Ciclismo – a Gaggiano 115 atleti alla partenza della 55° Milano-Rapallo dilettanti

55° Edizione delle gara ciclistico per Dilettanti Elite Under 23, Gaggiano 22 settembre 2013

polizia locale gaggiano e rapalloIMG_0121
Polizia Locale di Gaggiano e di Rapallo nel cortile del Comune di Gaggiano

Il ritrovo è come al solito da quattro anni consecutivi, previsto nel cortile del comune di Gaggiano

Alle nove del mattino l’organizzazione è in moto, sedici saranno le quadre che partecipano a questa 55a edizione, ricordiamo che questa è una gara che si corre in deroga, cioè oltre i 200km che è il massimo previsto dalla federazione per questa categoria, il percorso di questa gara si sviluppa invece su un tracciato di 206km.

Iscritti alla gara in 130, da registrare alcune defezioni dell’ultimo momento, causa i campionati del mondo che si stanno disputando in contemporanea in Toscana, ad esempio la gara a cronometro per questa categoria Under 23 Elite è prevista a Firenze per lunedì 23 settembre, impossibile quindi per alcuni di loro disputare due gare in due giorni consecutivi.

vincitore iuri filosi soc. iris maserati vigevanoIMG_0171
1° classificato Iuri Filosi, trentino tessarato con la Viris Maserati Vigevano

Alla partenza autograferanno il foglio firma in 115, circa quattro ore e mezza dopo, 81 di loro taglieranno il traguardo sullo splendido scenario del Golfo del Tigullio a Rapallo.

2° class. benedetti luca - 3° taliani luca-IMG_0172
2° classificato Luca Benedetti, 3° classificato Luca Taliani entrambi della Futura Team Matricardi(Toscana)
IMG_0237
podio con gli atleti, le miss e Giulio Gallera, consigliere regionale Lombardia,il sindaco di Rapallo Giorgio Costa, Franco Miragoli sindaco di Gaggiano, Francesco Berardi assessore allo sport di Gaggiano
IMG_0253
Il sindaco Franco Miracoli e l’assessore allo sport di Gaggiano Francesco Berardi con la Polizia Locale Unione I Fontanili Gaggiano, da sinistra Giuseppe Berettini,Maurizio Grottoli, il comandante Alessandro Ghizzardi, Roberto Biraghi

Alle undici e quarantacinque, il lungo serpentone colorato, di macchine delle polizie, delle ammiraglie, della direzione corsa e dei servizi radio e dei corridori, percorre la passerella delle vie Roma, Milano, Leonardo da Vinci, De Gasperi, Cornicione, Matteotti ed infine la SP.38 arrivati a Vigano, davanti al Comando della Polizia Locale Unione Fontanili, stop, raggruppamento dei corridori, giudici con bandiera a scacchi, partenza e via, naturalmente subito a rotta di collo, verso Rosate, Noviglio, Binasco, Pavia, Voghera, Tortona ecc. ecc.

Il tempo meteorologico è favorevole, nessuna minaccia di pioggia e l’andatura è sostenuta, termineranno con  44.645 km. di media oraria, la gara prosegue veloce e regolare, le varie squadre si alternano a tirare in testa al gruppo, qualche rallentamento in prossimità dei punti di rifornimento tra Voghera e Tortona e poi prima dell’appennino, qualche timido tentativo di fuga subito stroncato sul nascere e rapidamente rientrato nei ranghi.

Dopo avere attraversato tutta la pianura, si affronta la prima asperità, che è anche il gpm. Al passo sella Scoffera 765mt slm. poi rapida discesa a rotta di collo verso Chiavari ed il mare, il gruppo si allunga e si spezza in gruppetti più piccoli, separati tra loro da una manciata di secondi, poi seconda salita che per questa gara si può definire alla stessa stregua del Poggio per la Milano Sanremo, la Madonna delle Grazie, durante la salita parte la vera fuga, Iuri Filosi n° 110 trentino, tesserato della Viris Maserati, società di Vigevano, transita in vetta con una ventina di secondi su due inseguitori della Futura Team Matricardi, i due all’inseguimento sono Benedetti Luca n° 131 e Tagliani Alessio n° 132, tra loro compagni della stessa squadra, pochi secondi li separano del batti strada, a loro volta distanziano di una ventina di secondi da un altro gruppetto di cinque o sei inseguitori.

Il loro tentativo di chiudere il varco che si è formato però si dimostra vano, il fuggitivo scende dal colle ad una velocità e con delle traiettorie che rendono impossibile ogni recupero, i sette kilometri che separano la vetta della Madonna delle Grazie all’arrivo di Rapallo, non sono sufficienti e Iuri Filosi taglia il traguardo in solitaria con 18 secondi di vantaggio sugli inseguitori, prima vittoria per lui nel 2013.

IMG_0298
il sindaco di Gaggiano Franco Miracoli consegna il Trofeo Comune di Gaggiano al direttore sportivo della Futura Team Matricardi per il miglior piazzamento tra i primi 10 classificati, in una cornice di Miss di Gaggiano e Rapallo

Questa 55a edizione ha visto dopo anni di stranieri tra vincitori o piazzati, un podio, ed anche il quarto posto, tutti di italiani, alla fine ben otto tra i primi dieci sono risultati gli italiani.

Grande organizzazione da parte della Geo Davidson di Rapallo, che ha coordinato tutte le fasi della manifestazione in modo impeccabile.

L’anno prossimo la 56° edizione coinciderà con il riconoscimento di Bruxelles, di Rapallo quale città Europea dello Sport, aspettiamoci quindi un’edizione ancora più bella e brillante di quella di quest’anno.
Antonio Varieschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *