Calcio: Assago convince, il nuovo campo in erba sintetica porta fortuna!

ASSAGO – ROBBIO: 3-1

Marcatori: 3′ Sow(A) 28’Sow(A) 8’st Stara(R) 25’st Sow(A)

 

Sow Ibrahima

Se lo è portato letteralmente a casa il pallone Ibra dopo la tripletta che ha steso il Robbio e ha rilanciato i gialloblu che ora accorciano le distanze dalla zona playoff e cosa non meno importante bagnano al secondo tentativo il nuovo campo in erba sintetica.

Non c’è cosa migliore di iniziare una partita e trovare subito il gol e oggi dopo 3 minuti ci siamo trovati in vantaggio con quella che sta diventando un asse vincente: il cross di Convertino dalla trequarti destra pesca Sow in area, un colpo di testa chirurgico e la palla tocca il palo prima di depositarsi in rete.

Dopo il vantaggio una fase tranquilla, il Robbio non trova spazi per la reazione e controlliamo agevolmente per poi pungere alla prima occasioni e ci prova Fiorani oggi inserito sulla mediana destra con un esterno dal limite ma la conclusione termina a lato.

Raddoppiamo al 28′, questa volta la pennellata di Convertino arriva direttamente da calcio d’angolo e ancora una volta trova la testa di Sow sul secondo palo a sovrastare tutti.

Prima di andare a bere un the caldo proviamo ad invertire l’asse e questa volta è Sow che scarica per Convertino che dal limite conclude di destro senza trovare la porta.

Un gran primo tempo che ci mostra forti in ogni reparto e con questo spirito iniziamo la ripresa e dopo due soli minuti potremmo chiudere la gara quando Marotto si incunea in area di rigore e con un rimpallo favorevole si ritrova davanti a Spatafora bravo nell’uscita a chiudergli lo specchio.

Trovato ci prova poi al 52′ con un tiro a giro dalla sinistra ma manda a lato e un minuto dopo la partita si riapre clamorosamente quando su una palla innocua pecchiamo di sufficienza e Stara ne approfitta per beffare Guasco e insaccare a porta vuota.

I fantasmi delle sconfitte precedenti non si presentano e l’Assago non deve preoccuparsi più di tanto della reazione avversaria, piuttosto andiamo avanti a cercare il terzo centro prima con un destro dal limite di Sow, e poi con una conclusione al volo dai 25 metri di Convertino finita un metro sopra la traversa.

Guasco dal suo canto mostra di non essersi buttato giù per l’errore e con due interventi a terra spegne le velleità dei biancogranati, ed ecco che al 70′ Ibra decide che è ora di farla finita e dopo aver rubato palla a Pregnolato sui 25 metri arriva al limite e realizza incrociando sul secondo palo.

Il risultato potrebbe prendere ancora più margine quando all’81’

colpiamo una doppia clamorosa traversa: Convertino la colpisce con una botta dalla distanza e col portiere a terra è poi Fiorani tutto solo a spedirla di testa nuovamente sul legno.

Una vittoria importante questa, che mette in archivio le precedenti due sconfitte peraltro avvenute senza venir meno nella prestazione: oggi una difesa perfetta con Lasagni da applausi, un centrocampo inesauribile, un DC10 ispirato e un Ibra devastante hanno fatto la differenza.

ASSAGO: Guasco, Mancosu L., Marotto(27’st Stefanelli), Lasagni, Colombo(46’st Trimboli), Borgese, Fiorani, Spinelli, Trovato(37’st Corbella), Convertino, Sow A disp.: Burchielli, Battagin, Beretta, Corbetta, Savoia All. Gallanti

ROBBIO: Spatafora, Argellini, Pisati, Pregnolato, Canonico, Margaglio, Gogna, Santini, Cannata(19’st Pozzati), Marrapodi, Stara A disp.: Signorelli, Arena, Vicini, Lazzarin, Sirianni, Sahi, Pascarella All. Repossini

Arbitro: Saffioti di Como

Note: giornata soleggiata, terreno in ottime condizioni, spettatori 100 circa

Ammoniti: Lasagni, Trovato, Convertino(A) Santini(R) Corner 6 a 5 per Assago

Antonio Cucci
Ufficio Stampa GS Assago 1968
www.gsassago1968.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *