Regione Lombardia – voucher dote lavoro

Dote Lavoro – Voucher di conciliazione servizi alla persona

La Regione Lombardia avvia un intervento a sostegno dei lavoratori che percepiscono ammortizzatori sociali in deroga, cassa integrazione straordinaria o che sono iscritti a liste di mobilità ordinaria.

Dote Lavoro – Voucher di conciliazione servizi alla personafoto dote lavoro

La Dote Lavoro – Voucher di Conciliazione Servizi alla Persona è un’iniziativa attivata da Regione Lombardia per rispondere ai bisogni della lavoratrice e del lavoratore con soluzioni che integrano le politiche attive del lavoro con le politiche di conciliazione.

Il Voucher di Conciliazione è finalizzato a sostenere le persone che rientrano nel mercato del lavoro dopo un periodo di inattività aiutandole a far fronte alle spese per acquisire servizi di cura e di conciliazione.

Obiettivi

– fornire uno strumento di sostegno alle necessità di conciliazione famiglia-lavoro per uomini e donne che rientrano nel mercato del lavoro dopo un periodo di instabilità occupazionale;

– agevolare l’accesso a servizi di conciliazione famiglia-lavoro e di gestione dei tempi attraverso l’utilizzo dello strumento Voucher di Conciliazione Servizi alla Persona che sostenga l’occupazione.

Beneficiari

Possono presentare domanda per accedere al Voucher di Conciliazione Servizi alla Persona i soggetti residenti e/o domiciliati sul territorio lombardo che abbiano sottoscritto un contratto di lavoro subordinato, sia full time che part time , a partire dal 01.07.2012, la cui durata residua – al momento della presentazione della domanda del Voucher – non sia inferiore a tre mesi e che si trovavano, al momento della sottoscrizione del contratto, in una delle seguenti situazioni:

  • non occupati da almeno 6 mesi (calcolati dalla data di cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro risultante dalle banche dati dei Centri per l’impiego. Il cittadino può accertare il possesso del requisito richiedendo il documento “Elenco Comunicazioni Obbligatorie” presso il Centro per l’impiego competente)
  • iscritti alla mobilità ordinaria ex L .n. 236/93, n. 223/91 o percettore di mobilità in deroga alla normativa vigente (da ora in avanti “mobilità in deroga”);
  • percettori dote lavoro ricollocazione – percorso inserimento lavorativo – nell’anno 2012 o 2013.

oppure

– percettori di dote lavoro ricollocazione – percorso auto imprenditorialità – nell’anno 2012 o 2013 – che abbiano avviato un’attività di lavoro autonomo a partire dal 01.07.2012.

Inoltre dovranno trovarsi in una delle seguenti situazioni di necessità di conciliazione famiglia-lavoro:

  • avere figli a carico nell’età compresa tra 3 mesi e 14 anni (compresi i minori adottati o affidati conviventi);
  • trovarsi nella condizione di dover assistere persona con handicap in situazione di gravità, coniuge, parente o affine entro il secondo grado, ovvero entro il terzo grado qualora i genitori o il coniuge della persona con handicap in situazione di gravità abbiano compiuto i 65 anni di età, oppure siano anche essi stessi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti (ex L. 104/1992 art.ii 3 e 33).

Tali condizioni dovranno essere opportunamente dichiarate secondo quanto indicato nell’Avviso.

Caratteristiche del Voucher

Il valore massimo del Voucher è pari a 1.600 €. Può essere utilizzato per un massimo di 8 mesi, non oltre il termine del contratto di lavoro in essere e comunque fino al 31 maggio 2014.

Tipologie di servizi rimborsabili

I servizi per i quali è possibile richiedere il Voucher di Conciliazione Servizi alla Persona, tramite la compilazione del Piano di Utilizzo del Voucher di Conciliazione (PUV) riguardano le seguenti tipologie:

Per i figli minori fino a 14 anni:

  • Frequenza a servizi pubblici e privati autorizzati/accreditati (asili nido, scuole materne, baby parking, ludoteche, baby sitting, servizi preposti nell’ambito delle attività estive, pre-post scuola offerto da scuole materne ed elementari, centri diurni aggregativi ed educativi)

Per gli anziani non autosufficienti:

  • Assistenza domiciliare; ad esclusione dell’adi/sad già a carico della spesa pubblica;
  • Frequenza presso i Centri diurni integrati per anziani e nelle strutture per la riabilitazione autorizzate/accreditate.

Per persone disabili:

  • Assistenza domiciliare;
  • Frequenza a Centri di accoglienza diurna;
  • Attività associative presso strutture autorizzate/accreditate.

Per il soggetto lavoratore e i propri famigliari:

  • Servizio di trasporto e accompagnamento per il figlio minore per attività post scolastiche fino a 14 anni di età; trasporto per cure.

Per il soggetto lavoratore:

  • Servizio di trasporto pubblico e/o convenzionato per persone residenti e/o domiciliate in luogo diverso dal luogo di lavoro la cui distanza del luogo di lavoro dal luogo di residenza/domicilio sia superiore a 50 kilometri (Il calcolo della distanza verrà effettuato utilizzando il criterio della percorrenza in auto)

I soggetti preposti ad erogare i servizi sopra elencati sono quelli individuati da Regione Lombardia iscritti alla “Filiera conciliazione” secondo i criteri del D.d.s 13 dicembre 2012 – n. 12140 pubblicato sul BURL n. 51 del 18/12/2012. L’elenco sarà reperibile sul sito www.lavoro.regione.lombardia.it

Presentazione della domanda

La domanda di partecipazione al presente Avviso dovrà essere compilata in ogni sua parte e debitamente sottoscritta dal soggetto richiedente tramite firma digitale con Carta Regionale dei Servizi (CRS) esclusivamente tramite Gefo (Servizio “Finanziamenti Online”) raggiungibile all’indirizzo Internet: https://gefo.servizirl.it/dote/ a partire dalle ore 12 del giorno 23 maggio 2013 e non oltre le ore 12 del giorno 30 novembre 2013, salvo esaurimento delle risorse stanziate dal presente Avviso. Si precisa che sarà possibile inoltrare una sola richiesta di Voucher.

I cittadini interessati possono procedere personalmente alla propria registrazione e profilazione (qualora ancora non profilati in Gefo) per la compilazione elettronica della domanda di partecipazione alla misura.

In alternativa possono rivolgersi alla rete degli sportelli Conciliazione ASL e alle Ster (Sedi Territoriali di Regione Lombardia) territorialmente competenti per avere assistenza nell’inoltro della domanda di Voucher tramite sistema Gefo. (consultare relativi elenchi in allegato)

Richieste di rimborso del Voucher

Le spese effettuate dal lavoratore/lavoratrice destinatario/a del Voucher verranno rimborsate direttamente all’operatore del servizio scelto tra quelli aderenti alla “Filiera conciliazione”.

Nel caso dei servizi di trasporto per raggiungere il posto di lavoro le spese vengono rimborsate direttamente al beneficiario a seguito di presentazione della “Richiesta di rimborso per l’acquisto di servizi di trasporto” allegando la documentazione seguente:

  • abbonamento nominativo intestato al soggetto richiedente del Voucher di Conciliazione Servizi alla Persona.
  • ricevuta che attesti l’avvenuto pagamento dell’abbonamento

Contatti e richieste informazioni

Sportelli Conciliazione – ASL

Sedi Territoriali di Regione Lombardia (STER)

Per problemi tecnici legati alla procedura informatica per l’inoltro della domanda, contattare il numero verde 800 131 151

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *