Blog

pexels-simon-berger-931881

ANEDIJB -SEMERKHET

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ANEDIJB – 2985 a.C.

Anedijb è un faraone della I dinastia, egli aggiunse alla sua titolatura un simbolo composto da due falconi su  grucce, il suo nome fu il primo a comparire nella lista reale di Saqqara.

Il suo titolo lo identifica con due sovrani Horo e Seth, che cadde in disuso dopo la sua morte.

Nella sua tomba sono stati ritrovati alcuni oggetti tra cui vasi che riportano il suo nome e quello della madre Meritneith. Il successore Semerkhet mise in atto una “dannatio memoriae” verso il faraone Anedijb.

La pietra di Palermo riporta la notizia di una guerra nel secondo anno del suo regno di Anedijb contro degli invasori chiamati luntyu.

Gli egittologi concordano che il suo regno fu il più breve riportato nel Canone Reale e nelle opere di Manetone.

Anedijb venne sepolto nella X tomba della necropoli di Umm-el-Qa’ab nei pressi di Abido, la sua regina consorte fu Butirytes.

Blocco in argilla recante il nome del faraone Anedjib, presso Londra British Museum

Di User:Captmondo (Own work (photo)), CC BY-SA 3.0,

https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4679895

 

 SEMERKHET 

 

E’ stato un faraone della I dinastia (….- 2960) a.C., ci sono pervenute poche informazioni sul regno di questo sovrano dell’antico Egitto, le uniche informazioni che abbiano ci provengono dalla Pietra di Palermo, che gli attribuisce una vittoria sulla popolazione Luntyu, insediata nel nord-est del Delta del Nilo.

 Uno storico dell’epoca scrisse “…annunciata da funesti presagi. Durante il suo regno una grande calamità si abbattè sull’ Egitto…” in effetti si legge sulla Pietra di Palermo che la piena del Nilo nel nono anno fu rovinosa.

Durante il regno di Semerkhet fece togliere il nome del suo successore Aneijb e della madre Merneith, come se fossero degli usurpatori del trono delle loro sepolture, ma il successore di Semerkhet le rimise facendo invece apparire Semerkhet, come un usurpatore.

 

Placca in avorio recante il nome del Faraone Semerkhet Londra British Museum (fonte Wikipedia)

 

Sabrina Campomagnani

 

 laureata in lettere moderne, critico d’arte, ha lavorato presso un’agenzia di stampa dove ha maturato esperienze di comunicazioni, scrive romanzi,  è stata archivista e catalogatrice di documenti antichi presso l’Accademia di Brera nel settore esportazione di quadri.

 

 

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi