News


Sport & Work
sostiene il progetto sportivo di Polisportiva Trezzano Pallavolo

Powervolley Milano, sbatte contro il muro piacentino e a Verona non basta Starovic

23 gennaio 2017
By

6a Giornata Ritorno SuperLega UnipolSai
La Revivre lotta, ma contro la LPR Piacenza arriva una sconfitta per 1-3

Revivre MILANO – LPR PIACENZA 1-3 (24-26, 26-24, 23-25, 19-25)
REVIVRE MILANO:
Cortina (L), Hoag 11, Galaverna 4, Sbertoli 1, Tondo, Skrimov 12, Nielsen n.e., Rudi (L) n.e., De Togni 7, Galassi 13, Bonfinfante n.e, Starovic 8, Marretta. All. Monti
LPR PIACENZA: Manià (L), Parodi, Alletti 9, Papi n.e., Marshall 20, Tzioumakas, Zlatanov n.e., Yosifov 1, Tencati 5, Hierrezuelo 9, Hernandez 21, Clevenot 17, Cottarelli. All. Giuliani
NOTE: REVIVRE MILANO: 6 muri, 7 ace, 12 errori in battuta, 45% in attacco, 49% (29% perfette) in ricezione. LPR PIACENZA: 19 muri, 5 ace, 22 errori in battuta, 55% in attacco, 47% (26% perfette) in ricezione.

MI - PC 1
La LPR Piacenza espugna il PalaYamamay di Busto Arsizio e conquista l’intera posta in palio (3-1 il risultato finale per gli emiliani). Questo il verdetto della sfida della 6a giornata di ritorno tra la Revivre Milano e la formazione piacentina con i padroni di casa che hanno comunque dato del filo da torcere ai ragazzi di Alberto Giuliani reduci dall’impresa di Perugia. Primo, secondo e terzo set sono finiti tutti con il minimo scarto, il quarto non è stato da meno, nonostante il divario più ampio, premiando una LPR che questa sera ha dimostrato grande forza di squadra, tanto morale e soprattutto un muro solido. Sono infatti 19 quelli siglati da Piacenza nel corso del set (5 per Alletti), che hanno reso difficile il lavoro degli attaccanti meneghini. Leonel Marshall è stato eletto MVP del match grazie ai 20 punti siglati, con il 50% in attacco, 4 muri all’attivo.
La Revivre ha però mostrato un cambio di rotta soprattutto a livello caratteriale: De Togni e compagni non hanno mai mollato per l’intera durata del match, andando sempre molto vicini alla conquista dei parziali. Qualche occasione sprecata in contrattacco dopo una serata positiva in difesa fanno rimpiangere la Revivre che avrebbe potuto smuovere la classifica dopo una prova eccellente. Serata super per Galassi, miglior marcatore della Revivre con 13 punti (10 in attacco con il 67%, 1 a muro e 2 ace), con Skrimov (12) e Hoag (11) che seguono il centrale milanese. Da sottolineare anche la prova di Danilo Cortina, ottimo in ricezione e difesa.

MVP: Leonel Marshall (LPR Piacenza)

Giorgio De Togni (Revivre Milano): “E’ arrivata un’altra sconfitta, ma questa è stata molto differente rispetto alle ultime tre che abbiamo subito. Volevamo fortemente dare una dimostrazione di essere ancora vivi, dopo un periodo in cui abbiamo fatto molta fatica a stare in campo, e credo che lo abbiamo fatto. Ma non è stato sufficiente lavorare bene solo una settimana come abbiamo fatto prima di questa gara, dobbiamo continuare a impegnarci al massimo e i risultati arriveranno. Il dispiacere comunque stasera rimane perché abbiamo perso due set ai vantaggi, avevamo l’occasione di portare a casa anche un solo punto che avrebbe fatto bene a tutti e che tifosi, staff tecnico e societario si sarebbero meritati”.
Leonel Marshall (LPR Piacenza): “Non è stato semplice per noi giocare oggi perché quando sei stato impegnato in una gara secca come quella di Coppa Italia contro Perugia spendi sempre tante energie fisiche e mentali. Milano ha giocato una gara splendida tenendoci sempre punto a punto e proprio la vittoria contro la Sir ci ha permesso di vincereMI - PC 2

IL MATCH:

STARTING SEVEN:
REVIVRE MILANO: Sbertoli-Starovic, De Togni-Galassi, Skrimov-Hoag, Cortina (L)
LPR PIACENZA:
Hierrezuelo-Hernandez, Tencati-Alletti, Marshall-Clevenot, Manià (L)

 

1° SET. Il time out chiesto da Giuliani è segno che la Revivre è partita col piede giusto, grazie al servizio di Sbertoli che scava il +3 (8-5). La risposta di Piacenza è repentina con Marshall che blocca a muro Starovic (10-11, time out Monti). Altro muro su Starovic e Monti inserisce Galaverna al suo posto (10-13). Ace di Skrimov e muro di Sbertoli su Marshall, pareggio Milano (14-14). Out di Hernandez e sorpasso della Revivre (17-16). Piacenza torna avanti con Hernandez e le due squadre proseguono punto a punto. Hierrezuelo mura Hoag e si guadagna la prima palla set (23-24), annullata da Hoag (24-24). Chiude Piacenza alla seconda occasione con una rigiocata di Hernandez (24-26). Impressionano nel set i 6 muri della LPR.
Statistiche 1° Set:
Best scorer:
MILANO: Skrimov 4, Hoag 3. PIACENZA: Hernandez 8, Marshall 5
Muri: MILANO: 2. PIACENZA: 6 (Marshall 2)
Battute (Ace/Errori): MILANO: 1/3. PIACENZA 1/7.
Attacco: MILANO: 50%. PIACENZA: 58%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 47%(26%). PIACENZA: 50%(21%).

2° SET. Torna Starovic in campo e il serbo spinge la sua formazione sul +5, con la Revivre che dimostra di esserci (13-8). Poi si alza nuovamente la barricata a muro della LPR che punto su punto riduce lo svantaggio fino al 17-17. Altro muro piacentino, con Clevenot che ferma Starovic per il vantaggio, il primo nel set, di Piacenza (21-22, tempo Monti). Ace di Skrimov e Revivre di nuovo avanti (23-22, tempo Giuliani). Altro gran servizio di Skrimov che regala una freeball a Milano chiusa dal mani out di Galassi (24-22). Piacenza annulla entrambe le palle set, contenendo a muro gli attacchi di Hoag e Galassi (24-24). Hoag mette a terra il 25-24, Galassi l’ace del 26-24. Pareggio per la Revivre Milano.
Statistiche 2° Set:
Best scorer:
MILANO: Starovic 5, Hoag 5. PIACENZA: Clevenot 5, Alletti 4, Marshall 4.
Muri: MILANO: 2. PIACENZA: 5.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/3. PIACENZA 0/5.
Attacco: MILANO: 46%. PIACENZA: 52%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 37%(23%). PIACENZA: 61%(30%).

3° SET. Molti errori da antrambe le parti ad inizio set, con le due formazioni sempre vicine nel punteggio (8-8). L’ace di Clevenot e ancora il muro di Piacenza riescono a dare un vantaggio cospicuo alla LPR, con monti costretto al time out (11-16). Hernandez trova ritmo dai nove metri e Piacenza allunga (11-18). Skrimov fa altrettanto, costringendo Piacenza a forzare il gioco (out di Hernandez, 14-18). Altro punto rosicchiato dalla Revivre (17-20), anche se poco dopo spreca la palla del possibile -2 (contrattacco vincente di Hernandez dopo due belle difese meneghine). Il -2 arrica con l’ace di Hoag (19-21), Milano ha altre occasioni per riavvicinarsi ma il muro di piacenza dice di no (21-24). Marshall spara out (confermato dal video Check, 23-24), Skrimov difende bene su Marshall, contrattacco di Starovic che però viene sfortunatamente colpito dalla palla che stava finendo out dopo il muro piacentino (23-25).
Statistiche 3° Set
Best scorer:
MILANO: De Togni 3, Galassi 3. PIACENZA: Marshall 9, Hernandez 6
Muri: MILANO: 1. PIACENZA: 5.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/2. PIACENZA 2/7
Attacco: MILANO: 41%. PIACENZA: 50%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 50%(22%). PIACENZA: 43%(24%).

4° SET. L’ace di Clevenot concede il primo allungo agli ospiti con Monti costretto al time out (7-10). Piacenza è ostica da passare a Muro e Starovic stasera fatica a trovare il varco giusto (8-12, dentro Galaverna per il serbo). Bello scambio a metà set chiuso ancora da un muro di Piacenza (11-15). Gran punto di Galaverna in battuta seguito dal muro di Galassi, con la Revivre che prova a rientrare (13-15). Poco dopo arriva l’errore del neo entrato, con Piacenza che riallunga (15-19, time out Monti). Allungo decisivo, Hernandez chiude la contesa (19-25).
Statistiche 4° Set
Best scorer:
MILANO: Galassi 5, Skrimov 4. PIACENZA: Hernandez 5, Clevenot 4.
Muri: MILANO: 1. PIACENZA: 3.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 1/5. PIACENZA 2/3
Attacco: MILANO: 46%. PIACENZA: 62%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 52%(38%). PIACENZA: 40%(20%).
———————————-

7a Giornata Ritorno SuperLega UnipolSai
Altra positiva prova per la Revivre. Senza Hoag mette a dura prova Verona che vince da tre (3-1). 30 punti per un ritrovato Starovic

Calzedonia VERONA – Revivre MILANO 3-1 (20-25, 25-23, 25-17, 27-25)
Calzedonia VERONA:
Zingel 9, Kovacevic 21, Paolucci, Lecat 8, Ferreira n.e., Giovi (L), Baranowicz 1, Frigo (L) n.e., Mengozzi, Djuric 24, Toncek, Anzani 5, Randazzo 3. All. Grbic
Revivre MILANO: Cortina (L), Hoag n.e., Galaverna n.e., Sbertoli 2, Tondo 2, Skrimov 11, Rudi (L), De Togni 5, Galassi 3, Bonfinfante n.e, Starovic 30, Marretta 9. All. Monti
NOTE. CALZEDONIA VERONA: 9 muri, 5 ace, 19 errori in battuta, 57% in attacco, 46% (18% perfette) in ricezione. REVIVRE MILANO: 6 muri, 3 ace, 17 errori in battuta, 52% in attacco, 53% (23% perfette) in ricezione.

22-01-17 BLUVOLLEY VERONA REVIVRE MILANO

Non è bastato alla Revivre Milano forse il miglior Starovic di stagione (30 punti ed ex di turno) per portare a casa punti dalla difficile trasferta in casa della Calzedonia Verona. In terra scaligera la squadra di Nikola Grbic vince faticando 3-1 l’incontro della settima di ritorno ma la Revivre Milano esce nuovamente a testa alta confermando la crescita vista domenica scorsa contro Piacenza. Questa volta il rammarico per non aver mosso la classifica è ancora maggiore per la grande prova di carattere che hanno messo in campo i milanesi che hanno dovuto fare a meno di Nicholas Hoag (problema muscolare per il canadese nell’allenamento di rifinitura del sabato). Come dicevamo super Starovic che sigla ben 30 punti con il 54% in attacco, seguito dagli 11 di Skrimov e dai 9 di Marretta, protagonista positivo in difesa e ricezione.
Ora la Revivre Milano avrà due settimane di tempo per allenarsi (la settimana prossima ci sono le Finali di Coppa Italia) e tornare più competitiva che mai alla prossima sfida interna prevista per domenica 5 febbraio al PalaYamamay contro la Diatec Trentino.

Riccardo Sbertoli (palleggiatore Revivre Milano): “Sinceramente sono abbastanza amareggiato perché era una partita in cui si saremmo meritato un punto o almeno giocarci il tie break. Mi spiace perché stiamo facendo buone partite contro ottime squadre ma non riusciamo a portare a casa punti. Sopo però anche contento sotto l’aspetto tecnico e per l’atteggiamento della squadra. Contro formazioni di alta classifica non stiamo soffrendo così tanto la differenza come successo contro citivanova. Dobbiamo mantenere questo livello di concentrazione e di gioco durante gli allenamenti perché tra poco arriveranno le gare in cui dovremo giocare con il coltello tra i denti e portare a casa punti importantissimi”.

22-01-17 BLUVOLLEY VERONA REVIVRE MILANO

IL MATCH.
Le formazioni in campo:
Calzedonia Verona:
Baranowicz-Djuric, Anzani-Zingel, Kovacevic-Randazzo, Giovi (L).
Revivre Milano: Sbertoli-Starovic, De Togni-Galassi, Skrimov-Hoag, Cortina (L)

1° SET. Inizio subito positivo per Milano che lotta punto a punto con le grandi giocate del duo Starovic e Marretta (8-9). Dopo due turni in battuta di Galassi, Grbic chiama il suo primo time out per tentare di spezzare il ritmo (11-12). L’ottimo l’avro in cambio palla e gli attacchi di Starovic costringono Grbic al secondo tempo (14-17). Verona trova subito il cambio-palla con Kovacevic. Il contrattacco di Starovic e il muro di Sbertoli regalano il +4 Milano (16-20). Milano cinica mantiene il vantaggio acquisito e chiude con un’ottima battuta di capitan De Togni (20-25).
Statistiche 1° Set:
Best scorer:
VERONA: Djuric 3. MILANO: Starovic 6, Marretta 4.
Muri: VERONA: 0. MILANO: 3.
Battute (Ace/Errori): VERONA: 1/5. MILANO: 0/7.
Attacco: VERONA: 45%. MILANO: 65%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). VERONA: 39%(22%). MILANO: 67%(47%).
2° SET. Milano riparte subito con il cambio-palla e due buone battute di Starovic. Come nel primo parziale l’inizio è comunque punto a punto con scambi lunghi (7-7). Il Video Check conferma out il muro di Milano e Verona prova a scappare (14-12). La formazione di Monti ci crede e recupera immediatamente lo svantaggio (14-14). Si va verso un finale di molto combattuto: girandola di cambi dei due allenatori per tentare di scappare ma le due squadre arrivano appaiate a quota 23. Monti prova la carta del Video Check dopo un muro di Verona, ma non c’è invasione (24-23). La palla successiva la Revivre è sfortunata: attacco di Skrimov con la palla che stava per finire out ma tocca lo schiacciatore bulgaro e Verona pareggia (25-23).
Statistiche 2° Set:
Best scorer:
VERONA: Djuric 5, Zingel 4. MILANO: Starovic 8, Skrimov 4.
Muri: VERONA: 4. MILANO: 2.
Battute (Ace/Errori): VERONA: 1/6. MILANO: 0/4.
Attacco: VERONA: 57%. MILANO: 54%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). VERONA: 63%(26%). MILANO: 53%(21%).

 

3° SET. Grbic sceglie la carta Lecat per Randazzo ad inizio set. Ancora vicina alla Revivre, grazie all’ausilio della tecnologia che inverte la decisione arbitrale dopo l’attacco di Skrimov (8-7). Lecat però firma l’ace del +3 e coach Monti ferma il gioco (13-10). Secondo ace consecutivo di Lecat e poi attacco vincente di Kovacevic. Cambio per Milano con Tondo che entra per De Togni (18-13). Si spegne perà la formazione di Luca Monti che in un attimo si ritrova 21-13 sotto i colpi di Djuric. La battuta sbagliata di Galassi chiude il parziale (25-17).
Statistiche 3° Set:
Best scorer:
VERONA: Kovacevic 6, Lecat 4, Djuric 4. MILANO: Starovic 4, Skrimov 3
Muri: VERONA: 1. MILANO: 1.
Battute (Ace/Errori): VERONA: 2/6. MILANO: 0/5.
Attacco: VERONA: 54%. MILANO: 39%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). VERONA: 38%(31%). MILANO: 26%(16%).

 

4° SET. Per Verona: Mengozzi su Anzani e ancora Lecat su Randazzo. Per Milano dentro Tondo per Galassi. Milano non sembra aver subito il contraccolpo del set precedente e con Marretta e Sbertoli si porta subito in vantaggio (3-5). Il Video Check fa da padrone in questo set, cambioamo molte volte la decisione dei due arbitri (13-13). La partita si scalda, soprattutto la dirigenza veneta non prende bene un altro cambio di decisione dopo il video check che regala il vantaggio Revivre (17-18). Djuric e Kovacevic riportano ancora avanti Verona che poi ha due palle set per chiudere (24-22). Prima occasione sprecata con Djuric che manda in rete, seconda occasione persa grazie all’ottimo servizio e successivo contrattacco di Starovic(24-24). Ace dell’opposto della Revivre (24-25). Verona però lavora bene col muro e difesa e prima con Kovacevic e poi con Djuric chiude la contesa (27-25).
Statistiche 4° Set:
Non pervenute

 

Gabriele Pirruccio
Ufficio Stampa
Powervolley Revivre Milano
Cell. 349 2375428

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *