Categorie
Aido-Admo Associazionismo News numero 11

AIDO e ADMO, associazioni di volontariato a “24 carati”

Se amate la vita non sprecate tempo…

AIDO (Associazione Italiana Donatori Organi tessuti e cellule)

 ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo)

aidoaIDOLOGO Lombardia Onlus 

Il 13 aprile 2013 nasce a Trezzano sul Naviglio il gruppo giovani delle associazioni AIDO e ADMO.

Presso la sala riunioni della casa delle associazioni di via Cavour n° 22, si trova il punto info e iscrizioni aperto due mercoledì al mese dalle ore 21 alle ore 22.30 (calendario aperture sul sito www.puntoinfoadmoaido.weebly.com ) gestito dal gruppo. Siamo il primo punto info ADMO in Italia (AIDO invece ne ha già diversi) e quindi da aprile si fa la storia!

 Fare il volontario è difficile. Per essere considerato tale, bisogna avere una sola dote: la sincerità. E’ difficile credere che serva solo questo, ma l’esperienza sul territorio di questi ultimi anni ci ha illuminato. Bisogna avere la sincerità di aiutare con il cuore e non per interesse o per farsi vedere dalla comunità che conta. Bisogna avere la sincerità di essere umili e di dimostrarlo nei fatti, lavorando spesso nell’ombra e senza pretendere riconoscimenti plateali. Bisogna essere sinceramente disponibili per tutti e non solo per chi ci da qualcosa in cambio. Bisogna essere sinceri quando si dice che i giovani sono l’anima del volontariato, perché sono loro la linfa vitale, gli esperti del futuro, quelli con idee comunicative e simpatiche che vanno dritto al cuore dei coetanei parlando la stessa lingua.puzzle nuovo gruppo

 Noi giovani di futuro ne abbiamo davanti in abbondanza e se vogliamo che la nostra missione di vita continui, dobbiamo essere preparati con l’esperienza e il vissuto di chi è passato  prima di  noi, di chi ha alle spalle anni di duro lavoro, per poterlo far nostro e aggiornarlo ai tempi presenti con scambi di idee, aiuti e motivazioni personali nel rispetto reciproco. E’ il ciclo della vita. Bisogna essere sinceri quando si parla alle persone di donazione organi e midollo, bisogna sapersi mettere dall’altra parte della barricata (non tutti la pensano come noi) e capire insieme le problematiche e/o risolvere i dubbi.

 A volte si tratta solo di poca informazione e la gioia della persona quando “scopre” che può essere utile al prossimo con un piccolo gesto è indescrivibile (ricordiamo sempre che potrebbe essere un nostro caro!). Nessuna apparenza quindi, nessun guadagno, solo la voglia di stare insieme in modo allegro e concreto impegnandosi ad aiutare chi, a differenza di noi, non ha la forza di farlo perché malato. E sono davvero tante le persone che soffrono e sono davvero tanti quelli che non hanno la possibilità di guarire perché mancano i donatori! Una facile iscrizione per dare il consenso all’espianto degli organi. foto gazebo3

Un gesto semplice, un prelievo ematico, per entrare nel Registro Nazionale Donatori di midollo osseo (età dai 18 ai 40 anni). Cancelliamo quei pregiudizi stupidi del “ma, se non sono morto?”, “ma se sbagliano la diagnosi?”, “mi prelevano il midollo dalla schiena e non voglio rischiare di rimanere paralizzato!”. Provate a pensare: se l’organo o il midollo osseo (che NON è il midollo spinale e viene prelevato dalle ossa del bacino!!)  fossero per un vostro caro, vi porreste le domande scritte in precedenza o diventereste di colpo bramosi di trovare una cura? E’ questo il lato oscuro che ci circonda. Non siamo abituati a pensare alla nostra famiglia se non quando ormai è troppo tardi, perché crediamo che donando lo facciamo esclusivamente per un estraneo perdendo così quella bella virtù chiamata altruismo. Ma pensate se questo “estraneo” la pensasse esattamente come noi e non fosse donatore. Chi salverebbe la nostra vita? Questa sarebbe una serena e attenta riflessione da fare tutti insieme. Quando si ascoltano i racconti delle persone trapiantate che hanno avuto una nuova vita, una nuova possibilità, ci si rende davvero conto dell’importanza del gesto. Ma provate anche solo ad immaginare il racconto di un genitore che ha perso il figlio. Il dolore e la rabbia per non averlo potuto salvare non passerà mai. Proprio per queste persone che hanno perso la loro triste battaglia e che lottano affinché nessuno debba più provare l’angoscia della loro perdita e per tutti quelli che hanno ancora una speranza di vita, noi del gruppo giovani esistiamo e lavoriamo ogni giorno alla ricerca di nuovi amici da aggiungere alla nostra grande famiglia sia come donatori sia come volontari.  Siamo tutti molto felici di poter collaborare con queste due importantissime associazioni, soprattutto perché finalmente qualcuno ci da fiducia sincera (come vedete la sincerità appare di nuovo). Vi aspettiamo!

Laura Malchiodi

supervisor gruppo giovani punto info&iscrizioni

AIDO&ADMO Trezzano sul Naviglio

Qualche info tecnica che potrete trovare anche sul nostro sito e sui siti nazionali delle associazioni:

AIDO: il trapianto è un’efficace terapia per alcune gravi malattie che colpiscono gli organi o tessuti del corpo umano e che non sono curabili in altro modo. Grazie all’esperienza acquisita negli ultimi anni, il trapianto consente al paziente una durata e una qualità di vita che nessun’altra terapia è in grado di garantire. Non tutti i pazienti che necessitano di trapianto però possono riceverlo a causa dello scarso numero di donatori. Ad esempio nel 2010 sono stati eseguiti 1.512 trapianti di rene a fronte di una lista di attesa di 7.021 pazienti. Gli organi prelevati vengono trapiantati ai pazienti selezionati tra tutti quelli iscritti in lista di attesa. La selezione del ricevente è effettuata in base a criteri oggettivi e trasparenti (compatibilità clinica ed immunologica) che favoriscono la massima riuscita del trapianto. I tessuti prelevati possono essere conservati in banche appositamente attrezzate prima di essere utilizzati per il ricevente. Per la donazione AIDO non ci sono limiti di età (dati dal sito aido.it).

ADMO: è un Onlus nata nel 1990, per volere di alcuni genitori, con figli malati di leucemia, e di qualche medico “illuminato”. Lo scopo dell’associazione era, allora come oggi, quello di promuovere la cultura della donazione di sangue midollare, utile al trapianto di midollo: molto spesso l’unica speranza di sopravvivenza per tantissimi malati di leucemia e di altre temibili malattie del sangue.  Va detto che, quando si rende necessario un trapianto di sangue midollare, purtroppo, è molto difficile trovare il donatore geneticamente compatibile perché la compatibilità è molto rara: 1 ogni 100.000. Quindi, statisticamente parlando, l’unica cosa da fare per aumentare le probabilità che ogni malato, in lista di trapianto, trovi un donatore compatibile, è quella  di incrementare il numero dei donatori disponibili. Con queste finalità, da più di vent’anni, ADMO promuove su tutto il territorio italiano  la donazione di midollo osseo,  attraverso eventi, iniziative e una stretta collaborazione sia con le strutture ospedaliere coinvolte, sia con il Registro Nazionale dei donatori, a sua volta  collegato con tutti gli altri registri mondiali.

Appuntamenti da non perdere:

ADMO – il 28 settembre dalle 10 alle 19 c’è la giornata “ehi, tu!! Hai midollo??”nelle principali piazze italiane, giornata in cui ci si può “tipizzare” (prelievo ematico) in centro a Milano in Piazza Beccaria.  Insieme ai clown volontari di VIP (ViviamoInPositivo) Italia Onlus e i volontari di ADMO (Associazione Donatori di Midollo Osseo) si vivrà una giornata di sensibilizzazione alla donazione. Ai nostri gazebi a partire dal 14/9, giornata delle associazioni sul Naviglio, potrete trovare il riso ADMO per sostenere l’associazione. L’evento, chiamato “Chiccosorriso”, arrivato alla settima edizione, prevede la vendita di un riso Carnaroli superfino selezione pregiata con un’offerta di 2,5 Euro per il sacchetto da mezzo kg e 3.5 Euro per quello da 1 kg. Il 5 e 6 ottobre invece ci saranno le giornate informative nazionali AIDO (il gruppo giovani sarà sul Naviglio in via Rimembranze il 6 ottobre) che prevede la vendita di piante Anthurium per sostenere l’associazione con un’offerta di 13 Euro. Venite a trovarci al gazebo durante le manifestazioni o al punto info e iscrizioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *