Ancora da mamma? prova il social housing under 30

Bando per la condivisione di 5 appartamenti

Le sperimentazioni sociali nell’abitare a Milano sono scarsissime. Benvengano allora progetti come quello della Fondazione Darcasa, che offre cinque appartamenti in condivisione a prezzi contenuti, rivolti a 27 ragazzi under 30 – un’età in cui non è per niente facile andare a vivere da soli.

Come funziona

SI cercano 27 ragazzi under 30, per condividere cinque appartamenti per due anni nel Foyer di Cenni, in via Gabetti 15 (San Siro), all’interno del nuovissimo complesso di housing sociale “Cenni di Cambiamento”. Ma attenzione, si parla di “Foyer” per distinguerlo da uno studentato o da un pensionato. Un foyer invece è un percorso innovativo di coabitazione, che prevede momenti per condividere saperi, formarsi e costruire assieme la propria autonomia. Oltre all’affitto, saranno proposti  momenti di in/formazione per gli abitanti, per esempio per imparare a costituirsi in associazione, a partecipare a un bando europeo e così via. Il fine è quello di promuovere un percorso verso l’autonomia, sia dal punto di vista abitativo, sia per quanto riguarda le aspirazioni e le carriere professionali. I costi sono diversi: 350 euro per la stanza singola e 230 euro per la stanza doppia, comprese tutte le spese di gestione, di condominio e di accompagnamento (ma sono escluse le utenze). Si consideri che, in media, gli studenti a Milano pagano 550 euro per una stanza singola e 350 euro per la doppia. Dal 12 dicembre 2013 al 24 gennaio 2014 Fondazione DAR raccoglie le candidature per selezionare i primi partecipanti. Per presentare la vostra candidatura, andate a questa pagina.foto casa

Quali sono i criteri

I requisiti sono molto semplici: ragazze e ragazzi dai 18 ai 30 anni. Lavoratori, giovani in cerca di occupazione e per chi ancora sta studiando, con un reddito non superiore ai 30.000 euro. Ogni candidato deve mandare una autopresentazione, molto semplice e personale, in cui racconta se ha già fatto esperienze di condivisione o collettive (boy scout, gruppi…) e propone un’attività che gli piacerebbe fare con gli altri abitanti del Foyer, per condividere le proprie passioni e competenze: per esempio cucinare assieme, organizzare cineforum, organizzare un laboratorio di  falegnameria e così via. La sfida è quella di costruire gruppi di coinquilini che pssano incrociare le proprie esperienze per sviluppare la propria autonomia.

Che cosa è la Fondazione Darcasa

L’iniziativa parta dalla Fondazione DarCasa, impegnata nel social housing a Milano. In particolare è radicata nel quartiere San Siro ed è impegnata nella difesa del diritto alla casa per gli stranieri. Per saperne di più, guardate il loro sito. Fondazione DAR si impegna ad accantonare una quota delle tariffe corrisposte dagli abitanti per il servizio del Foyer per costituire un apposito fondo comune. Il fondo comune è uno strumento a disposizione del gruppo degli inquilini che potrà essere usato per sostenere uno o più abitanti in difficoltà o per finanziare le attività degli abitanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *