In Lombardia contributi alle vittime dell’usura e di estorsione

Bando per l’assegnazione di contributi per interventi in favore delle vittime del reato di usura e di estorsione
In attuazione della l.r. n.17/2015 “Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto della criminalità organizzata e per la promozione della cultura della legalità” il bando sostiene iniziative di contrasto al fenomeno dell’usura e dell’estorsione e di solidarietà alle vittime di tale reato. Domande dal 23 febbraio fino a esaurimento risorse

Destinatari
Titolari di un’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o comunque economica, ovvero di una libera arte o professione.

Caratteristiche del programma
Nell’ambito degli interventi di sostegno alle vittime del reato di usura o di estorsione i soggetti destinatari del contributo, per poter accedere ai benefici previsti devono presentare un programma di investimento per il rilancio della propria attività imprenditoriale o per l’avvio di una nuova attività.

Dotazione finanziaria e valore del contributo
Le risorse complessivamente stanziate ammontano a € 1.000.000,00
Il valore massimo del contributo è pari a € 20.000,00 e comunque non potrà superare il valore degli investimenti previsti nel programma di riavvio/rilancio della propria attività economica e l’entità del danno subito/dichiarato.

Termini e modalità di presentazione delle domande
L’apertura dello sportello per la presentazione delle domande è fissato al 23 febbraio 2016, data di pubblicazione del decreto n. 1033/16 sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia (B.U.R.L). Lo sportello rimarrà aperto fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
La domanda deve essere presentata utilizzando l’apposita modulistica pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (B.U.R.L.) e disponibile in allegato per il download.
Non sono ammesse domande presentate utilizzando una modulistica diversa da quella appositamente predisposta.

La domanda può essere presentata tramite:
– posta elettronica certificata firmata digitalmente all’indirizzo: sviluppo_economico@pec.regione.lombardia.it con indicato in oggetto: Bando per l’assegnazione di finanziamenti per interventi in favore delle vittime del reato di usura o di estorsione;
– servizio postale (nel caso di spedizione con raccomandata A/R farà fede la data di spedizione indicata sul timbro postale);
– consegna a mano al Protocollo Generale della Giunta Regionale della Lombardia 20124 Milano – via Francesco Restelli 2 oppure presso gli sportelli delle sedi territoriali regionali.
In questi ultimi due casi la busta dovrà essere indirizzata a Regione Lombardia – Direzione Generale Sviluppo Economico con indicato: Bando per l’assegnazione di finanziamenti per interventi in favore delle vittime del reato di usura o di estorsione.

Concessione del contributo
I contributi sono concessi secondo la procedura automatica che prevede:
– la verifica dei requisiti soggettivi ed oggettivi di ammissibilità del richiedente e della completezza della domanda;
– l’assegnazione del contributo secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda, nei limiti delle risorse disponibili.

SI RICORDA CHE COME PREVISTO DAL DECRETO DI APPROVAZIONE DEL PRESENTE PROVVEDIMENTO, ILBANDO PER L’ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI PER INTERVENTI IN FAVORE DELLE VITTIME DEL REATO DI USURA DI CUI AL DECRETO N. 11266/13 E’ CHIUSO.

Bando
Per conoscere nel dettaglio requisiti, modalità e termini di partecipazione a bando, invitiamo a prendere visione del bando integrale.
Il bando, approvato con decreto n. 1033 del 17 febbraio 2016, è pubblicato sul BURL, serie ordinaria, n. 8 del 23 febbraio 2016.

A chi rivolgersi
Gabriele Busti
Struttura Accesso al Credito
Email: gabriele_busti@regione.lombardia.it
Tel. 02.6765.3377

TIPOLOGIA: Agevolazioni
SCADENZA: Ad esaurimento fondi
DATA DI PUBBLICAZIONE: 23-02-2016
STATO: Aperto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *