Economia: quante possibilità hanno le nostre aziende per ritornare competitive?

La nostra economia e le nostre Aziende possono tornare a volare alte come le Aquile come in un recente passato

I dati Inps confermano i limiti del Jobs Act: nei primi tre mesi del 2016 i contratti a tempo indeterminato scesi del 33%.  Il vero problema sembrerebbe essere questo ma nella realtà i fatti asseriscono che l’ industria tutta ,dai piccoli e medi imprenditori alle grandi società, vuole tornare a volare alta come le aquile come avveniva in un tempo abbastanza recente.

Analizzando la quotidiana realtà possiamo rilevare che l’ 87% delle aziende sono padronali ed il 30% vive la problematica del passaggio generazionale . Basandoci su quanto sopra esposto abbiamo intervistato alcuni componenti di una Azienda dall’elevato profilo la 2.ZEROGROUP.

Da questa intervista sono emerse alcune problematiche che debbono essere affrontate e risolte dalla nostra industria per riprendere a volare alta. Esse sono : mettere sotto uno stesso cappello il mondo della Comunicazione Integrata con quello delle Risorse Umane , l’ assoluta necessità di una revisione strategica in ambito Risorse Umane, identificazione delle aree di miglioramento con azioni atte a colmare i gap.

Altra realtà sono il predisporre la realtà aziendale alle politiche di gestione delle risorse umane con analisi dei processi e procedure, supportare la gestione delle Relazioni Industriali e affinare la conoscenza degli aspetti legati al Diritto del Lavoro. Affinare e perfezionare l’ area Recruitment  & Talent Acquisition. Piani di Successione e Valutazione delle Performance, analisi delle esigenze formative ed attivazione di adeguati processi di Training & Development con adeguati piani di Change Management ed Innovazione. Fondamentali risulteranno essere adeguate Aree di Comunicazione con un occhio a Eco.Factory- Journalism Creative, HealthCom Consulting lì ove si renda necessario.

Vi sono poi aspetti che nessuna Azienda può tralasciare come ad esempio l’importanza della Credibilità e dei Valori, la Responsabilità sociale dell’ impresa perché darà significativi ritorni economici basti pensare che il 66% dei consumatori ha dichiarato di essere disposto a pagare di più per un brand “responsabile” a dimostrarlo è il trend di crescita che è stato del 55% nel 2014 e del 50 % nel 2013.

Assolutamente significativo ed importante è il Branded Journalism ( racconti di valore e valore del racconto ). Inoltre a livello mondiale, europeo ed italiano un elemento decisamente conosciuto dalle Multinazionali : Adv goes Native o Native Advertising ovviamente in linea e non disgiunto dal Branded Channel che deve avere anche la Mobile Version, Desktop Version , il Consumer Engagement, e molto altro ancora di cui desideriamo lasciarvi la curiosità di scoprire da soli attraverso la 2.ZEROGROUP che ringraziamo per averci dedicato tempo atto a far scoprire ciò che solo la elevata professionalità è in grado di fornire e che, perdonate, la politica ben poco conosce ed approfondisce altrimenti farebbe scelte ben più consone al rilancio industriale nazionale.

Sicuramente vi è un dato inequivocabile : coloro che si sono affidati a questi specialisti di valore internazionale sono ripartiti alla grande. Un esempio per tutti ? Eccolo “Ungheria e Lombardia: affari per quasi 3 miliardi di euro nel 2015, rappresentano oltre un terzo del totale italiano e sono in crescita del 6% in un anno. Si tratta di 1,6 miliardi di import (+4,8%) e di 1,3 miliardi di export (+7,8%) con Milano in testa ma tallonata da Brescia e Mantova nell’export e seguita da Pavia nell’import. A crescere di più sono poi Lecco che raddoppia il suo interscambio, Como (+23,7%) e Monza e Brianza (+20%). “

Claudio Mantovani

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *