Eventi culturali in Lombardia

I depositi del MUDEC – Museo delle Culture aprono in esclusiva grazie agli eventi “Aperti per voi” del Touring Club Italiano. In tutti gli ultimi sabati del mese fino a giugno 2020, i volontari del Touring accompagneranno i visitatori in un tour unico alla scoperta delle collezioni del museo. Un focus dedicato di mese in mese sulle diverse tipologie di opere e oggetti d’uso ripercorrerà trasversalmente le collezioni dedicate a Africa, Cina, Giappone, Islam, strumenti musicali, Oceania, Amazzonia e le raccolte archeologiche precolombiane. Le visite sono gratuite su prenotazione.

Alla Fabbrica del Vapore di Milano la mostra “Io, Robotto”, in scena fino al 19 gennaio 2020. Un percorso sul sogno dell’uomo di replicare la vita e creare un suo doppio in grado prima di duplicarne le movenze, di comunicare con lui e infine di sviluppare un’intelligenza artificiale con cui confrontarsi. Un’esperienza umanistica sul rapporto tra l’uomo e la macchina, a indagare ogni argomento dello scibile umano, dalla letteratura alla biomeccanica.

A Palazzo Reale la mostra “Guggenheim. La collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso” in programma a Palazzo Reale fino al 1° marzo 2020. La mostra presenta circa cinquanta capolavori dei grandi maestri impressionisti, post-impressionisti e delle avanguardie dei primi del Novecento, tra cui Paul Cézanne, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas, Paul Gauguin, Edouard Manet, Claude Monet, Vincent van Gogh e un nucleo importante di opere di Pablo Picasso. L’esposizione racconta la straordinaria collezione che negli anni Justin K. Thannhauser costruì per poi donarla, nel 1963, alla Solomon R. Guggenheim Foundation, che da allora la espone in modo permanente in una sezione del grande museo di New York.

Fino al 19 gennaio 2020 Palazzo Reale ospita la grande mostra su Giorgio de Chirico, che ricostruisce l’irripetibile carriera dell’artista attraverso un centinaio circa di capolavori, a distanza di quasi cinquant’anni dalla personale del 1970.

Il Museo del Novecento fino al 1 marzo 2020 dedica la più ampia retrospettiva milanese degli ultimi 50 anni all’artista Filippo De Pisis, protagonista della pittura e della scrittura tra le due guerre. Viaggiatore instancabile e figura versatile, ha attraversato Paesi e movimenti pittorici lasciando la propria personale impronta. Fra i 90 dipinti esposti si possono ammirare vivaci vedute cittadine, ariosi paesaggi delle montagne a lui care, combinazioni di nature morte e intensi ritratti.

Il Castello Sforzesco di Milano ospita fino al 15 dicembre ‘Intorno a Leonardo. Opere grafiche dalle collezioni milanesi’, mostra che si concentra sulla fortuna e la diffusione di alcune invenzioni grafiche di Leonardo da Vinci. Il percorso, che prende avvio dalla Testa di Leda (circa 1504-1506), disegno autografo del Maestro poi ritoccato dagli allievi, presenta nove preziose e rare opere grafiche, realizzate tra gli anni novanta del ‘400 e la fine del ‘500. (Tutte le informazioni).

Fino al 2 febbraio 2020 il Mudec – Museo delle Culture presenta Oriente Mudec. Il progetto si snoda attraverso due mostre dal 1 ottobre al 2 febbraio 2020 e un programma di iniziative per raccontare le sfaccettature della cultura giapponese e l’incontro artistico-culturale di Europa e Asia, e in particolare di Italia e Giappone. Nella prima mostra sonno esposte le opere di provenienza soprattutto giapponese, per la maggior parte provenienti dalla Collezione Passalacqua, e illustra i primi rapporti storici tra l’Italia e il Giappone. La seconda mostra si focalizza sulle avventure imprenditoriali e sugli scambi artistici dalla fine dell’800: hanno subito l’incanto del Giapponismo molti artisti e intellettuali europei, da De Nittis a Rodin, da Van Gogh a Gauguin, da Toulouse-Lautrec a Monet, da Galileo Chini a Giovanni Segantini e molti altri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *