Alla Ri-Maflow incontro culturale “Premio Internazionale Marisa Giorgetti”

rimaflo-newsletter-giorgetti_milano

SEZIONE DIRITTI UMANI:
Premiato GIUSEPPE PUGLIESE con SOS Rosarno per aver dato voce ai migranti africani braccianti agricoli di Rosarno e della Piana di Gioia Tauro contribuendo a mantenere alta l’attenzione sulle loro condizioni di vita e di lavoro, promuovendo la nascita di una rete di sostegno ad una economia giusta e trasparente a partire dalla produzione agricola per un modello economico alternativo e orizzonte di speranza per la nostra società.

Menzione Speciale a ZIJO RIBIC giovane sopravvissuto allosterminio della sua famiglia e del suo villaggio a Srebrenica (Bosnia-Erzegovina) per la sua incessante ricerca di giustizia con forza, coraggio e tolleranza trasformando la sua condizione di vittima in quella di protagonista di un percorso di riconciliazione e superamento dell’odio.

SEZIONE LETTERARIA:
Premiata CLAUDIA PRIANO “Il cuore innanzitutto”
Ed. Guanda 2013 per aver affrontato il tema struggente della nuova barbarie che abita le nostre città, case senza nemmeno sospettarlo. Un opera che apre alla prospettiva ed alla rilevanza umana e sociale dell’incontro, del dialogo e dell’amicizia con l’altro.

Menzione Speciale a GIULIO DI LUZIO per “Clandestini. Vocabolario della paura” Ed. Ediesse 2013 peraver lanciato, attraverso un “viaggio tra le parole”, un invito ai giovani, agli educatori e agli operatori sociali volto a sviluppare e privilegiare l’analisi e l’approfondimento per non permettere alle parole di laimentare pregiudizi e stereotipi negativi.

In una modalità del tutto originale, all’inteno della presentazione del Premio pillole e corti teatrali a cura della compagnia Consorzio Scenico di Trieste.

NON MANCATE !!!

Di Marisa Giorgetti (Rovigno d’Istria, 10 marzo 1929 – Trieste, 18 novembre 2011) non hanno parlato né giornali né televisioni.
Pur delegando ogni rappresentanza pubblica ad altri è stata l’ispiratrice di idee e progetti sociali e culturali innovativi nel campo della tutela dei diritti umani ed in particolare dell’accoglienza e della tutela dei soggetti più deboli quali i rifugiati e le vittime di violenza, tortura e grave sfruttamento; che hanno assunto un ampio rilievo pubblico, a Trieste e in Italia.

Il Premio internazionale Marisa Giorgetti è istituito per volere della famiglia, in collaborazione con l’I.C.S. (Consorzio Italiano di Solidarietà) Ufficio Rifugiati, con A.S.G.I. (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione) con Amnesty International e molti altri altri enti.

Stefano –  RIMAFLOW

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *