Blog

“Camminare guarisce”, un viaggio di 682 km per riaccendere la speranza!

Cosa hanno a che fare la speranza ed il cammino? Ve lo siete mai chiesti? Camminare non è forse qualcosa che mette in moto il corpo, ma anche lo spirito?

E’ con questi interrogativi nel cuore che l’Associazione di promozione sociale “Camminare Guarisce” ha ideato e compiuto – per i 20 anni dell’Associazione di Milano B.I.R. Onlus – una vera e propria impresa.

Fabrizio Pepini, presidente associazione “Camminare guarisce”

 

Volontari, ideatori del percorso, forse sarebbe il caso di chiamarli semplicemente e con orgoglio “camminatori/pellegrini”, si sono messi in cammino da Passignano a Milano, tracciando per la prima volta in Italia un percorso a piedi di 28 tappe, per un totale di 682 chilometri, attraversando La Via del Trasimeno, La Via Francigena, La via Traversa e il Naviglio Pavese.

Dal 15 settembre al 12 ottobre, tra giornate memorabili, altre difficili, tra momenti pieni di sole ed altri nebbiosi e piovosi, piccoli problemi organizzativi (anche solo di vesciche ai piedi), il cammino è stato portato a termine.

La sera prima della partenza, durante la cena a Passignano presso l’Associazione “Camminare Guarisce” sono nate le prime supposizioni… la realtà ha superato ogni pensiero: la speranza si è riaccesa stando insieme, condividendo gioie e dolori, arrivando alla mèta.

Nel comunicato scritto qualche giorno prima si legge: “Ci piace dire spesso che ‘in cammino, le cose accadono’, e non è stato un caso se nella primavera del 2018 la onlus Bir e l’associazione “Camminare guarisce” hanno incrociato i loro passi. Da una parte una realtà no profit milanese, che ha una storia ricca in umanità, fatta di progetti solidali ed educativi costruiti per i bambini e per i giovani, e dall’altra una nascente associazione germogliata strada facendo, che scommette sul cammino quale luogo dalla forte capacità di suscitare cambiamenti importanti. Lasciando che le nostre anime dialogassero tra loro e che i nostri sogni si parlassero, è nato il progetto “un cammino per ricominciare”, un percorso trasformativo fondato sul cammino, pensato per i ragazzi con fragilità sociali di ogni tipo e che hanno procedimenti giudiziari in corso”.

Il desiderio che ci ha animati è stato, dunque, accompagnare i giovani alla ricerca di un percorso di vita positivo per loro, fatto di accoglienza e speranza, vivendo il viaggio insieme, perché nessuno può crescere da solo… consapevoli che il cammino è una di quelle esperienze capaci di offrire tutto ciò di cui si ha bisogno per vivere i passi necessari a generare il cambiamento.

Floriana Lenti

 

Floriana Lenti, giornalista, insegnante di italiano L2 a stranieri, operatrice sociale e appassionata di libri, musica e cucina

 

 

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi