Blog

aido

Ciao Giampaolo

Caro Giampaolo…

come stai? È da un anno che non ci sentiamo, ma sembra ieri. Qui è ancora tutto uguale, tutto come lo hai lasciato tu. E’ una lettera difficile questa, una di quelle che non sai come finire perché la parola fine fa paura. Pensieri semplici e sinceri che sembrano banali o scontati mi escono così, senza un senso ricercato perché ancora non abbiamo elaborato la tua “assenza”.

Mancano le parole, ma tu ci hai lasciato i fatti.

Il 6 febbraio abbiamo fatto l’assemblea soci. C’era Giuliana, che come te non manca mai, e ha portato ancora ottimi consigli e proposte di collaborazioni. Mi piace pensare che tu fossi proprio lì, accanto a lei.

C’è un po’ di polvere su quel progetto sponsor, ricordi? Un’altra delle tante idee che ci hai proposto per trovare fondi e non chiudere il gruppo.

“Siamo poveri ma felici” ti dicevo sempre, e tu ridevi ma capivi la grande difficoltà che abbiamo tutt’ora. Ancora ti sento dire: “dai ca**o facciamo un po’ di informazione tosta sul giornale!”

Mi sgridavi perché non dovevo arrendermi. Tu, sempre dalla parte delle associazioni per le quali hai combattuto tante battaglie insieme alla tua Giuliana.

E si, siamo ancora qui a crederci, ma la tua mancanza si sente.

L’ultima telefonata te la ricordi? Eri così arrabbiato, avevi ancora tante cose da fare. Ma qual’ è il tempo che può dare senso a una vita? Quando possiamo dire di aver veramente vissuto?

Una storia indiana racconta:

ci sono tre farfalle che vedono una candela accesa dentro una casa. Non sanno cosa sia e una di esse dice che vuole andare a vedere di cosa si tratta. Entra dalla finestra, vola attorno alla candela, ritorna e dice: “è una cosa che fa luce ed emana calore”. “Non mi basta” osserva la seconda. Entra dalla finestra, gira attorno alla fiammella, la sfiora, si bruciacchia un po’ le ali e scappa via. “è vero, fa luce, emana calore ma scotta anche” riferisce sconvolta alle compagne. “Non mi basta” dice la terza. Entra in casa, gira intorno alla candela e poi, in un impeto irrefrenabile, si butta dentro alla fiamma.

Sono tre modi per giungere alla verità e chi è riuscito a coglierla per intero non può più tornare indietro a raccontarlo agli altri.

Ecco, noi vogliamo pensarti così, come se tu fossi partito per un lungo viaggio a esplorare nuovi mondi, pieno di progetti, ma non puoi tornare indietro a raccontarlo a noi, che stiamo ancora alla finestra.

18 febbraio 2021 – 18 febbraio 2022

ciao Giampaolo…                                                                                               il tuo gruppo AIDO

 

Laura Malchiodi

Responsabile della comunicazione

A.I.D.O. Intercomunale Corsico e Trezzano s/N – OdV

Referente ADMO Lombardia

http://aido-corsico-trezzanosn.weebly.com/ corsico-trezzanosn@aido.it

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi