Blog

logo libertas brianza

Pallavolo: Libertas Cantù, per la A/2 è sempre più buia la notte, la C si difende!

SERIE A/2

 

POOL LIBERTAS CANTU’ 0

EMMA VILLAS AUBAY SIENA 3

(16-25, 24-26, 23-25)

POOL LIBERTAS CANTU’: Reggio 2, Poey 14, Cominetti 8, Maiocchi 5, Monguzzi 3, Mazza 6, Butti (L1), Regattieri 4, Motzo 1, Gasparini. NE: Suraci, Frattini, Rudi (L2). All: Cominetti, 2° All: Redaelli (battute vincenti 3, battute sbagliate 10, muri 7).

EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Falaschi 5, Romanò 19, Milan 9, Mariano 10, Smiriglia 7, Gitto 7, Marra (L1), Gabriel 1. N.E.: Ferrandi, Lucconi, Cappelletti, Zamagni. All: Graziosi, 2° All: Pelillo (battute vincenti 6, battute sbagliate 14, muri 11).

Arbitri: Andrea Bellini (Perugia) e Marco Turtù (Fermo)

Addetto al videocheck: Deborah Vangone

 

Non è capolista per caso. Lo si sapeva che era difficile, e così è stato. Per il Pool Libertas Cantù arriva un’altra sconfitta che complica il cammino sulla strada della salvezza in questo durissimo campionato di Serie A2 Credem Banca. Niente da fare per i ragazzi di Coach Cominetti contro una capolista spietata e forte, ma che in diversi frangenti del match di stasera – al Parini – è stata costretta a tirare fuori unghie e carattere per venire a capo dei brianzoli.

Alla fine la spuntano i toscani per 0-3, ma nel secondo set in particolare Capitan Monguzzi e compagni hanno sfiorato il colpaccio. La Emma Villas Aubay Siena l’ha spuntata nel secondo ai vantaggi dopo una rimonta nel finale grazie alla lucidità di un devastante Yuri Romanò. E pure nel terzo Cantù si è arresa sì, ma a testa alta e dopo aver fatto soffrire i toscani fino all’ultimo punto. Il primo set, invece, è stato una dimostrazione di forza della Emma Villas capoclassifica: niente da fare contro i muri di Gitto e Smiriglia e gli attacchi di Milan, Mariano e Romanò. Una corazzata che ha confermato in pieno il proprio valore.

Coach Luciano Cominetti parte con Riccardo Reggio in regia, Raydel Poey opposto, Matteo Maiocchi e Roberto Cominetti schiacciatori, Dario Monguzzi e Federic Mazza centrali, libero Luca Butti. Replica Coach Gianluca Graziosi con Marco Falaschi in palleggio, Yuri Romanò opposto, Romolo Mariano e Sebastiano Milan in Banda, Carmelo Gitto e Antonio Smiriglia al centro, libero Davide Marra.

Primo set con Cantù che fatica ad ingranare. Siena non concede grandi spazi ed i toscani chiudono abbastanza nettamente nonostante un timido tentativo di Cantù di rientrare nel match verso il finale con Poey ed i due schiacciatori. Non basta, e così Coach Cominetti ricarica squadra e grinta nell’intervallo tra primo e secondo set. L’avvio del secondo è tutto di Cantù che regge fino all’ultimo, ribattendo punto su punto. Coach Cominetti tenta anche la carta Regattieri, il giovane palleggiatore, e lui quando va dentro dà subito il massimo per la squadra. La speranza di portare via un set alla capolista diventa concretezza fino all’ultimo, quando proprio Romanò fa il break che mette in ginocchio Cantù. Resa a testa alta. Cosa che è successa anche nel terzo set, comunque ben giocato dai ragazzi del presidente Molteni. Per il numero uno canturino un compleanno amaro, anche se contro questa capolista c’è davvero poco da fare.

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Cancellando il primo set, dove non abbiamo assolutamente giocato, nel secondo e nel terzo sono stati i particolari a fare la differenza. Non siamo mai riusciti ad impensierirli nella fase break: le situazioni d’attacco erano rocambolesche, e con una squadra di questo livello non puoi pensare di lasciare 5 attacchi su 8 di fase break a disposizione, come abbiamo fatto nel secondo set. Sono stati buttati per questione di imprecisione, e queste cose le paghiamo. Così come paghiamo alcune situazioni di contrattacco, mentre nel cambiopalla dobbiamo essere sempre molto meticolosi e precisi, e non lo siamo in ogni situazione, come è successo a loro. Ma nelle situazioni che sono capitate a loro non hanno fatto i nostri stessi errori”.

Photo credit: Patrizia Tettamanti

                                                                                            ————————-

PEIMAR CALCI 3

POOL LIBERTAS CANTU’ 0

(25-15, 25-19, 25-17)

PEIMAR CALCI: Coscione 1, Argenta 17, Lecat 13, Fedrizzi 15, Barone 3, Mosca 10, Tosi (L1). N.E.: Nicotra, Ciulli, Sideri, Zanettin, Razzetto, De Muro (L2). All: Gulinelli, 2° All: Grassini (battute vincenti 5, battute sbagliate 5, muri 14).

POOL LIBERTAS CANTU’: Reggio, Poey 6, Cominetti 12, Maiocchi 12, Monguzzi 3, Mazza 4, Butti (L1), Regattieri 1, Motzo 2, Gasparini, Rudi (L2). NE: Suraci, Frattini. All: Cominetti, 2° All: Redaelli (battute vincenti 2, battute sbagliate 9, muri 8).

 

Arbitri: Lorenzo Mattei (Macerata) e Ugo Feriozzi (Ascoli Piceno)

Addetto al videocheck: Francesco Elia Guacci

 

La Toscana rimane amara questa stagione per il Pool Libertas Cantù. Nella terza e ultima trasferta in questa regione, i canturini non riescono a conquistare neanche un set nella partita contro i padroni di casa della Peimar Calci. Per i toscani un’ottima prova in battuta e a muro basta per portare a casa bottino pieno, mentre i canturini pagano la giornata-no in attacco (37% di squadra in questo fondamentale).

Coach Luciano Cominetti ripropone la formazione delle ultime giornate con Riccardo Reggio al palleggio, Raydel Poey opposto, Roberto Cominetti e Matteo Maiocchi schiacciatori, Federico Mazza e Dario Monguzzi centrali, e Luca Butti libero. Coach Flavio Gulinelli recupera François Lecat e può schierare la formazione tipo con Manuel Coscione palleggiatore, Andrea Argenta opposto, Michele Fedrizzi in diagonale al belga in banda, Rocco Barone e Leandro Mosca al centro, e Federico Tosi libero.

Primo set con i padroni di casa che partono a razzo, e in un attimo sono 9-3. Il time-out chiamato da Coach Cominetti dà la scossa, il Pool Libertas lotta, ma non riesce a ricucire lo strappo. Il divario tra le squadre aumenta, e chiude un attacco di Fedrizzi (25-15).

Anche nel secondo set la Peimar scappa subito avanti con due ace di Fedrizzi, con Coach Cominetti a fermare il gioco (4-0). Come nel parziale precedente, questo sembra dare la scossa ai canturini, ma i toscani allungano ancora (10-4). Coach Cominetti chiama il suo secondo time-out in breve tempo. Al rientro in campo Maiocchi mura due volte Argenta, ed è Coach Gulinelli che vuole parlarci su (13-8). Il recupero canturino prosegue, e i brianzoli arrivano a -3 (21-18). Il rush finale premia la Peimar, con Barone che vince un contrasto a rete con Mazza (25-19).

Nel terzo set i toscani provano a scappare subito (5-3), ma i canturini reagiscono immediatamente e sorpassano (5-6). Altro allungo dei padroni di casa grazie al turno al servizio di Fedrizzi (10-7), con Coach Cominetti a fermare il gioco. Al rientro in campo il Pool Libertas pareggia immediatamente a quota 10. Si prosegue punto a punto fino al turno al servizio di Barone che lancia la Peimar (17-13). I brianzoli, però, si portano subito sotto (17-16). Da quel momento è Fedrizzi-show: è lo schiacciatore trentino che chiude il parziale monstre di 8-1 che mette fine a set e match (25-17).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “E’ stata una partita nella quale abbiamo avuto molta difficoltà ad esprimere il nostro gioco. Abbiamo sbagliato secondo me l’approccio iniziale alla gara, e questo si è trascinato per tutto il match. Ho visto qualche segnale, ma è bastato un nonnulla per mandare tutto all’aria. Nelle partite precedenti abbiamo perso sì, ma lottando fino alla fine; in questa non l’abbiamo fatto. Se affronteremo anche le prossime partite con questo atteggiamento sarà molto difficile per noi raggiungere la salvezza. Fino ad ora abbiamo perso lottando, quello che non dobbiamo fare da qui alla fine è perdere la dignità”.

Photo credit: ufficio stampa Peimar Volley

                                                                                                                  —————

SERIE C

 

POOL LIBERTAS CANTU’ – ZEROQUATTRO VOLLEY 1-3

(21-25, 24-26, 31-29, 22-25)

Pool Libertas Cantù: Roncoroni Fu. 2, Corti P. 24, Corti S. 16, Roncoroni Fi. 15, Pellegrinelli 10 Maino 6, Garcia (L1), Romanò, Borrozzino, Maspes, Rizzi, Arnaboldi (L2). All.: Bernasconi, 2° all.: Rossi

 

1 SET

Il Pool Libertas Cantù parte con Fulvio Roncoroni in palleggio, Pietro Corti opposto, Filippo Roncoroni e Samuele Corti schiaccitori, Luca Pellegrinelli e Gabriele Maino centrali, Federico Garcia libero. I canturini partono abbastanza bene, ma non riescono a creare difficoltà alla ricezione avversaria. Zeroquattro prova a scappare, ma il Pool Libertas risponde colpo su colpo fino al 12 pari. Con una buona battuta in salto, gli ospiti vanno avanti (12-15), e mantengono i tre punti di vantaggio. Cantù gioca bene, ma non riesce a sfruttare un paio di situazioni favorevoli e non accorcia (20-23). Chiude un attacco al centro degli ospiti (21-25).

 

2 SET

Formazione confermata per la squadra di Coach Francesco Bernasconi. Il Pool Libertas parte bene e va avanti (3-2). Si procede punto a punto, la gara è molto equilibrata. Si va avanti fino al 10 pari, quando Cantù, con un buon muro, prova a scappare (13-11), ma viene subito raggiunta sul 15 pari. Un errore in attacco dei locali permette a Zeroquattro di riportarsi avanti (16-18), ma il Pool Libertas non molla. Si arriva fino al 21-22, quando Cantù con due muri impatta sul 23 pari, e va avanti sfruttando un errore avversario (24-23). Primo tempo ospite per il 24 pari, un errore di Cantù in attacco e un contrattacco ospite da posto quattro permettono agli ospiti di vincere il set (24-26).

 

3 SET

Cantù riparte bene con un buon turno in servizio di Maino, e va avanti (2-0, 3-1). Si procede sempre punto a punto, ma con un break di vantaggio sempre a favore dei canturini. La gara è molto bella ed equilibrata. Sull’11 pari va in battuta Fulvio Roncoroni, e, con una buona correlazione muro difesa, i ragazzi di Coach Bernasconi si lanciano avanti (17-11). Zeroquattro non molla, risponde e si riporta subito nel set (19-16, 22-20). Il Pool Libertas sbaglia un attacco, e gli ospiti approfittano subito, anche grazie ad una buona battuta in salto, per portarsi in parità a quota 24. Si va di nuovo ai vantaggi, e, dopo sette rotazioni ha la meglio Cantù con un’ottima battuta in salto di Pietro Corti. Chiude un errore di Zeroquattro, che permette a Cantù di vincere il set (31-29).

 

4 SET

Si riparte, e Cantù entra bene in campo e si porta avanti (2-0, 5-3) con un ottimo attacco di Pietro Corti. Zeroquattro torna sotto, ma Pool Libertas effettua bene il cambio palla (8-5, 13-10 con un muro di Pellegrinelli). Gli ospiti si dimostrano squadra molto solida, e piano piano tornano sotto fino alla parità a quota 20. il Pool Libertas non riesce a girare, e va sotto (20-23). Un attacco di Corti vale il 21-23, ma Zeroquattro non sbaglia più e vince set e partita con un attacco da posto 4 (22-25).

 

IL COMMENTO DI COACH FRANCESCO BERNASCONI

E’ stata una gara molto intensa e di buon livello. Le due ore di gioco dimostrano che le due squadre si sono affrontate a viso aperto e alla pari per tutto il match. Sono rammaricato per il risultato: la nostra partita è stata molto buona e meritavamo di smuovere la classifica, anche solo con un punto. Molto positiva la condotta della gara come squadra: rispetto alle partite precedenti contro avversari di livello siamo riusciti a non avere grossi cali di concentrazione, e abbiamo gestito alcune situazioni in maniera ottimale. Peccato per il secondo set, nel quale eravamo avanti 24-23 e abbiamo perso 24-26, e per la gestione del quarto condotto fino al 20 pari. Manca ancora qualcosa nei momenti decisivi, ma stasera usciamo dal campo a testa alta. Dal mio punto di vista è stata una delle migliori prestazioni di squadra dall’inizio del campionato, abbiamo giocato alla pari con la terza forza del campionato. Abbiamo faticato ancora un po’ in ricezione, ma sono contento per come siamo cresciuti nel corso della gara in battuta e soprattutto a muro. Chiudiamo il girone d’andata al 10 posto con 17 punti. Dal mio punto di vista ci manca qualche punto che non siamo riusciti ad ottenere nel mese di Novembre, nel quale abbiamo subito 5 sconfitte consecutive, ma per il momento il bilancio è positivo, soprattutto pensando alla crescita che questa squadra sta facendo. Il prossimo impegno sarà settimana prossima a Voghera per la prima di ritorno, il primo test per capire se siamo veramente sulla strada giusta.

                                                                                                         ————-

ADOLESCERE VOGHERA – POOL LIBERTAS CANTU’ 0-3

(21-25, 21-25, 22-25)

Pool Libertas Cantù: Roncoroni Fu. 2, Corti P. 15, Corti S. 12, Roncoroni Fi. 8, Pellegrinelli 6, Maino 6, Garcia (L1), Romanò, Borrozzino, Maspes, Bianchi, Rizzi, Arnaboldi (L2). All.: Bernasconi

 

1 SET

Il Pool Libertas Cantù parte con Fulvio Roncoroni in palleggio, Pietro Corti opposto, Filippo Roncoroni e Samuele Corti schiacciatori, Luca Pellegrinelli e Gabriele Maino centrali, Federico Garcia libero. Il Pool Libertas parte bene, ma la gara rimane equilibrata fino al 5 pari. La battuta in salto di Voghera permette ai locali di andare avanti di tre punti (10-7). Cantù prova a reagire, ma non riesce a sfruttare le occasioni per accorciare, e si continua a lottare con Voghera sempre avanti (19-17).

Un buon turno in battuta di Pellegrinelli permette ai canturini di rientrare a quota 19, e di sorpassare con una buona fase di contrattacco (19-21). Voghera riesce a fare il cambio palla (20-21), ma un attacco di Pietro Corti e un muro di Maino permettono a Cantù di andare avanti tre (20-23). Voghera effettua il cambio palla (21-23), ma un attacco di Filippo Roncoroni e un muro permettono a Cantù di vincere il primo set (21-25).

 

2 SET

Formazione canturina confermata. Il set è in parità fino a quota 4, Voghera gioca una buona pallavolo e si porta avanti (8-5, 10-6). Coach Bernasconi chiama time-out, e i ragazzi canturini reagiscono riportandosi sotto con un attacco di Pietro Corti dalla seconda linea e un muro di Pellegrinelli (13-11). Cantù cresce in attacco, e riesce ad impattare a quota 15. Voghera prova a ripartire, ma il Pool Libertas gioca meglio e, con un’ottima correlazione muro-difesa, va avanti (16-18). È il break decisivo: i ragazzi di Coach Bernasconi giocano una buona pallavolo e riescono a chiudere abbastanza agevolmente il set (21-25).

 

3 SET

Pool Libertas parte subito forte e va avanti con Maino in battuta (1-4). Voghera non ci sta e reagisce, impattando a quota 6. Un muro locale manda Cantù sotto (7-6). Cambio palla con Samuele Corti e, con un buon turno in battuta di Fulvio Roncoroni, il Pool Libertas torna avanti (7-9). Cantù gioca bene e in scioltezza, conducendo nel punteggio (9-14, 12-17). Voghera non riesce più a rientrare se non verso il finale di set, quando due errori canturini permettono ai locali di accorciare (22-24). Un attacco di Samuele Corti chiude set e partita (22-25).

 

IL COMMENTO DI COACH FRANCESCO BERNASCONI

Sono molto contento per la prestazione, e ovviamente anche per il risultato. Abbiamo fatto una buona gara, ma la cosa più importante è che nei momenti decisivi siamo stati superiori ai nostri avversari. Nel primo set non abbiamo battuto molto bene e abbiamo faticato un po’ troppo sul cambio palla, ma nel corso del parziale siamo cresciuti, e sono molto contento per la reazione che abbiamo avuto quando siamo riusciti ad impattare sul 19 pari. Anche nel secondo set abbiamo fatto un po’ fatica all’inizio, ma è venuta fuori la cattiveria giusta per recuperare il risultato ed andare a vincere. Molto bene il terzo set gestito in maniera ottimale. Stiamo lavorando molto bene con la correlazione muro-difesa, questo aspetto ci sta aiutando a migliorare la nostra qualità di gioco. Abbiamo vinto in maniera meritata giocando una buona pallavolo. Sono tre punti molto importanti per la nostra classifica, che ci permette di allungare sulle squadre che ci stanno dietro. Siamo in crescita, e questo si era già visto settimana scorsa, ma la cosa più importante di oggi è stata la concretezza e la voglia di vincere di un gruppo che dà sempre il massimo in settimana per crescere e migliorare. Sono molto contento, ma da lunedì ci aspetta una settimana intensa che ci porterà al derby contro R&S Volley: non sarà semplice, ma vogliamo migliorare sempre di più il nostro gioco e la nostra classifica.

 

Francesca Molteni
Ufficio Stampa Libertas Brianza
ufficiostampa@libertasbrianza.it

       

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi