Blog

logo aipo

Una storia vera…..quasi incredibile!

In Lombardia il 1° Premio nella categoria Fruttato Leggero  (Olio Extravergine di Oliva)

( come si è giunti al Prestigioso premio al Concorso AIPO di Verona settembre 2013 160 produttori nazionali ed esteri)

Questi incredibili e sorprendenti Briviesi che diventano una forza assieme ai Bellagini, vediamo la storia.

I Romani giunti nel territorio lariano ed alta brianza introducono molte colture mediterranee, tra cui l’olivo e l’alloro. Osservando il territorio noteremo elementi che accomunano le due realtà a partire dal Lago di Como con Bellagio  che rappresenta uno dei vertici del triangolo Lariano ed il fiume  Adda, suo emissario, che attraversa Brivio, anche il percorso storico ci invita a cogliere sin dal 196 a.C . quando i  Romani, capitanati dal console Marco Claudio Marcello, sopraffatti i Gallo-Insubri fissarono in questa area un Presidio Romano . Torniamo alla storia di quell’Olio Extravergine di Oliva che ha vinto il 1° Premio categoria Fruttato Leggero .

Massironi Modesto 1
Modesto Massironi

Entra in scena Modesto Massironi classe ’58 che percorre la Sua vita dividendosi tra l’edilizia e, nel tempo libero, l’agricoltura da cui apprende i rudimenti e le specifiche dai Nonni Giuseppe e Botti ed a seguire dal papà Paolo.

Già nell’edilizia appare il suo rispetto per l’ambiente sia sotto il profilo paesaggistico che agricolo. In agricoltura da due Olivi arriva piano piano a decine ed è così che incontra casualmente Luigi Conca di Perledo che ai tempi coordinava una ONLUS denominata Oliper; l’evoluzione di tale realtà, anche per volontà della classe politica locale e della Regione Lombardia, ha permesso la costituzione dell’attuale Cooperativa Olivicoltori Lago di Como oggi presieduta da Gaetano Brusati.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Luigi Conca ed alcuni soci della cooperativa

Sia gli Olivicoltori professionisti che quelli giunti all’olivicoltura come attività integrante, in questi anni di crisi, alle difficoltà che la congiuntura economica ha creato si sono trovati in accordo nel voler produrre un Olio Extravergine di Oliva di elevatissima qualità.

L’Olio Extravergine di oliva è una realtà capace di coinvolgere emozioni, pensieri, azioni e perché no l’aspetto economico che comunque, come dicono Modesto con Luigi e Gaetano , deve essere assolutamente in secondo paino rispetto al desiderio di fornire all’ Uomo una realtà estremamente importante per la sua salute visto che l’Olio extravergine di oliva contiene elementi altamente significativi come l’ acido oleico ( acido monoinsaturo) che protegge dai danni del colesterolo, unitamente a questo acido esistono una quantità di componenti “minori” chiamati polifenoli che vanno da 250 ad oltre i 500 senza scordare la Vitamina E i cui benefici sono molto noti.

La struttura del territorio di alcune aree geografiche come Liguria, Alto Garda, Lago di Como unitamente alla frammentazione delle proprietà hanno creato un elemento di debolezza per la competitività e osservando i dati vediamo che l’Italia nel suo insieme perde terreno mese su mese nei confronti di Spagna che oggi produce il triplo dell’Italia e rispetto ai Paesi del bacino Mediterraneo con una Croazia, bagnata dall’ Adriatico, che emerge a passi giganteschi. La capacità dello spirito imprenditoriale e l’ amore del territorio hanno dato invece il via alla realtà presieduta da Gaetano Brusati producendo un Olio extravergine di altissima qualità che si è aperto una importante strada tra i migliori prodotti italiani ed europei.

E’ stato il Cavaliere Giovanni Rana in persona a consegnare il prestigioso premio a Verona.

Cav Rana consegna premio a Presidente Brusati
Il Cav. Giovanni Rana premia il Presidente Gaetano Brusati

Dall’Oliva al prestigioso Fruttato Leggero vincitore del premio.

Raccolte le olive con l’utilizzo di reti a terra, abbacchiatori e scale vanno messe in piccoli contenitori areati e trasportate al frantoio in giornata o al massimo entro 48 ore; il non rispetto di questa regola provoca processi di fermentazione che danno origine a difetti come il riscaldo e l’inacidimento. Va ricordato che l’oliva soffre di un parassita la mosca olearia che se non combattuta sin da quando il frutto è sulla pianta lascia tracce nell’olio. Alcune realtà utilizzano trattamenti con larvicidi che comunque lasciano tracce ma non è il caso della Cooperativa Olivicoltori Lago di Como. Altre realtà, come quella vincitrice del primo premio, usano trappole pe la cattura massale da qui si intuisce come diventi fondamentale la collaborazione tra olivicoltori ed enti pubblici affinché l’utilizzo della trappola massale sia a massima diffusione nel territorio con l’obiettivo prima di salvaguardare il raccolto e poi la qualità del prodotto finale. Durante la macina avviene il processo di ossidazione e si liberano profumi ottenendo un impasto che passerà poi alla gramolatura dove le particelle di olio si agglomerano tra loro ma vi è ancora presente acqua ed altre parti solide. Tramite centrifughe si separano le parti solide da quelle liquide ed una successiva fase separerà l’olio dall’acqua ed arriviamo così dopo la filtrazione all’ Olio di Oliva Extravergine che potremo chiamare così solo se avrà una acidità inferiore a 08 e con aspetti organolettici rientranti in ferrei parametri previsti dalla Legge.  Sopra a 08 possiamo parlare solo di Olio Vergine e non Extravergine ed addirittura se l’acidità supera il 3% lo possiamo chiamare solo lampante. Vi sono delle realtà che uniscono il lampante con le sanse della macina e l’olio vergine per ricavare dopo opportuni accorgimenti di Legge un prodotto a baso prezzo che è possibile chiamare solo Olio di oliva ma mai Vergine o Extravergine.

Claudio Mantovani

Comments (2)

      • GS

      carissimi, spero che l’articolo a nome Claudio Mantovani sia di vostro gradimento, i nostri lettori lo stanno apprezzando.
      L’editore

      28 Novembre 2013

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi