ed il potere logora chi non ce l’ha.

Penso a chi fa leva sul bilanciamento dei poteri per crear il proprio feudo e renderlo inespugnabile e irresponsabile, o non responsabile. Penso ai tanti feudi e microfeudi che bloccano da tempo l’Italia e impediscono il cambiamento, che il Diluvio del Virus rende però inevitabile. C’è stata un’ampia e ben distribuita fioritura di bugie, ora però se ne vedono i frutti. E non si può dare ad altri il cerino acceso: il Diluvio, infatti, ormai quel cerino l’ha spento.

GIOVAMBATTISTA RIZZO 

 

copyright GIOVAMBATTISTA RIZZO – Tutti i diritti riservati


RIZZO, RADDRIZZO E VALORIZZO: così presenta la sua attività Giovambattista Rizzo, chiamato da 35 anni a far partire, ripartir o non morire aziende e progetti. È Uomo del Cambio Marcia ed è via di mezzo tra un Cincinnato padano e uno scugnizzo napoletano: ha del politico la capacità di entrare e uscire in punta di piedi costruendo senza distruggere, con pazienza ed equilibrio; dello scugnizzo, ha invece il guizzo creativo e l’argento vivo, cui aggiunge il sorriso, a teatro con REGALAMI UN SORRISO, AI TEMPI DEL COVID ed in TV con UN SORRYDENTE GIOCO DELL’OCA

 

 

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi